Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I centri antiveleni ricevono una chiamata ogni 45 minuti circa l'esposizione pediatrica agli opioidi

Un nuovo studio ha pubblicato l'oggi online dalla pediatria e condotto dal centro per la ricerca e la polizza di lesione e dal centro di veleno centrale dell'Ohio all'ospedale pediatrico nazionale ha trovato che c'erano più di 188.000 chiamate ai centri antiveleni degli Stati Uniti per l'esposizione pediatrica agli opioidi dal gennaio 2000 al dicembre 2015, essendo in media 32 chiamate un giorno o quello ogni 45 minuti.

Le buone notizie sono che grazie al riconoscimento del problema e gli sforzi da molte organizzazioni, il numero e tariffa delle esposizioni alla maggior parte dei opioidi sta diminuendo costantemente dal 2009. Un'eccezione notevole è buprenorfina, un farmaco soprattutto usato per curare la gente per dipendenza ad eroina e ad altri opioidi. Mentre le esposizioni alla maggior parte degli altri opioidi sono diminuito, le esposizioni pediatriche della buprenorfina continuano a scalare, che è interessare fornito quel quasi mezzo risultato (di 47%) nell'ammissione ad una struttura ospedaliera.

“Come medici, dobbiamo trovare che un bilanciamento fra assicurarsi che stiamo aiutando i nostri pazienti gestiamo il loro dolore ed assicurarci noi non prescriviamo più o il più forte farmaco che essi ha bisogno di,„ ha detto Gary Smith, MD, DrPH, l'autore senior dello studio e Direttore del centro per la ricerca di lesione e della polizza all'ospedale pediatrico nazionale. “Mentre le tariffe globali dell'esposizione agli opioidi fra i bambini stanno andando giù, sono ancora troppo alte. Dobbiamo continuare ad esaminare le nostre pratiche di prescrizione ed ad aumentare la formazione ai genitori circa i modi sicuri memorizzare questi farmaci a casa per tenerli dalle mani dei bambini.„

In generale, la maggior parte delle esposizioni si sono presentate fra i più giovani di cinque anni dei bambini (60%) seguiti dagli adolescenti (30%). I farmaci che piombo alla maggior parte delle chiamate erano hydrocodone (29%), oxycodone (18%) e codeina (17%). La ragione per e la severità dell'esposizione hanno variato dall'età.

Fra i bambini più in giovane età (0-5 anni), la maggior parte delle esposizioni dell'opioide hanno accaduto a casa e sono state gestite là senza risultato medico serio. La maggior parte erano le esposizioni non terapeutiche involontarie probabilmente causate tramite i comportamenti esplorativi.

Fra gli adolescenti, d'altra parte, più di due terzi delle esposizioni erano intenzionali. Di interesse particolare aveva luogo l'aumento più di di 50% nella tariffa dei suicidi sospettati in relazione con l'opioide di prescrizione fra gli adolescenti durante il periodo di studio di 16 anni. Gli anni dell'adolescenza egualmente hanno avuti maggiori probabilità di ammissione ad una struttura ospedaliera ed avvertendo i risultati seri che i bambini più in giovane età. I genitori devono essere informati di queste tendenze fra gli anni dell'adolescenza, dato quel 70 per cento degli adolescenti che usano il farmaco di prescrizione senza ordine di un medico li ottengono dagli amici o dalla famiglia.

“La crisi dell'opioide che sta colpendo la nostra popolazione adulta ora ha gocciolato giù ai nostri bambini,„ ha detto il Dott. Marcel Casavant, l'autore di studio, Direttore medico del centro di veleno centrale dell'Ohio ed il tossicologo principale all'ospedale pediatrico nazionale. “Quando gli adulti introducono questi farmaci nelle loro case, possono trasformarsi nel pericolo ai bambini che vivono là. È importante che questi farmaci sono fatti provvista, via e fuori dalla vista dei capretti di tutte le età, in un gabinetto bloccato è il la cosa migliore.„

I ricercatori egualmente stanno richiedendo gli opioidi di prescrizione da imballare più frequentemente nei blister o nell'imballaggio d'una sola dose invece di avere l'intera prescrizione riempita come pillole sciolte in una bottiglia di prescrizione. Ciò renderebbe le dosi eccessive involontarie più improbabili.

I dati per questo studio sono stati ottenuti dal sistema dati nazionale del veleno, che è mantenuto dall'associazione americana dei centri antiveleni (AAPCC). Il AAPCC riceve i dati sulle chiamate ai centri antiveleni partecipanti che serviscono gli Stati Uniti ed i sui territori. I centri antiveleni ricevono le telefonate con le informazioni della riga e del documento di guida del veleno sul prodotto, sull'itinerario dell'esposizione, sulla persona esposta, sullo scenario dell'esposizione e su altri dati.

Il centro di veleno centrale dell'Ohio fornisce la prevenzione, la valutazione ed il trattamento avanzati del veleno ai residenti in 64 delle 88 contee dell'Ohio. I servizi concentrare sono disponibili al pubblico, ai professionisti medici, all'industria ed alle agenzie di servizio umane. Il centro di veleno tratta annualmente più di 42.000 chiamate dell'esposizione del veleno ed il consiglio confidenziale e libero del trattamento di avvelenamento di emergenza è 24/7. disponibili.

Il centro per la ricerca di lesione e la polizza (CIRP) dell'istituto di ricerca all'ospedale pediatrico nazionale funziona globalmente per diminuire la morte e le inabilità pediatriche in relazione con la lesione. Con ricerca innovatrice alla sua memoria, agli impianti di CIRP per migliorare continuamente la conoscenza scientifica dell'epidemiologia, alla biomeccanica, alla prevenzione, al trattamento acuto ed al ripristino delle lesioni. CIRP servisce da pioniere traducendo la ricerca di lesione dell'avanguardia su formazione, polizza ed avanza nella cura clinica.