Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I Ricercatori identificano il nuovo gene di resistenza a antibiotici in batteri dalle mucche da latte

I Ricercatori dell'Università di Berna hanno identificato un nuovo gene di resistenza a antibiotici in batteri dalle mucche da latte. Questo gene conferisce la resistenza a tutti gli antibiotici del beta-lattame compreso l'ultima generazione di cefalosporine usate contro lo Staphylococcus aureus meticillina-resistente. Un trasferimento in s.aureus Che è probabile secondo i ricercatori comprometterebbe l'uso degli antibiotici della riserva trattare le infezioni umane causate dai batteri multidrug-resistenti in ospedali.

Il caseolyticus di Macrococcus è un batterio inoffensivo trovato naturalmente sull'interfaccia delle mucche da latte che possono spargersi per mungere durante il trattamento di mungitura. Può anche essere presente in prodotti lattier-caseario fatti da latte crudo come per esempio formaggio. I Ricercatori dell'Istituto di Batteriologia Veterinaria dell'Università di Berna hanno identificato un nuovo gene di resistenza della meticillina negli sforzi del caseolyticus del M. isolati da latte. Il Trasferimento del gene nello Staphylococcus aureus, batteri trovati sull'interfaccia e mucose degli animali e degli esseri umani, avrebbe conseguenze drammatiche per la salute pubblica. Questo gene di resistenza della meticillina girerebbe questo i batteri in uno s.aureus Meticillina-resistente pericoloso (MRSA), che è conosciuto per causare le infezioni dell'difficile--ossequio in ospedali. La resistenza Acquistata della meticillina in batteri è associata con il mecA, il mecB, o il mecC dei geni. Tuttavia, nessuno di questi geni erano presenti negli sforzi di caseolyticus del M. - hanno portato il mecD novello del gene di resistenza. Questa scoperta ora è stata pubblicata “nei Rapporti Scientifici„, un giornale del complesso editoriale della Natura.

La scoperta

Durante Gli Ultimi anni, i ricercatori del gruppo di Vincent Perreten all'Istituto di Batteriologia Veterinaria a Berna hanno studiato il caseolyticus del M. presente in latte delle mucche da latte che soffrono dalla mastite. La Mastite è un'infezione della mammella che è trattata frequentemente con le penicilline e le cefalosporine, che sono antibiotici della classe del beta-lattame come la meticillina. Questi batteri isolati da latte hanno mostrato un reticolo insolito della resistenza agli antibiotici del beta-lattame con un profilo della resistenza che somiglia a quello di MRSA, ma i geni conosciuti responsabili della resistenza mancavano. “Siamo stati intrigati da questa resistenza novella in caseolyticus del M. ed abbiamo voluto conoscere che cosa era dietro questa resistenza,„ diciamo Vincent Perreten. I Batteri hanno la capacità straordinaria di acquisire le informazioni genetiche novelle quali i geni di resistenza a antibiotici. Facendo Uso di Next Generation che Ordina (NGS), i ricercatori hanno trovato rapido che gli isolati di caseolyticus del M. hanno acquistato un'isola novella di resistenza a antibiotici che contiene un nuovo mecD designato del gene di resistenza della meticillina.

Il nuovo gene del mecD conferisce la resistenza alle cefalosporine anti--MRSA

Il gruppo di Vincent Perreten ha dimostrato che il mecD novello del gene di resistenza della meticillina conferisce la resistenza a tutte le classi di β-lattami compreso le cefalosporine anti--MRSA. È stato situato “su un'isola della resistenza„ che si è acquistata dal caseolyticus del M. Ulteriori indagini sperimentali “sull'isola della resistenza„ hanno indicato che egualmente ha il potenziale per integrazione nel cromosoma di s.aureus. “Non si esclude che questo evento può accadere in natura, dalla condivisione s.aureus E del M. di caseolyticus gli stessi habitat,„ dice Perreten.

Pricipalmente trovato in bestiame, ma anche in cane

Il caseolyticus del M. che contiene il gene novello del mecD finora pricipalmente è stato trovato nel bestiame ma in un caso è stato isolato dall'infezione dell'interfaccia in un cane che indica che questo i batteri ha il potenziale di colonizzare le specie animali differenti.

“Finora, non abbiamo alcun'indicazione della presenza di mecD in esseri umani, ma il suo trasferimento dal caseolyticus del M. in s.aureus Più ulteriormente limiterebbe le opzioni terapeutiche di questo agente patogeno nosocomiale.„ La Selezione di questo gene dovrebbe essere evitata limitando l'uso insufficiente degli antibiotici in animali ed in esseri umani. “È di importanza fondamentale da tenere un occhio sull'evoluzione e diffusione di questo gene di resistenza novello sia in batteri umani che animali,„ dice Perreten.

Sorgente: http://www.unibe.ch/news/media_news/media_relations_e/media_releases/2017_e/media_releases_2017/novel_antibiotic_resistance_gene_in_milk/index_eng.html