L'orologio biologico del parassita ha potuto contribuire a migliorare i trattamenti per la malattia del sonno micidiale

Il parassita che causa la malattia del sonno micidiale ha suo proprio orologio biologico che lo rende più vulnerabile ai farmaci durante il pomeriggio, secondo la ricerca internazionale che può contribuire per migliorare i trattamenti per una delle malattie più letali dell'Africa.

L'individuazione dall'istituto del cervello del Jr. di Peter O'Donnell potrebbe essere particolarmente utile per i pazienti di cui gli organismi non possono trattare gli effetti secondari delle terapie tossiche applicate per sradicare il parassita. Conoscendo il momento ottimale di amministrare questi farmaci - che possono essere interni - medici sperano di diminuire la durata ed il dosaggio del trattamento e di salvare più vite.

“Questa ricerca ha aperto una porta,„ ha detto il Dott. Filipa Rijo-Ferreira, primo autore dello studio dall'istituto del cervello di O'Donnell al centro medico sudoccidentale di UT. “Se lo stesso effetto terapeutico può essere ottenuto con una dose più bassa, quindi può essere possibile diminuire la mortalità connessa con il trattamento.„

L'instaurazione che i parassiti hanno loro del proprio orologio interno è un punto chiave nell'individuazione dei modi nuovi trattare vari termini parassitari, dalla malattia del sonno a malaria. Mentre molte di queste malattie non sono spesso micidiali, la malattia del sonno è stata fra il più letale.

La circostanza - conosciuta formalmente come tripanosomiasi africana - è trasmessa attraverso il morso del mosca tse-tse e minaccia decine di milioni di gente in paesi africani subsaariani. Dopo avere entrato nell'organismo, il parassita causa tali sintomi come ha invertito cicli di sonno, febbre, debolezza di muscolo ed itching. Finalmente invade il sistema nervoso centrale e, secondo il suo tipo, può uccidere il suo host dentro dovunque a partire da alcuni mesi a parecchi anni.

Gli sforzi di controllo hanno diminuito significativamente il numero dei casi negli ultimi dieci anni. Tuttavia, un numero sconosciuto della gente ancora muore annualmente dalla malattia del sonno mentre gli scienziati continuano a cercare i trattamenti vaccino ed alternativi ai farmaci basati a arsenico che sono occasionalmente interni ai pazienti.

Il Dott. Joseph S. Takahashi, che ha sorvegliato lo studio di collaborazione ha pubblicato in microbiologia della natura con il Dott. Luisa Figueiredo all'università di Lisbona nel Portogallo, ha detto che l'individuazione probabilmente si applicherà a tutti i tipi di parassiti e forse piombo al trattamento migliore per le loro circostanze associate.

“Ci sono stati molte osservazioni della presenza di reticoli quotidiani in parassiti, ma finora non abbiamo saputo se questo fosse il risultato di un orologio molecolare intrinseco. In futuro, possiamo considerare i ritmi biologici quando definisce le terapie per trattare la malattia del sonno e potenzialmente altre infezioni,„ ha detto il Dott. Takahashi, presidente della neuroscienza a UT sudoccidentale, supporto della presidenza di Loyd B. Sands Distinguished in neuroscienza e ricercatore con il Howard Hughes Medical Institute.

I ricercatori da UT sudoccidentale e l'istituto di medicina molecolare all'università di Lisbona nel Portogallo hanno fatto la loro individuazione dopo l'isolazione del parassita - conosciuto come il trypanosoma brucei - in laboratorio ed avere ottenuto un tipo di impronta digitale genetica per misurare i sui cicli quotidiani indipendenti da un host. Hanno trovato che il parassita ha cicli metabolici quotidiani che lo rendono più vulnerabile ai trattamenti nel pomeriggio.

Gli scienziati ora sperano di imparare che le unità l'orologio interno in modo da essi del parassita possono mirare ai geni specifici ed interrompere i sui ritmi circadiani. Tanto come gli esseri umani lottano per fare fronte quando il loro ciclo di sonno è interrotto, gli scienziati prevedono che il parassita sia diventato più debole se il suo ciclo è disturbato. “Sappiamo che in altri organismi se subiamo una mutazione il loro orologio più di meno si adattano al mondo,„ abbiamo detto il Dott. Rijo-Ferreira, un socio di HHMI. “Stiamo provando al problema di fuso orario questi parassiti, provanti a farli più di meno adattarci.„