Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Professore di JAX è sovvenzionato dall'istituto nazionale dell'occhio per studiare le malattie dell'epitelio retinico del pigmento

L'istituto nazionale dell'occhio ha assegnato il professor Patsy Nishina, Ph.D. ed il professore associato Gregory Carter, il Ph.D., una concessione quadriennale del laboratorio di Jackson che ammonta a $2.414.304 per studiare le malattie dell'epitelio retinico del pigmento (RPE), con lo scopo dell'identificazione degli obiettivi druggable per degenerazione maculare senile relativa all'età (AMD) ed altre malattie retiniche ereditabili.

Il RPE è un a un solo strato delle celle che allineano la parte posteriore della retina che è vitale al funzionamento delle celle retiniche del fotoricettore e così della visione stessa. Nishina dice, “la rottura del RPE può piombo a danno ed a perdita severi della visione. Molte malattie retiniche ereditabili, compreso AMD, hanno le origini o contributi dal RPE.„

AMD danneggia la macula, un piccolo punto nella retina centrale e la parte dell'occhio stato necessario per sharp, la visione degli oggetti all'indicatore luminoso. Secondo l'istituto nazionale dell'occhio, la degenerazione maculare senile relativa all'età pregiudica più di 1,75 milione Americani, un numero che si pensa che aumenti a quasi 3 milioni da ora al 2020 dovuto l'invecchiamento della popolazione degli Stati Uniti.

Corrente non c'è efficaci maturazioni per AMD o la vasta maggioranza delle malattie in relazione con RPE. Gli studi precedenti hanno indicato che modelli del mouse di simili funzionalità ereditate di malattia da azione guidata RPE di malattia spesso. L'esame dei questi modelli, che sopportano le mutazioni in cella-aderenza e molecole extracellulari della matrice ed usando gli strumenti di calcolo che il laboratorio di Carter sta sviluppando, le speranze del gruppo di ricerca di scoprire alcune vie molecolari potenziali che potrebbero essere obiettivi druggable.

“Identificare gli obiettivi druggable che partecipano durante la fase presintomatica della malattia è particolarmente importante,„ Nishina dice, “di permettere allo sviluppo delle terapie che possono impedire, ritardare l'inizio o fare diminuire la severità delle malattie RPE-associate indipendentemente dalla causa iniziale della malattia.„

Il laboratorio studierà i modelli del mouse dalla della malattia guidata RPE ereditata, raccoglienti ed analizzanti gli estesi dati genetici e fisiologici in tutto la progressione di malattia. Poi esamineranno altri modelli del mouse con le mutazioni coinvolgere in cella-aderenza e molecole extracellulari della matrice per i segni delle malattie di RPE. Tutti i dati e modelli del mouse dal progetto saranno a disposizione della comunità di ricerca.