L'indicatore luminoso emesso dagli schermi digitali può danneggiare irreversibile gli occhi, manifestazioni della ricerca

L'università Complutense di Madrid (UCM), una di più vecchie università nel mondo, presenta i risultati della sua ultima ricerca che conferma il danneggiamento irreversibile occhi degli animali' causati da indicatore luminoso emesso dagli schermi digitali. Questo rapporto approfondito analizza e confronta i risultati di uno studio che espone la retina dei ratti agli schermi della compressa che emettono l'indicatore luminoso bianco del LED con e senza i filtri, provando che l'indicatore luminoso causa la morte delle cellule nella retina e può piombo a perdita di visione.

L'analisi quantitativa indica che dopo tre mesi dell'esposizione (la speranza di vita di questi ratti ha luogo fra 7-10 anni) all'indicatore luminoso bianco del LED, gli animali esposti alle compresse hanno avvertito approssimativamente un aumento di 23 per cento nella morte delle cellule della retina. , Quando il filtro fisico appropriato è stato collocato sugli schermi della compressa che ha assorbito l'indicatore luminoso nocivo dell'alta energia, non c'era ulteriormente morte delle cellule della retina.

“Questi risultati sono importanti perché gli schermi del LED stanno usandi dalla maggior parte della popolazione, degli adulti e dei bambini, per lavoro, il banco e lo spettacolo. Questo studio indica un rischio massiccio possibile per la popolazione umana, prendente in considerazione che il danno della retina è la più grande causa di cecità centrale,„ ha detto il Dott. Celia Sanchez-Ramos, ricercatore del cavo. “È preminente affinchè gli adulti ed i genitori ora agisca e proteggersi da ulteriore danno. Abbiamo studiato i rischi di indicatore luminoso ad alta energia per i 15 anni ultimi ed ora è più chiaro che mai quello noi sta affrontando una nuova epidemia globale, particolarmente per le più giovani generazioni che avvertono l'esposizione dello schermo da un'età giovane.„

I danni di espressione genica e strutturali sono stati studiati sulla retina dei ratti pigmentati, che sono stati divisi in tre gruppi [gruppo esposto, gruppo protetto e gruppo di controllo]. Il primo gruppo è stato esposto all'indicatore luminoso bianco del LED dagli schermi della compressa che sono corrente nel servizio. Il secondo gruppo si è composto dei ratti della stessa corsa esposta all'indicatore luminoso bianco del LED dagli schermi della compressa con un filtro esterno chiamato Reticare, i soli occhiali di protezione basati sui dati scientifici. Il filtro fisico (Reticare) è stato collocato sullo schermo della compressa per assorbire la quantità corretta di indicatore luminoso a onde corte.

La metodologia usata per esposizione alla luce ha consistito di sei compresse collocate soltanto intorno ai lati delle gabbie (non all'alto o al basso delle gabbie). Le compresse sono state inserite per 16 ore e poi sono state spente per otto ore al giorno su un periodo di tre mesi. In entrambi i casi, con e senza i filtri, i risultati sono stati paragonati agli animali nel gruppo di controllo.

Nell'esaminare l'analisi strutturale retinica in ogni gruppo, ha mostrato una riduzione significativa di 23 per cento nel numero dei livelli nucleari delle cellule di ratti che sono stati esposti ad indicatore luminoso non filtrato dalle compresse. I ratti esposti al filtrato a con l'indicatore luminoso bianco di protezione degli occhi di Reticare LED non hanno evidenziato le differenze significative in livelli della retina.

Ancora, i risultati dello studio hanno mostrato che una diminuzione nell'espressione dei geni in questione nella prevenzione della morte (antiapoptotic) delle cellule di apoptosis ed in una sovraespressione di alcuni dei geni che favoriscono la morte delle cellule (proapoptotic) in ratti ha esposto alle compresse senza filtro. Le retine dei ratti nel secondo gruppo che sono stati esposti ai vagli filtranti hanno mostrato un effetto protettivo sulle celle della retina degli animali. Inoltre, lo studio dimostra che l'esposizione all'indicatore luminoso del LED dalla compressa scherma i favori l'espressione dei geni che promuovono la morte delle cellule e gli enzimi in questione nel causare la morte delle cellule. Questi effetti in gran parte sono invertiti usando il filtro appropriato sugli schermi della compressa.

