Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori identificano il biomarcatore genomica nel passaggio nasale che può individuare esattamente il cancro polmonare

Una nuova prova nasale può permettere i pazienti sospettati di avere cancro polmonare per subire un tampone semplice del loro radiatore anteriore per determinare se hanno la malattia.

I ricercatori alla scuola di medicina di Boston University (BUSM) hanno trovato che un biomarcatore genomica nel passaggio nasale può determinare esattamente la probabilità di una lesione del polmone che è maligna.

I risultati, che compaiono online nel giornale dell'istituto nazionale contro il cancro, permetteranno che i medici identifichino con confidenza i pazienti che sono alla probabilità bassa per avere cancro polmonare, così risparmiandoli dalle procedure costose e rischiose.

La valutazione diagnostica del cancro polmonare fra i fumatori correnti ed ex ad alto rischio con le lesioni trovate sulla rappresentazione del torace (tomografia computerizzata o CT) rappresenta una sfida clinica crescente data le raccomandazioni cliniche correnti per la selezione sistematica di CT dei fumatori ad alto rischio. Mentre ci sono linee guida per la gestione dei noduli polmonari, le procedure inutili e dilaganti di seguito (biopsia polmonare chirurgica compresa) sono eseguite frequentemente sui pazienti che infine sono diagnosticati con la malattia benigna.

“Il nostro gruppo precedentemente ha derivato e convalidato un biomarcatore epiteliale bronchiale di espressione genica per individuare il cancro polmonare in fumatori correnti ed ex. Questa innovazione, disponibile dal 2015 come il classificatore genomica bronchiale di Percepta, misurabile sta migliorando la diagnosi del cancro polmonare,„ ha detto l'autore Avrum corrispondente Spira, MD, MSc, professore di medicina, di patologia e di bioinformatica a BUSM. “Poichè le espressioni geniche epiteliali bronchiali e nasali sono alterate similmente tramite l'esposizione del fumo della sigaretta, abbiamo cercato di determinare in questo studio se l'espressione genica Cancro-associata potesse anche essere rilevabile nell'epitelio nasale più prontamente accessibile.„

Dopo l'esame dei brushings epiteliali nasali dai fumatori correnti ed ex che subiscono la valutazione diagnostica per le lesioni polmonari sospettose per il cancro polmonare, i ricercatori hanno determinato che il campo epiteliale della galleria di ventilazione nasale della lesione Cancro-associata del polmone in fumatori estendere al radiatore anteriore ed ha il potenziale di essere un biomarcatore non invadente per rilevazione del cancro polmonare.

“C'è un chiaro e bisogno crescente sviluppare gli approcci diagnostici supplementari per la valutazione delle lesioni polmonari per determinare quali pazienti dovrebbero subire la sorveglianza di CT o la biopsia dilagante. La capacità di provare a cambiamenti molecolari in questo “campo della lesione„ permette che noi eliminiamo più presto la malattia senza procedure dilaganti,„ Spira aggiunto, che è egualmente Direttore del centro del Cancro di BU-BMC e un pulmonologist al centro medico di Boston (BMC).

“I nostri risultati dimostrano chiaramente l'esistenza di un campo Cancro-associato della galleria di ventilazione della lesione che anche può essere misurato in epitelio nasale,„ Marc aggiunto Lenburg, PhD, professore di medicina a BUSM ed autore co-senior. “Troviamo che l'espressione genica nasale contiene le informazioni sulla presenza di cancro che è indipendente dai fattori di rischio clinici standard, suggerente che l'espressione genica epiteliale nasale potrebbe aiutare nella rilevazione del cancro polmonare. Inoltre, i campioni nasali possono essere raccolti non invadente con poca strumentazione o addestramento avanzato.„