Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di Lund sviluppano gli spaghetti porosi del `' per coltivare più naturalmente le celle

Il modo usuale di coltivazione delle celle è di usare un piatto piano del laboratorio di vetro. Tuttavia, dentro un corpo umano, le celle non si sviluppano su una superficie piana, ma piuttosto in tre dimensioni. Ciò ha ricercatori del cavo all'università di Lund in Svezia per sviluppare “gli spaghetti„ porosi ai dei polimeri adatti a tessuto con le intercapedini in cui le celle possono svilupparsi in un modo più naturale.

“Quando coltiva le cellule cerebrali in un piatto piano del laboratorio, la cella differente digita i livelli del modulo, con le cellule nervose sulla cima e sulle celle glial - un modulo del tessuto di sostegno - sotto. Ciò non è che cosa assomiglia in al tessuto cerebrale naturale, in cui le celle sono molto più miste„, dice il ricercatore Ulrica Englund Johansson della neuroscienza.

Molti gruppi di ricerca intorno al mondo quindi hanno provato a sviluppare le strutture tridimensionali in cui le celle possono essere coltivate in un modo più naturale. I ricercatori di Lund hanno usato un metodo chiamato electrospinning.

“Electrospinning è realmente una vecchia tecnica, che ha ricevuto una spinta recente. È risultato essere buon modo produrre i piccoli nanostructures per biologico e gli scopi medici„, spiega il biofisico Fredrik Johansson, che lavora molto attentamente con il gruppo di Ulrica Englund Johansson.

Il tipo di polimero usato è stato approvato per gli scopi medici ed è usato per esempio le suture in cui la fibra finalmente si dissolve. Secondo l'applicazione, la struttura tridimensionale può essere a forma di nei moduli differenti.

“Potete lasciare le fibre formare un groviglio con molte intercapedini in cui le celle possono svilupparsi, come una palla degli spaghetti bolliti. Ma se, per esempio, volete convincere il neurite per svilupparti in una determinata direzione, potete fare le fibre formare le righe parallele - come gli spaghetti diritti e crudi„, spiega Fredrik Johansson usando una metafora che è facile da capire.

I ricercatori di Lund hanno raggiunto i buoni risultati con le loro strutture tridimensionali della fibra.

“La forma tridimensionale sembra avvantaggiare la maturazione delle cellule staminali nelle celle glial e nei neuroni. Egualmente si mescolano naturalmente insieme, sviluppano le conseguenze lunghe del neurite e dimostrano l'attività elettrica funzionale„, dicono Ulrica Englund Johansson.

“Egualmente esprimono le proteine che sono espresse normalmente in vivo. Ciò indica che le cellule staminali si sviluppano nelle cellule nervose che sarebbero diventato nel cervello.„

Se la nuova tecnica consegna che cosa promette, electrospinning potrà offrire le nuove occasioni sia della ricerca che dell'industria. Con le colture cellulari più naturali su cui condurre la ricerca, una serie di ricerca biomedica pubblica può essere indirizzato nei nuovi modi.

Le nuove droghe potenziali possono essere provate più efficacemente sulle colture cellulari che somigliano più molto attentamente al tessuto naturale. Le celle che devono essere trapiantate - per esempio alla retina o al cervello - probabilmente egualmente sopravvivranno a e si svilupperanno meglio in una struttura tridimensionale, anche se più successivamente sono iniettate semplicemente come celle in una soluzione.