Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il composto dell'astaxantina mostra la capacità di attivare “il gene di longevità„ in mouse

L'università di scuola di medicina di Hawai John A. Burns (“JABSOM„) e di Cardax, Inc. (“Cardax„) (OTCQB: CDXI), una società basata Honolulu di scienze biologiche, hanno annunciato insieme i risultati di uno studio sugli animali valutante l'efficacia di un composto che tiene la promessa nella terapia antinvecchiamento.

Il composto CDX-085 dell'astaxantina (sviluppato da Cardax) ha mostrato la capacità di aumentare significativamente l'espressione del gene FOXO3, che svolge un ruolo provato nella longevità.

“Tutti noi hanno il gene FOXO3, che protegge da invecchiamento negli esseri umani,„ hanno detto il Dott. Bradley Willcox, MD, professore e direttore di ricerca al dipartimento di medicina geriatrica, di JABSOM e del ricercatore principale degli istituti nazionali della durata della vita di Kuakini Hawai e degli studi salubrità Salubrità di Healthspan. “Ma circa uno in tre persone porta una versione del gene FOXO3 che è associato con la longevità. Attivando il gene FOXO3 comune in tutti gli esseri umani, possiamo farlo agire come la versione “di longevità„. Con questa ricerca, abbiamo indicato che l'astaxantina “attiva„ il gene FOXO3,„ abbiamo detto Willcox.

“Questo studio preliminare era il primo del suo genere per verificare il potenziale di astaxantina di attivare il gene FOXO3 in mammiferi,„ ha detto il Dott. Richard Allsopp, PhD, professore associato e ricercatore con l'istituto di JABSOM della ricerca della biogenesi.

Nello studio, i mouse sono stati alimentati l'alimento normale o l'alimento che contenente una dose elevata bassa o del composto CDX-085 dell'astaxantina fornito da Cardax. Gli animali che sono stati alimentati la quantità elevata del composto dell'astaxantina hanno avvertito un importante crescita nell'attivazione del gene FOXO3 nel loro tessuto del cuore.

“Abbiamo trovato che un aumento di quasi 90% nell'attivazione “gene di longevità del FOXO3„ nei mouse ha alimentato la dose elevata del composto CDX-085 dell'astaxantina,„ ha detto il Dott. Allsopp.

“Questa università approfondita di ricerca di Hawai ulteriore supporta il ruolo critico di astaxantina nella salubrità e perché la comunità di sanità sta abbracciando il suo uso,„ ha detto David G. Watumull, CEO di Cardax. “Guardiamo in avanti ad ulteriore conferma nei test clinici umani del ruolo dell'astaxantina nell'invecchiamento.„

“Siamo estremamente fieri dei nostri sforzi di collaborazione con Cardax su questa ricerca molto di promessa che può contribuire ad attenuare gli effetti di invecchiamento negli esseri umani,„ abbiamo detto Vassilis L. Syrmos, vicepresidente della ricerca all'università di Hawai. “Questo è un grande esempio di cui l'iniziativa dell'innovazione delle Hawai è interamente circa -- quando il settore privato ed il governo uniscono le forze per sviluppare un'impresa prospera dell'innovazione, della ricerca, di formazione e di formazione sul lavoro per contribuire a differenziare l'economia dello stato.„