Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori trovano la base biologica per sfruttamento finanziario in adulti più anziani

Gli adulti più anziani che scammed dagli amici, dai parenti o dagli sconosciuti sembrano comportarsi appena come anziani che hanno evitato gli imbrogli. Possono saldare i loro libretti di assegni. Possono ricordare e valutare le informazioni. Le loro personalità sono normali e la loro aritmetica è benissimo.

Ma i loro cervelli sono differenti.

Per la prima volta, i ricercatori hanno trovato una base biologica per sfruttamento finanziario negli anziani. Il gruppo piombo da uno scienziato di Cornell University con i collaboratori all'università di York a Toronto.

La gente più anziana sfruttata nel loro studio ha avuta più atrofia e meno connettività in due aree chiave del cervello. Una regione segnala una persona quando qualche cosa di significativa sta accadendo intorno loro e l'altra dice loro come leggere le indicazioni sociali, come le intenzioni dell'altra gente. Il gruppo ha pubblicato il loro lavoro 28 marzo nelle pubblicazioni di gerontologia.

Insieme, questi cambiamenti relativi all'età nel cervello possono rendere gli adulti più anziani più vulnerabili a sfruttamento finanziario - particolarmente quando si considera che i membri della famiglia siano gli esecutori più comuni di abuso finanziario, ha detto l'autore principale dello studio, Nathan Spreng, assistente universitario dello sviluppo umano a Cornell.

“Non è la loro faglia che siano stati abusati. Non è perché hanno preso una cattiva decisione. Ci sono ragioni per le quali biologiche questi abusi hanno accaduto e stiamo provando ad ottenere una manopola su quello,„ ha detto Spreng, che dirige il laboratorio di Cornell del cervello e della cognizione.

“Gli adulti più anziani stanno divertendo che traversano queste situazioni sociali dure. Dobbiamo cominciare trattare questo come problema di salute e non sociale,„ ha aggiunto.

Gli studi precedenti hanno indicato che i membri della famiglia sono gli oltraggiatori finanziari più comuni. Nello studio, un nipote continuato per rubare da un partecipante di studio anche dopo che lo ha confrontato. Una figlia ha fatto pagare $2.000 al conto di un partecipante di studio senza autorizzazione. In un'altra istanza, l'amica di un figlio hanno preso in prestito $4.000 e mai pagato indietro.

Quasi uno in 20 adulti più anziani può pensare essere sfruttato finanziariamente oltre l'età 60, una tariffa di incidenza che è superiore a molte malattie relative all'età come la malattia cardiovascolare, un cancro e l'artrite.

Ma questa area non è studiata molto bene, Spreng ha detto, perché molti adulti più anziani sono ignari o poco disposti a riferire lo sfruttamento, confuso per rivelarli scammed o per volere proteggere la loro segretezza. “È trazione scientifica difficile da ottenere,„ Spreng ha detto.

Lui ed i suoi colleghi hanno esaminato 26 adulti più anziani, la metà di cui era stata vestita dai membri della famiglia o dai vicini o scammed online o dal telefono. L'altra metà era stata esposta ad uno schema di imbroglio ma lo aveva riconosciuto ed evitato.

I ricercatori hanno effettuato le estese prove comportamentistiche su entrambi i gruppi per vedere se si comportassero diversamente. Facendo uso di 45 valutazioni, hanno misurato la memoria dei partecipanti di studio, la capacità di prestare attenzione ad informazioni e valutarla, il controllo inibitorio, gli aspetti di personalità ed il ragionamento finanziario.

La sola differenza nel comportamento fra i due gruppi era anziani sfruttati riferiti ritenendo più rabbia ed ostilità.

Ma le differenze più significative hanno rivelato nelle immagini del cervello.

Gli anziani sfruttati hanno avuti l'atrofia nell'isola anteriore e meno connessioni da ad una più vasta rete del cervello. L'isola anteriore segnala quando qualche cosa di saliente sta accadendo nell'ambiente. Questa area non è generalmente come rispondente in adulti più anziani rispetto ai giovani, specialmente nelle situazioni negative, Spreng ha detto.

“Se gli adulti più anziani per esempio stanno giocando, ottengono la stessa eccitazione che potrebbero estrarre qualcosa come i più giovani adulti fanno, ma non hanno la stessa sensibilità del terrore o della delusione per le perdite. Così, non sono come sensibile a moneta perdente,„ ha detto.

Questa regione è stata atrofizzata specialmente nel gruppo sfruttato dello studio, suggerente che il cervello fosse non segnalando essi stesse affrontando una situazione rischiosa.

Gli anziani sfruttati egualmente hanno avuti più atrofia e meno connessioni neurali nella corteccia prefrontale mediale, che ci aiuta a valutare le situazioni sociali, come arguire i pensieri o le intenzioni di altre.

Sorprendente, le reti dell'isola anteriore e la corteccia prefrontale mediale erano connesse l'un l'altro. Ciò suggerisce che la sensibilità difficile al rischio finanziario combinato con rilevazione diminuita di untrustworthiness possa lasciare gli adulti più anziani vulnerabili ai raggiri.

Più, più grandi studi sono necessari convalidare il meccanismo neurale, ma questo studio potrebbe essere un primo punto nell'identificazione del modo predire chi potrebbe essere vulnerabile a sfruttamento finanziario, Spreng ha detto.

Il tempo è giusto, Spreng ha detto, perché la generazione corrente di anziani è mai il più ricco.

“C'è un gran quantità di moneta bloccato su nei beni dei nostri anziani,„ ha detto. “E la gente attivamente sta perseguendoli.„