Dopo la rilevazione dei questi risultati, conclude l'importanza delle misure preventive che gli occhiali di protezione appropriati già nel servizio possono offrire, quali i prodotti di Reticare che sono basati sugli studi di UCM. Reticare, per gli ultimi tre anni, è stato un avvocato per sollevare la consapevolezza della necessità di usare la protezione scientifico convalidata contro i rischi seri che comprendono l'uso degli schermi digitali senza protezione degli occhi adeguata.

Studio II - Calcolo di illuminazione oculare

Un secondo studio, “calcolo di illuminazione oculare,„ ha quantificato la quantità di indicatore luminoso che entra nell'occhio basato sull'unità, sull'utente, sul diametro dell'allievo e sulla distanza dell'unità all'occhio. Per compire questo, gli scienziati hanno misurato l'emissione degli schermi del LED dalle unità differenti ed hanno calcolato la quantità di indicatore luminoso dell'alta energia.

Le visualizzazioni di LED delle unità digitali (smartphones, compresse, computer e consoli del gioco) emettono l'indicatore luminoso con la proporzione elevata di a onde corte, che è una radiazione visibile che è caratterizzata da essere altamente energetica e può danneggiare gli occhi. Gli effetti che questa radiazione potrebbe avere sugli occhi dipende dalla composizione spettrale dell'indicatore luminoso, il tempo di uso e la distanza dagli occhi. Quindi, la quantità di indicatore luminoso emessa dagli schermi che raggiunge gli occhi dell'utente è direttamente proporzionale al diametro pupillary ed a inversamente è collegata con il quadrato della distanza dell'unità all'occhio. È importante differenziare una visione confusa (rifrazione ottica) con il danno retinico che può piombo a cecità centrale e finalmente impedire la visione durante determinate attività (cioè, guidare, leggere, cucinare, ecc.).

In una prima valutazione della quantità di indicatore luminoso che raggiunge gli occhi, il diametro dell'allievo e la distanza a cui l'uso degli adulti le unità differenti è stato preso in considerazione. Unità utilizzate: Smartphones: 9,85" - 13,79", compresse: 11,82" - 15,76", computer: 17,73" - 19,7„

I risultati sottolineano i bambini ricevono tre volte più indicatore luminoso di a onde corte. dovuto le loro più brevi armi, sono esposti all'indicatore luminoso dell'alta energia ad una più breve distanza che un adulto che utilizza la stessa unità. Di conseguenza, per i funzionari di salute pubblica è cruciale mettere a fuoco sulle conseguenze dell'esposizione estrema a questo indicatore luminoso, che i bambini e gli adulti avvertono su base giornaliera.

Corrente passare molte ore esposte ad indicatore luminoso emesso dagli schermi del LED con il contenuto elevato dell'indicatore luminoso di onda corta. I numerosi studi già hanno indicato che la radiazione ad alta frequenza è capace della produzione del danneggiamento delle celle retiniche (quali degenerazione maculare senile e retinopatia) e può piombo a cecità centrale (Chamorro et al., 2013; Passero 2003; Behar-Cohen et al., 2011, Jaadane et al., 2015, Shang et al., 2014).

Similmente, storicamente, ricerca di più di 2.000 bambini, invecchiata otto - 18 anni, riferiti che, un giorno medio, passare circa 7,5 ore facendo uso delle unità con le visualizzazioni di LED nelle attività di svago e accademiche. La distribuzione approssimativa di questo tempo è di 4,5 ore che guardano la televisione, di 1,5 ore sulle mansioni del computer e più di un'ora con i video giochi (Rosenfield 2011).

Corrente, ci sono circa 900 milione unità. Di quelli, 70 milioni sono usati dai bambini negli Stati Uniti senza protezione degli occhi. Fin qui, più di 300,000 persone già proteggono i loro occhi in Europa e negli Stati Uniti con i filtri appropriati basati su questi dati.

Recentemente, il governo europeo ha stabilito una commissione scientifica che dà la priorità allo studio sui rischi dello schermo per eye la salubrità ed ha richiesto tutti i ricercatori per fornire i risultati del loro lavoro compreso le conseguenze potenziali di salubrità visiva delle popolazioni riguardo a questo argomento.