Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'atteggiamento, stile di vita può svolgere il grande ruolo nell'incidenza del cancro di interfaccia fra i latini

Mentre la popolazione ispana negli Stati Uniti continua a svilupparsi, l'incidenza del cancro di interfaccia fra questa popolazione sta sviluppandosi anche. Inoltre, i pazienti ispani sono più probabili essere diagnosticati con la malattia nelle sue fasi più avanzate, quando è più difficile da trattare.

Molti latini, tuttavia, non credono che siano al rischio, secondo il dermatologo quadro-certificato Maritza I. Perez, il MD, il FAAD, un professore clinico della dermatologia alla scuola di medicina di Icahn al monte Sinai in New York. “La credenza che la gente ispana non deve preoccuparsi per il cancro di interfaccia è esistito fra i latini per le generazioni,„ dice. “Lo sentono dai loro genitori e nonni e poi passano questa credenza sopra ai loro bambini.„

L'esposizione a radiazione ultravioletta dal sole e dai letti d'abbronzatura dell'interno è il fattore di rischio più evitabile del cancro di interfaccia. Molta gente ispana, tuttavia, crede che siano protette dal sole perché hanno incarnati più scuri, il Dott. Perez dicono e coloro che ottiene bruciato non non rend contoere che il danneggiamento della loro interfaccia sta aumentando il loro rischio di cancro dell'interfaccia.

Di conseguenza, il Dott. Perez dice, molti latini non intraprendono le azione per proteggersi dalle razze UV nocive del sole. Ancora, dice, qualche gente ispana va abbronzatura dell'interno prima di spendere il tempo al sole, nell'ambito della credenza falsa che “un'abbronzatura bassa„ le proteggerà. Consiglia tutti i suoi pazienti, indipendentemente da colore della pelle, di restare dai letti d'abbronzatura dell'interno e di proteggersi dal sole.

Poiché il cancro di interfaccia è più trattabile una volta individuati presto ed i latini sono più probabili essere diagnosticati con la malattia nelle sue fasi avanzate, il Dott. Perez dice, è egualmente importante affinchè questa popolazione esegua gli auto-esami regolari per cercare nuovo, il cambiamento o i punti sospettosi sulla loro interfaccia. La gente con interfaccia di colore è a cancro di interfaccia incline nelle aree insolite - come sulle palme delle mani e delle sogliole dei piedi, sotto i chiodi ed interno la bocca - in modo da raccomanda che i pazienti ispani siano particolarmente vigilanti nell'esecuzione degli auto-esami dell'interfaccia.

Quando il melanoma, il modulo più micidiale del cancro di interfaccia, è individuato e trattato prima che raggiunga i linfonodi, il tasso di sopravvivenza quinquennale è 98 per cento. “L'individuazione tempestiva è vitale per la sopravvivenza del cancro di interfaccia,„ il Dott. Perez dice. “E se non cercate i cambiamenti sulla vostra interfaccia, non li troverete.„

Mentre l'atteggiamento ispano della popolazione nei confronti del cancro di interfaccia svolge un grande ruolo nell'incidenza della malattia fra quella popolazione, l'accesso di questo gruppo a cura dermatologica è egualmente un fattore importante, secondo il Dott. Perez. Molte famiglie del latino sono non assicurate o underinsured, dice, in modo da possono essere meno probabili vedere un dermatologo per una valutazione del cancro di interfaccia. Più ulteriormente, quando i pazienti ispani visualizzano il medico, dice, cancro di interfaccia non può essere cima della mente durante la visita, poiché la credenza che questi pazienti non sono a rischio della malattia è così dominante.

Per contribuire a combattere queste emissioni, l'accademia americana della dermatologia lavora per sollevare la consapevolezza del cancro di interfaccia fra la popolazione underserved del latino con il suo programma di esagerare del latino. Oltre a fornire gli screening dei tumori liberi dell'interfaccia, questo programma mira ad istruire i lavoratori all'aperto del latino a basso reddito circa prevenzione del cancro e rilevazione dell'interfaccia.

L'ADD raccomanda che ognuno soggiorno dai letti d'abbronzatura dell'interno e si protegge dalle razze UV nocive del sole cercando l'ombra, il vestiario di protezione d'uso ed usando uno vasto-spettro, protezione solare con uno SPF di 30 o più alto resistente all'acqua. L'ADD egualmente incoraggia ognuno ad eseguire gli auto-esami regolari per controllarsi per vedere se ci sono segni del cancro di interfaccia e chiedere ad un partner di aiutarli ad esaminare duro vedi le aree. Coloro che nota qualche cosa cambiare, itching o sanguinare sulla loro interfaccia dovrebbero visualizzare un dermatologo quadro-certificato.

Mentre queste raccomandazioni si applicano a tutti i pazienti, il Dott. Perez dice, è particolarmente importante affinchè i pazienti del latino capisca il loro rischio di cancro dell'interfaccia, da intraprendere le azione per proteggersi e da condurre gli auto-esami regolari dell'interfaccia. “Ognuno - nessuna materia il loro colore della pelle - è a rischio del cancro di interfaccia,„ dice, “in modo da ognuna dovrebbe imparare come proteggersi dal sole e come controllare la loro interfaccia per vedere se c'è punti sospettosi.„