Studio clinico da esaminare se gli antibiotici possono essere alternativa sicura e efficace all'appendicectomia

Per 130 anni, l'ambulatorio è stato il trattamento standard per l'appendicite - infiammazione dell'appendice, un breve tubo che si estende dal colon.

Dopo tutto, è meglio da eliminare una parte del corpo infettata che non è essenziale alla sopravvivenza piuttosto di una rottura che fuoriesce i batteri nell'addome. Destra? Forse non.

Il Dott. David Talan, professore nel dipartimento della medicina di emergenza alla scuola di medicina di David Geffen al UCLA, sta contribuendo a piombo un test clinico di $12-million per determinare se trattare l'appendicite solamente con gli antibiotici può essere un'alternativa sicura, efficace e meno costosa a chirurgia.

Talan, che egualmente tiene una nomina nel dipartimento della divisione della medicina delle malattie infettive, recentemente ha rivolto le domande circa questo metodo alternativo a trattare l'appendicite.

Perché state esaminando questo oggetto?

Circa uno in 10 persone negli Stati Uniti sarà diagnosticato con un'appendicite nella loro vita, in modo da è molto comune. Col passare del tempo, la comunità medica è diventato quasi esclusivamente fiduciosa in chirurgia per indirizzare l'appendicite - un'operazione chiamata un'appendicectomia. Oggi, i chirurghi eseguono ogni anno qualcosa come 300.000 appendicectomie negli Stati Uniti ed hanno considerato l'ambulatorio più comune di emergenza.

Gli approcci medici tradizionali stanno rivalutandi costantemente per determinare il loro valore alla società. Gli estesi dati da uno studio su grande scala aiuteranno i pazienti ed i loro medici a prendere le decisioni più informate di sanità.

Sembrate sfidare più di un secolo di tradizione medica. Come rispondete agli scettici?

L'appendicectomia sistematica ci ha serviti a lungo buoni, in modo da dovremmo essere scettici di cambiamento. Ma lo scetticismo egualmente richiede che con attenzione studiamo e confrontiamo l'efficacia relativa degli approcci differenti del trattamento.

L'ambulatorio era decadi disponibili prima degli antibiotici e quando gli antibiotici sono stati presentati, hanno reso gli ambulatori più sicuri. Soltanto durante gli ultimi anni comincici per ricercare con attenzione la possibilità che gli antibiotici da solo potrebbero essere un primo trattamento ragionevole invece di chirurgia. Simultaneamente, la nostra comprensione della malattia è cambiato ed ora è chiaro che una volta catturata presto e trattata con gli antibiotici, l'appendicite non è sempre una bomba a orologeria di ticchettio che debba essere eliminata per paura della rottura e della morte.

C'è prova per suggerire che gli antibiotici potrebbero essere una buona alternativa ad un'appendicectomia?

Ci sono stati sette studi fuori degli Stati Uniti in cui i pazienti con la fase più iniziale dell'appendicite hanno ricevuto gli antibiotici o hanno subito un'appendicectomia urgente. Tutti i pazienti sono stati ospedalizzati per parecchi giorni. Insieme, questi studi hanno trovato che un approccio antibiotico è sembrato essere sicuro ed è stato associato con il ripristino più rapido confrontato a chirurgia. Ma durante un anno, circa 25 per cento dei pazienti hanno avuti appendicite che ha richiesto la chirurgia.

Il nostro gruppo del UCLA era il primo per ricevere gli istituti nazionali del finanziamento di salubrità ed ha condotto la prima prova degli Stati Uniti l'anno scorso. In quello studio fatto al centro medico verde oliva Visualizzazione-UCLA, l'innovazione che abbiamo trovato era che la maggior parte dei pazienti curati con gli antibiotici potrebbero essere gestiti con successo come pazienti esterni, così evitando il ricovero ospedaliero ed aumentando il potenziale di diminuire sostanzialmente i costi.

La riga inferiore è quella l'appendicite di gestione con la promessa di manifestazioni degli antibiotici come alternativa sicura e più a basso costo a chirurgia. Tuttavia, non dovremmo scontare la sicurezza di chirurgia stabilita sopra le decadi e la sua efficacia per fare maturare una volta per tutte la malattia. L'ambulatorio egualmente ha avanzato con le tecniche endoscopiche. Molto più dati sono necessari determinare le alternanze del vantaggio e di rischio in diversi pazienti e come questi potrebbero essere incorporati il più bene in un modello di processo decisionale comune con i pazienti.

Come andrete circa raccogliere i dati supplementari?

Paragoneremo i risultati di più di 1.500 pazienti diagnosticati all'appendicite ad ospedali UCLA-affiliati ed altri attraverso il paese. I partecipanti saranno selezionati a caso per il trattamento con gli antibiotici o un'appendicectomia e terremo la carreggiata una vasta gamma di dati in un anno o più. Fra quei punti di informazioni sono la ricorrenza dell'appendicite, la lunghezza della degenza in ospedale, le visite di sanità di ripetizione ed i costi del trattamento. Egualmente terremo la carreggiata le esperienze pazienti facendo uso delle misure di qualità di vita auto-riferite come dolore e disagio, mobilità ed ansia.

È il più grande test clinico ripartito con scelta casuale a questo proposito. Il Dott. David Flum, un chirurgo all'università di Washington, è il ricercatore principale e sono il Direttore di studio.

Stiamo lavorando a questo progetto per parecchi anni e prevediamo il completamento nel 2021.

Recentemente, c'è stato estesa copertura mediatica circa la diffusione di cosiddetti batteri “dei superbugs„ - che sviluppano una resistenza al farmaco in parte dovuto l'esagerare degli antibiotici. Siete interessato quello facendo uso degli antibiotici per trattare l'appendicite contribuirete al problema?

No. La diffusione dei batteri farmaco-resistenti è una sfida seria. Ma gli antibiotici, una volta prescritti correttamente, sono uno strumento importante nella malattia di combattimento. L'uso degli antibiotici presenta i problemi quando sono prescritti inadeguato per i termini senza un bisogno accertato, quali per i freddo e la bronchite semplice. È egualmente problematico quando gli antibiotici sono scaricati nel nostro approvvigionamento di generi alimentari; il singolo più grande utente degli antibiotici è l'industria del bestiame.