I Più Bassi livelli di vitamina D aumentano il rischio di ricaduta clinica nei pazienti di Colite Ulcerosa, ritrovamenti di studio

Un nuovo studio piombo dai ricercatori al Centro Medico di Beth Israele Deaconess (BIDMC) ha trovato che i livelli più bassi della vitamina D nel sangue aumentano il rischio di ricaduta clinica in pazienti con Colite Ulcerosa (UC), una malattia di viscere infiammatoria che causa l'infiammazione e le ulcere durature nel colon. Lo studio è stato pubblicato nell'emissione di Febbraio della Gastroenterologia e dell'Epatologia Cliniche del giornale.

I Più Bassi livelli di vitamina D sono stati associati con la malattia attiva in pazienti con il UC, ma è stato sconosciuto se aumentano le ricadute di malattia. “Gli studi Priori in pazienti con il Morbo di Crohn e la Colite Ulcerosa avevano collegato i bassi livelli di vitamina D alle fiammate di malattia,„ ha detto il Muschio senior di Alan autore, il MD, un gastroenterologo al Centro di Malattia Digestiva a BIDMC ed il Professore Associato di Medicina alla Facoltà di Medicina di Harvard.

“Tuttavia, è stata poco chiara se la fiammata stesse abbassando i livelli di vitamina D, o se i bassi livelli di vitamina D stessero causando la fiammata. Abbiamo pensato che se esaminassimo la vitamina D livella quando la malattia era pazienti inattivi ed allora seguiti che si muovono in avanti, l'impatto dei livelli di vitamina D del riferimento sugli eventi futuri può essere più chiaro.„

Il Muschio ed i colleghi hanno raccolto i livelli del siero di vitamina D attraverso uno studio prospettivo medico-accecato di 70 pazienti con il UC nella remissione clinica che sono stati continuati dopo una colonoscopia di sorveglianza a BIDMC. Lo studio ha misurato i livelli di vitamina D in campioni di sangue ed i livelli di infiammazione con le analisi del sangue e le biopsie. I ricercatori poi hanno seguito i pazienti per 12 mesi ed hanno confrontato i dati dai pazienti partecipanti che sono rimanere pozzo e gli altri che hanno avvertito le ricadute. I ricercatori hanno trovato la vitamina D media del riferimento livellata per essere più bassi in pazienti che più successivamente sono ricaduto che coloro che non ha fatto.

“I Pazienti che hanno avuti più alto vitamina D livella quando la loro malattia era nella remissione era meno probabile avvertire una ricaduta in futuro,„ ha detto John Gubatan, MD, un medico a BIDMC e primo autore dello studio. “Questo suggerisce che i livelli elevati di vitamina D possano svolgere un certo ruolo nell'impedire la ricaduta del UC.„ Il livello di soglia di vitamina D di sangue che era protettivo era maggior di 35ng/ml, che è all'interno dell'intervallo raccomandato dagli Istituti della Sanità Nazionali per una persona in buona salute.

Il lavoro In Corso da Gubatan e da Muschio ora sta esaminando il collegamento fra la vitamina D e una proteina chiamata cathelicidin nelle celle che allineano il colon. Il collegamento può avere effetti benefici su composizione microbica, una componente importante di un colon sano. Il Bene Immobile su questa ricerca, ricercatori sta provando a disfare come la vitamina D può proteggere le celle nel colon e nella composizione microbica dei batteri, dei funghi, dei protozoi e dei virus su cui in tensione e dentro il corpo umano, Muschio celebre.

Sorgente: http://www.bidmc.org/News/PRLandingPage/2017/February/Moss-Ulcerative-Colitis-Vitamin-D.aspx