Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di UB fanno luce sulla percezione del pericolo, livelli di soddisfazione degli utenti della e-sigaretta

Gli utenti delle e-sigarette le vedono circa quanto soddisfacendo o persino più soddisfacente quotidiano e meno nocivi, che le sigarette, secondo i risultati di piccolo studio dall'università alla Buffalo.

Lo studio su una riserva militare dei 105 Stati Uniti e soldati della protezione nazionale ed i loro partner ha trovato che quelli studiano i partecipanti che il vape giornalmente ha riferito ae-sigarette come “almeno soddisfacente„ quanto le sigarette e che 58 per cento hanno detto vaping era “molto„ soddisfacente.

I ricercatori egualmente hanno riferito che la percezione del pericolo dalle e-sigarette è diminuito mentre la frequenza di uso è aumentato. Il documento è stato pubblicato online in primo luogo nei rapporti della medicina preventiva del giornale.

“I risultati sostengono che soddisfazione, il danno o il pericolo ed il tipo di prodotto percepiti sembrano insieme a tutto il lavoro promuovere l'uso o l'evitare,„ hanno detto Lynn Kozlowski, l'autore principale del documento e un professore di salubrità della comunità e di comportamento di salubrità a scuola di UB della salute pubblica e delle professioni sanitarie.

“La credenza erronea che le e-sigarette sono più nocive delle sigarette può influenzare alcuni fumatori per non usare i e-cigs. Se il tipo di prodotto che usano è meno soddisfacente, questo anche può influenzare la probabilità di uso,„ Kozlowski, PhD, aggiunto.

I co-author di Kozlowski, entrambi da UB, sono Gregory Homish, PhD, presidenza del socio e di professore associato di salubrità della comunità e comportamento di salubrità e D. Lynn Homish, direttore di progetto per l'operazione: SICUREZZA (soldati e famiglie che eccellono con gli anni), uno studio longitudinale di ricerca che esamina la salubrità ed il benessere dei soldati della riserva militare e della protezione nazionale dei più di 400 Stati Uniti e dei loro partner.

Un sottoinsieme dell'operazione: La dimensione del campione della SICUREZZA è stata usata per questo studio, che è stato costituito un fondo per dall'istituto nazionale di abuso di droga.

In loro documento, i ricercatori notano che i risultati per quanto riguarda la soddisfazione della e-sigaretta sono importanti a causa delle polizze che sono state applicate in base alla credenza che le e-sigarette stanno mancando di fondamentalmente nella soddisfazione confrontata alle sigarette.

La preoccupazione che vaping funge da “un gateway„ alle sigarette è più credibile se vaping è meno soddisfacente che fumando. Per i prodotti vaping che sono molto più soddisfacenti delle sigarette ed egualmente sono percepiti come meno pericolosi che le sigarette, è meno probabile che gli utenti vorrebbero passare alle sigarette in futuro, i ricercatori precisa.

“Molta gente crede che vaping non potrebbe essere soddisfacente quanto le sigarette e questa mancanza di soddisfazione potrebbe incoraggiare la commutazione al prodotto più soddisfacente. Ma i nostri risultati indicano che quello i prodotti vaping non-cigalike può essere molto soddisfacente,„ Kozlowski hanno detto.

I prodotti vaping di prima generazione che sono venuto a commercializzare spesso sono chiamati “cigalikes„ - sono sigarette elettroniche destinate per assomigliare e ritenere alle sigarette tradizionali. “Sta coltivando la prova che i prodotti cigalike sono meno efficaci a consegnare il nicotina che i più nuovi tipi di prodotti vaping,„ Kozlowski ha detto.

Le più nuove unità, che sono generalmente più grandi, a volte si riferiscono a come non-cigalikes.

Mentre la dimensione del campione è piccola, i risultati dello studio mostrano che qualche cosa di importante circa le e-sigarette di ruolo può giocare nella riduzione di danno, dice Kozlowski.

“Coloro che prova ad esagerare i timori dei prodotti vaping dovrebbe considerare il loro ruolo nella conservazione dei fumatori fumare,„ ha detto. “Dire la gente soltanto che non c'è nessun prodotto “cassaforte„ è un messaggio irresponsabile.„

Invece, Kozlowski ha detto, gli esperti in salute pubblica devono continuare a sollecitare i pericoli ben documentati delle sigarette e che cosa è probabile essere vero circa i rischi differenziali.

“Quei fumatori che hanno provato soltanto i prodotti cig-simili dovrebbero sapere che possono potere trovare un sostituto più soddisfacente per il fumo in altri prodotti vaping,„ aggiunge. “Il fuoco dovrebbe smettere il fumo completamente in primo luogo. Dopo quello, egualmente incoraggieremmo smettere vaping, se non causa un rendimento al fumo.„