Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Approccio di sostegno EBM dei ricercatori di UTSW per impedire overtreatment del diabete di tipo 2

La ricerca sudoccidentale del centro medico di UT supporta ad un approccio basato a prova (EBM) della medicina che abbraccia la cura individualizzata per impedire il overtreatment, specificamente per i pazienti con il diabete di tipo 2.

Questa strategia raccomandata è descritta in una recensione pubblicata recentemente nella circolazione.

L'assistenza medica esagera rappresenta circa 20 per cento dei $750 miliardo stimati della spesa dispendiosa nella sanità negli Stati Uniti, secondo l'accademia nazionale di medicina.

Mentre c'è molti fattori che guidano esagerano, gli autori propongono quello che applica i principi di EBM - che comprende i vantaggi assoluti saldanti e nuoce a con il giudizio del medico ed i valori e le preferenze del paziente - guide per evitare il overtreatment. L'esame è inteso per essere una chiamata ad atto affinchè i medici, gli educatori medici, i ricercatori e le guide di polizza applichi i principi di EBM per individualizzare le decisioni del trattamento e per migliorare la salubrità ed il benessere dei pazienti.

“a medicina basata a prova è uno strumento potente per fornire la cura persona-centrata alle persone il diabete di tipo 2 come pure per i pazienti con altre malattie,„ ha detto il Dott. Anil Makam, assistente universitario di medicina interna a UT sudoccidentale e autore principale dell'articolo. “Una volta applicato al diabete di tipo 2, EBM richiede una variazione di paradigma nel nostro approccio del trattamento.„

Per impedire il overtreatment, i ricercatori propongono che il trattamento intensivo dello sangue-zucchero non dovrebbe essere uno scopo universale di cura paziente per quelli con il diabete di tipo 2, che secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie pregiudica più di 29 milione di persone negli Stati Uniti.

Mentre il livello di cura corrente per il diabete di tipo 2 richiede controllo rigoroso degli zuccheri di sangue (definiti come livello dell'emoglobina A1c di meno di 7 per cento), la prova indica che questa strategia offre soltanto un vantaggio potenziale modesto - e può fare diminuire la qualità di vita dovuto il carico del trattamento stesso ed il danno possibile dalla terapia. Inoltre, perché prende a due decadi di controllo rigoroso dello sangue-zucchero potenzialmente per raggiungere il vantaggio significativo, molte persone delicate e più anziane possono essere curate con successo raggiungendo gli scopi più modesti dello sangue-zucchero (i livelli dell'emoglobina A1c di 8,5 - 9 per cento) che mantengono i vantaggi del trattamento mentre minimizzano il danno potenziale.

“EBM è compreso male spesso come richiesta per l'universale, la medicina della biscotto-tagliatrice, che piombo ad un'epidemia del overtreatment in diabete di tipo 2,„ ha detto il Dott. Oanh Nguyen, assistente universitario di medicina interna e di scienze cliniche ed autore senior dell'articolo. “Invece, EBM è uno strumento critico nell'arsenale del medico per fornire la cura individualizzata e persona-centrata.„