Il numero dei malati di cancro HIV positivi negli Stati Uniti ha aggettato diminuire fino al 2030

Come la popolazione della gente che vive con il HIV nelle età degli Stati Uniti, il carico di cancro per questi pazienti si pensa che si sposti a partire dai cancri collegati all'AIDS e verso le malignità che pregiudicano la popolazione in genere, secondo un nuovo studio piombo da un'università di North Carolina al ricercatore di Chapel Hill.

Nei risultati presentati alla riunione annuale dell'Associazione per la ricerca sul cancro di 2017 americani il 5 aprile, al ricercatore Jessica Y. Islam della collina della UNC-Cappella, in collaborazione con l'istituto nazionale contro il cancro (NCI) ed il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), i rapporti il numero totale dei malati di cancro HIV positivi negli Stati Uniti è aggettato per diminuire fino al 2030, con una diminuzione significativa nei cancri collegati alla fase avanzata di infezione HIV - AIDS - mentre le frequenze di altri cancri, come quelle del polmone e della prostata, aumenteranno.

“Diminuisce nelle tariffe di incidenza del cancro, specialmente per i cancri didefinizione, sono probabile guidato dal trattamento diffuso con le terapie moderne del antiretroviral, che diminuiscono il rischio immune di diminuzione e di soppressione di alcuni cancri,„ ha detto l'Islam, uno studente di laurea nel banco di UNC Gillings della salute pubblica globale. “L'efficace trattamento egualmente aumenta la speranza di vita della gente che vive con il HIV.„

Il HIV è un virus che attacca il sistema immunitario dell'organismo. L'AIDS, o la sindrome da immunodeficienza acquisita, è la fase avanzata dell'infezione che accade quando le infezioni opportunistiche o i cancri accadono. L'uso molto diffuso della terapia di antiretroviral altamente attiva (HAART) piombo ad un aumento nella sopravvivenza nella gente con il HIV, rapporto dei ricercatori, con conseguente popolazione di invecchiamento. L'Islam ed i collaboratori hanno stimato la proporzione della popolazione del HIV sopra l'età 65 per aumentare a 21,4 per cento da ora al 2030, da 4,1 per cento nel 2006.

Il rischio ed il carico di cancro futuri per la gente HIV positiva sono stati stimati facendo uso dei dati specifici all'età di incidenza del cancro dallo studio della corrispondenza del Cancro di NSC HIV/AIDS e progetto i dati di prevalenza del HIV dal CDC. Hanno trovato che le tariffe dall'età sono aggettate per diminuire attraverso tutte le fasce d'età per linfoma non Hodgkin, cancro cervicale, il cancro polmonare e tutti i altri cancri e, per un certi gruppi, sarcoma di Kaposi, linfoma di Hodgkin e tumore del colon. Le tariffe del carcinoma della prostata sono aggettate per continuare ad aumentare.

Nel stimare carico del cancro -- il numero totale dei pazienti che vivono con il cancro -- i ricercatori hanno aggettato una diminuzione globale da 7.900 casi nel 2010, a 6.500 casi nel 2030. I ricercatori pensano vedere una variazione nel carico dei tipi del cancro, con un forte declino nei numeri delle casse dei cancri che definiscono l'AIDS -- principalmente sarcoma e linfoma non Hodgkin di Kaposi. Nel frattempo, pensano vedere un aumento, da 600, nell'non AIDS definenti i cancri, prevalentemente la prostata, il polmone, il fegato ed il cancro anale.

“È critico capire sia le tariffe di incidenza che caricare col passare del tempo, poichè le tariffe catturano i cambiamenti nel rischio di cancro ed il carico quantifica il numero reale dei casi del cancro preveduti per accadere,„ ha detto il Meredith senior S. l'autore, PhD, un ricercatore con la divisione di NSC dell'epidemiologia e della genetica del Cancro, infezioni e ramo Shiels dello studio di Immunoepidemiology. “Per esempio, le tariffe del cancro polmonare si pensano che diminuiscano in futuro, ma il carico si pensa che aumenti dovuto il numero crescente della gente più anziana che vive con il HIV.„

I risultati dello studio hanno implicazioni per prevenzione del cancro ed il controllo per questo gruppo, i ricercatori ha detto.

“Il Cancro continuerà ad essere una co-morbosità importante in questa popolazione,„ Shiels ha detto. “Prevedere i tipi di cancri che si pensano che siano i più comuni in futuro può dirigere la prevenzione, l'individuazione tempestiva e gli sforzi mirati a di controllo, compreso cessazione di fumo, il trattamento per epatite virale C ed i virus di B, lo screening dei tumori appropriato all'età ed il trattamento diffuso continuato con la terapia del antiretroviral.„