I ricercatori di Uc San Diego suggeriscono di trapiantare i buoni batteri per curare i pazienti con dermatite atopica

L'interfaccia umana sana è viva con i batteri. Infatti, ci sono più microrganismi che vivono in e sul corpo umano che ci sono cellule umane. La maggior parte possono vivere sull'interfaccia umana senza nuocere al host, ma qualche gente che batteri possono alterare negativamente la loro salubrità, forse anche diventi pericoloso.

I ricercatori della scuola di medicina di San Diego dell'università di California hanno schermato 10.000 colonie dei batteri trovati sull'epidermide per determinare quanto hanno avuti beni antimicrobici ed ai che tariffa questi sono trovati su interfaccia sana e non sana. In un documento il 22 febbraio pubblicato nella medicina di traduzione di scienza, il gruppo riferisce i batteri buoni d'isolazione e crescenti che producono i peptidi antimicrobici e con successo il trapianto per curare i pazienti con il tipo più comune di eczema, conosciuti come dermatite atopica.

“Abbiamo scoperto i peptidi antimicrobici prodotti dai batteri trovati comunemente su interfaccia umana sana. Questi antimicrobici novelli hanno attività selettiva contro i batteri patogeni, ma non nocciono ad altri batteri commensali che abbiano un effetto benefico a noi,„ hanno detto Teruaki Nakatsuji, PhD, scienziato del progetto nel dipartimento della dermatologia alla scuola di medicina di Uc San Diego e primo autore.

Il gruppo esaminato se i batteri trovassero normalmente su interfaccia umana, compreso i hominis dello stafilococco e l'epidermide dello stafilococco, difende contro lo staphylococcus aureus - i batteri patogeni che aggrava i termini di interfaccia come dermatite atopica. Quando s.aureus Diventa resistente agli antibiotici è conosciuto come lo staphylococcus aureus o MRSA meticillina-resistente. È una causa della morte principale derivando dall'infezione negli Stati Uniti.

“Abbiamo scoperto che la gente in buona salute ha molti batteri producendo i peptidi antimicrobici precedentemente non scoperti, ma quando esaminate l'interfaccia della gente con dermatite atopica, i loro batteri non stanno facendo la stessa cosa. Hanno il tipo sbagliato di batteri,„ ha detto Richard Gallo, MD, PhD, professore e presidenza del dipartimento della dermatologia alla scuola di medicina di Uc San Diego. “Dopo l'isolazione dei batteri buoni ed avere crescente, potevamo trapiantarlo di nuovo alla gente che era carente in ed hanno avuti un impatto immediato diminuendo la quantità di s.aureus Sull'interfaccia.„

Secondo l'associazione nazionale dell'eczema, quasi 18 milione di persone negli Stati Uniti sono contagiati con dermatite atopica, il modulo più comune di eczema, che compare normalmente come eruzione sulle armi, sui cosciotti e sulle maschette.

Le prime prove sono state effettuate nei modelli animali in cui s.aureus Si è eliminato trapiantando i buoni batteri all'area dove s.aureus È stato trovato. Il successo con questi modelli piombo ad un piccolo test clinico di fase I in cui i buoni batteri di una persona con attività antimicrobica si sono sviluppati una volta, formulato stati in una crema di interfaccia e si sono applicati all'avambraccio del paziente dell'eczema infettato da s.aureus. La prova di fase I è stata intesa per provare soltanto a sicurezza e ad efficacia, ma ogni paziente curato in questo modo ha esibito una diminuzione significativa in s.aureus Sulla loro interfaccia.

“Ora abbiamo un approccio terapeutico razionale per dermatite atopica usando la tecnologia batterica del trapianto,„ ha detto Gallo. “Sembra che la gente con questo disordine debba averla riapplicata perché il loro organismo non promuove naturalmente la crescita di questi organismi. La buona cosa è questa è facile da fare perché è appena una crema.„

Un test clinico di fase II sta cominciando appena a valutare se l'applicazione prolungata di uno di buoni batteri più potenti da interfaccia umana può assicurare la protezione a lungo termine contro s.aureus E migliorare la dermatite atopica.

“Facendo uso di un antibiotico naturale prodotto dal microbiome dell'interfaccia è superiore agli approcci farmaceutici correnti perché il bacteriotherapy non uccide gli sforzi protettivi dei batteri,„ ha detto Nakatsuji. “La resistenza a antibiotici non è probabile accadere perché la terapia dei batteri sta attaccando gli agenti patogeni dai modi diversi multipli immediatamente.„

Secondo i ricercatori, il microbiome è associato chiaramente con la malattia ma la causa - e - effetto non era stata stabilita. Questo studio rivela uno dei prodotti chimici che i batteri normali dell'interfaccia fanno per aiutare gli esseri umani a combattere fuori l'infezione o uno squilibrio nella microflora dell'interfaccia.