Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La pianificazione del UNAIDS per eliminare il HIV in Africa Subsahariana non può essere fattibile, studio rivela

Le efficaci strategie di prevenzione e di cura sono riuscito a diminuire la diffusione del HIV negli Stati Uniti ed altri paesi ricchi di risorse. Ma in Africa Subsahariana, dove più di 25 milioni sono infettati, le collere epidemiche - come fa il dibattito sopra come fermarla.

L'organizzazione mondiale della sanità ed il UNAIDS hanno proposto facendo uso “del trattamento come prevenzione„ di eliminare il HIV in Africa Subsahariana. La strategia curerebbe la gente infettata con il HIV per diminuire la loro capacità di infettare altre come modo impedirle la trasmissione dell'infezione. Il UNAIDS ha definito gli obiettivi per diagnosticare 90 per cento della gente affetta da HIV e per curare 90 per cento di quelle persone diagnosticate da ora al 2020.

Ma un nuovo studio dai ricercatori del UCLA conclude quello sebbene la pianificazione sondi lodevole, applicandola non potrebbe essere fattibile.

Gli autori hanno usato le tecniche di mappatura statistiche per identificare la posizione di tutta la gente che è affetta da HIV nel Lesotho, un paese senza sbocco sul mare in Sudafrica in cui circa 1 in 4 adulti è infettato con il virus. Corrente, molte di questa gente non sono state diagnosticate con il HIV e non stanno ricevendo il trattamento. I ricercatori hanno usato la loro mappa per progettare e valutare le strategie di eliminazione del HIV. Hanno trovato che la strategia proposta dal WHO e dal UNAIDS è improbabile da essere fattibile perché gli adulti affetti da HIV ampiamente sono dispersi in tutto il paese e soltanto una minoranza vive nelle agglomerazioni urbane.

“I criteri di integrità globali affinchè la necessità di eliminazione del HIV siano riprogettati ed essi devono considerare i reticoli di regolamento e densità demografica,„ ha detto il ventilatore di battuta, Direttore del centro del UCLA per la modellistica biomedica. “I nostri risultati indicano che i dati demografici spaziali delle popolazioni in paesi principalmente rurali in Africa Subsahariana ostacoleranno significativamente e possono anche impedire, l'eliminazione del HIV.„

Lo studio è stato pubblicato il 29 marzo nella medicina di traduzione di scienza del giornale.

“L'epidemia del HIV nel Lesotho è nascosta,„ ha detto Justin Okano, un co-author dello studio e uno statistico nel gruppo di ricerca del ventilatore. “Nessuno sa dove la vasta maggioranza della gente affetta da HIV vive. Per trovarle, sarebbe necessario da provare ognuno nel paese, che sarebbe stato estremamente costoso e molto difficile.„

Per rivelare l'epidemia nascosta, il gruppo del ventilatore ha combinato i gruppi di dati dalle sorgenti multiple, compreso i reticoli di regolamento e la variazione geografica nella densità demografica. Facendo uso dei dati di prova del HIV approssimativamente da 7,000 persone nel Lesotho, i ricercatori hanno creato una mappa che predicono dove ogni persona infettata con il HIV nelle vite rurali, se sono stati diagnosticati oppure no.

“Stimiamo che quasi ogni regolamento nel paese abbia almeno una persona affetta da HIV e questo sostiene per anche il più piccolo e regolamento più remoto,„ ha detto Brian Coburn, l'altro co-author dello studio, che era un collega postdottorale nel gruppo del ventilatore. “Egualmente abbiamo trovato che circa 70 per cento degli adulti affetti da HIV vivono negli agglomerati rurali.„

I ricercatori hanno concluso che la pianificazione di eliminazione del UNAIDS non sarebbe stata fattibile nel Lesotho. Hanno calcolato quello che applica la pianificazione richiederebbero l'individuazione e la cura della un grandissimo numero gente nelle regioni isolate dove ci sono soltanto due o meno gente infettata per chilometro quadrato.

Il ventilatore ed i colleghi egualmente hanno usato la loro mappa per progettare una strategia alternativa per eliminare il HIV che, contrariamente alla strategia corrente, massimizza il risparmio di temi di utilizzazione delle risorse. Hanno considerato i reticoli di regolamento, la densità demografica e la diffusione spaziale dell'epidemia. La loro strategia minimizza l'area nel Lesotho che deve essere coperta per trovare e curare la gente infettata con il HIV.

Sebbene le conclusioni del documento potrebbero essere discutibili, Blower ha detto, lo scopo dello studio doveva presente un nuovo modo di pensare circa come eliminare il HIV in Africa Subsahariana.

“Per sviluppare le efficaci strategie, dobbiamo calcolare fuori in tutto gli interi paesi - dove le persone affette da HIV vivono e che le comunità sono connesse l'un l'altro,„ Blower ha detto. “Una mappa spaziale può fornire tutti i tipi di comprensione.„

I governi africani dovrebbero decidere dei quali strategia di eliminazione usano, Blower hanno detto, ma i criteri di integrità e le raccomandazioni globali dovrebbero essere riveduti alla luce di nuovi dati.