Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La dose Orale del cocktail dei fagi impedisce l'infezione ed i sintomi del tipo di colera nel modello animale

La somministrazione Per Via Orale di un cocktail di tre virus, che specificamente uccidono i batteri del colera, impedisce l'infezione ed i sintomi del tipo di colera negli esperimenti di modello animali, gli scienziati di rapporto la Scuola di Medicina di Tufts University (TUSM) ed il Banco di Sackler delle Scienze Biomediche Laureate ai Ciuffi nelle Comunicazioni della Natura il 1° febbraio. I risultati sono i primi per dimostrare l'efficacia potenziale dell'batterio-uccisione virus-nota come batteriofagi, o fago-come una terapia preventiva oralmente amministrata contro una malattia batterica gastrointestinale acuta.

“Mentre la terapia dei fagi è esistito per le decadi, il nostro studio è prova-de-principio che può essere usato per proteggere dall'infezione e per intervenire nella trasmissione della malattia,„ ha detto lo studio senior Andrew Camilli autore, il Ph.D., il Ricercatore di Howard Hughes Medical Institute ed il professor di biologia molecolare e di microbiologia a TUSM. “Siamo promettenti che i fagi possono qualche giorno essere uno strumento nell'arsenale di salute pubblica che aiuta la diminuzione il carico globale del colera, che pregiudica ogni anno fino a quattro milione persone in tutto il mondo.„

Nel lavoro precedente, Camilli ed i colleghi hanno cercato i fagi che sono specifici per i cholerae del Vibrione, il batterio che causa la malattia infettiva potenzialmente letale del colera-un tracciata da diarrea e da disidratazione severe. Mentre i fagi che uccidono i cholerae del V. sono abbondanti in natura, il gruppo ha identificato tre sforzi che hanno conservato unicamente la capacità di uccidere i cholerae del V. all'interno dell'intestino tenue, il sito dell'infezione in esseri umani. Questi fagi funzionano mirando ai ricevitori di superficie batterici in questione normalmente in infectiousness, facente li che terapeutici ideali candidato-a sviluppano la resistenza, batteri del colera devono acquistare le mutazioni in questi ricevitori, che inducono i batteri a diventare meno contagiosi.

Impedisca e protegga

Nello studio corrente, un gruppo formato da Camilli, Yen di Minmin, il Ph.D., il neo-laureato del Programma Molecolare di Microbiologia al Banco di Sackler ed i Cairn di Lynne del collega postdottorale, Ph.D., hanno effettuato una serie di esperimenti nei piccoli modelli animali del colera per verificare l'efficacia di questi fagi come trattamento preventivo. Gli Animali sono stati dati una dose orale di un cocktail che contiene tutti e tre i fagi, ai punti di tempo che variano da tre a 24 ore prima dell'infezione con una quantità standardizzata di batteri di cholerae del V.

Una dose preventiva del cocktail dei fagi ha eliminato i cholerae del V. negli intestini tenui della metà eccessiva degli animali trattati una volta data tre ore prima dell'infezione. In animali restanti e per quelli trattati fino a 24 ore prima dell'infezione, i numeri dei batteri erano più in media volta diminuita 500 o, confrontato ai comandi non trattati. In Generale, il trattamento era più efficace nella diminuzione del caricamento batterico una volta dato fra tre e 12 ore prima dell'infezione.

Il gruppo non ha trovato prova di diarrea del tipo di colera e di nessuna perdita di peso significativa in animali trattati.

Per studiare la resistenza batterica, uno degli ostacoli storici all'uso dei fagi come terapia, i ricercatori ha isolato i cholerae del V. che hanno sopravvissuto al trattamento ed hanno condotto il intero-genoma e le analisi molecolari. Mentre alcuni batteri hanno acquistato la resistenza contro uno o due dei fagi, non ci erano batteri resistenti a tutti e tre i fagi nel cocktail. Come previsto in base a lavoro precedente, i batteri della sopravvivenza che si sono sviluppati la resistenza dei fagi hanno avuti mutazioni in ricevitori chiave della proteina che hanno reso i batteri avirulent ed incapaci di causare l'infezione.

“Ha richiesto quasi una decade di lavoro, dal nostri laboratorio e collaboratori intorno al mondo, per identificare questi fagi, capire il loro ciclo di vita, rivelare la biologia ed i meccanismi di fondo da cui attaccano il colera e mostrano come la resistenza si sviluppa,„ hanno detto Yen di Minmin autore di studio del cavo, che hanno condotto questa ricerca come componente della sua tesi laureata ed è ora un collega postdottorale nel laboratorio di Camilli. “Costruendo su quel lavoro, ora possiamo dimostrare che questi fagi possono essere efficaci alla protezione contro il colera e che i batteri non sviluppano la resistenza al cocktail dei fagi.„

Colmare una lacuna di trattamento

Scoperto approssimativamente un secolo fa, i batteriofagi hanno sono rimanere relativamente inesplorati nella medicina Occidentale come terapia dovuto la prevalenza degli antibiotici. Tuttavia, l'aumento drammatico dei batteri resistenti agli antibiotici piombo ad interesse rinnovato nella terapia dei fagi, che può mirare agli sforzi specifici dei batteri nocivi mentre lascia le cellule ospiti e dei batteri utili inalterati.

Portato da acqua contaminata, il colera si sparge rapidamente attraverso le comunità durante gli scoppi. Un percorso primario della trasmissione proviene dalle persone infettate ad altri membri della famiglia, un trattamento che si presenta tipicamente negli un - due giorni. Il gruppo di ricerca prevede il cocktail dei fagi come farmaco orale preventivo rapida-agente che può essere catturato ripetutamente durante questa finestra critica. La Diminuzione della trasmissione della famiglia quando uno scoppio comincia aiuterebbe lento la diffusione del colera e diminuirebbe l'impatto della malattia sulle comunità.

Con gli esperimenti di modello animali stabiliti, il gruppo ed i collaboratori di Camilli ora stanno esplorando i test clinici umani. La terapia Dei Fagi ha un profilo di sicurezza affermato in esseri umani, in base alle decadi di uso in orientale - paesi europei quale la Georgia. Inoltre, i fagi sono l'organismo più abbondante su Terra e gli esseri umani sono esposti continuamente a loro senza danno. Il gruppo egualmente sta studiando la produzione dei fagi al disgaggio e crede che possa essere fatto economicamente ed essere fissato il prezzo di giustamente per uso nei paesi in via di sviluppo. Recentemente hanno formato una società-PhagePro, che ha ricevuto il finanziamento di seme come vincitore nelle Nuove Imprese dei Ciuffi 100K Concorrenza-ad ulteriore prova e sviluppa il loro cocktail dei fagi. La Tufts University file una richiesta di brevetto relativa.

Se riusciti, i loro sforzi potessero piombo ad uno strumento importante per i professionisti di salute pubblica. Un vaccino del colera esiste ed è raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità, ma deve essere dato in anticipo almeno due settimane da essere efficaci. La terapia della Reidratazione è il trattamento standard per il colera, ma l'acqua pulita è in genere dura da venire vicino durante lo scoppio. Gli Antibiotici sono efficaci ad eliminare i batteri del colera, ma contribuiscono alla diffusione degli sforzi resistenti agli antibiotici e possono nuocere ai batteri utili come quelli nell'intestino crasso.

“Un trattamento dei fagi preventivo è improbabile da sradicare il colera, ma pensiamo che potrebbe colmare una lacuna importante nel trattamento, che è la protezione immediata contro la trasmissione nelle famiglie,„ abbiamo detto Camilli, che è egualmente facoltà nel Programma Molecolare di Microbiologia al Banco di Sackler. “Il lavoro Supplementare deve essere fatto, specialmente una comprensione più profonda della biologia dei fagi mentre dentro il sistema gastrointestinale, ma se possiamo confermare il sui profilo ed efficacia di sicurezza in esseri umani, ha il potenziale essere la migliore opzione per molte comunità influenzate dal colera.„

Sorgente: http://now.tufts.edu/news-releases/cocktail-bacteria-killing-viruses-prevents-cholera-infection-animal-models