Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio di TSRI rivela le bugne a dove le metastasi del tumore nascono

Gli scienziati al The Scripps Research Institute (TSRI) hanno scoperto perché alcuni cancri possono riprodurre dopo gli anni nella remissione.

Anche nella remissione, telai del cancro. Gli ex malati di cancro ed i loro medici sono sempre sopra attenti per i tumori metastatici. Ora gli scienziati al The Scripps Research Institute (TSRI) hanno scoperto perché alcuni cancri possono riprodurre dopo gli anni nella remissione.

I risultati, pubblicati recentemente nei rapporti delle cellule del giornale, indicano che i tumori dilaganti possono cominciare a spedire le celle del tumore ben più presto precedentemente hanno pensato. Questi che sfuggono cella-che possono entrare nella circolazione sanguigna prima che il tumore primario sia individuare-possono seminare i tumori secondari che non rivelano per anni.

D'importanza, gli scienziati hanno dimostrato che le celle d'evasione del tumore raggiungono la circolazione sanguigna entrando nei vasi sanguigni in profondità all'interno della memoria densa del tumore, capovolgente la credenza di lunga data che le celle metastatiche vengono dai confini dilaganti di un tumore.

“Il trattamento reale di diffusione della cellula tumorale tramite itinerari hematogenous è un trattamento relativamente sotto-studiato, ma definitivo abbiamo una risposta quanto a dove ha luogo,„ abbiamo detto l'assistente universitario Elena Deryugina di TSRI, che piombo lo studio in una collaborazione a lungo termine con lo scienziato William Kiosses del personale di TSRI.

La metastasi sembra cominciare presto

Medici descrivono tipicamente i tumori in quattro fasi: Un tumore solido più o meno è limitato durante le fasi 0 e 1, ma comincia invadere i tessuti vicini nella fase 2. È creduto che il tumore cominci a inviare le celle agli organi distanti solo dopo che l'estesa invasione nello stroma adiacente (un tessuto o un organo vicino) nella fase 4 della fase 3. è associata solitamente con la presenza di tumori secondari descritti come metastasi.

Nel loro nuovo studio, i ricercatori hanno voluto dare uno sguardo più attento a questa visualizzazione convenzionale della diffusione della cellula tumorale.

Facendo uso delle linee cellulari del cancro generate dai tumori umani di carcinoma e di fibrosarcoma, i ricercatori hanno trovato che i tumori primari possono spedire l'su indipendente in anticipo delle cellule dell'invasione del cancro nel tessuto adiacente. Ciò potrebbe spiegare perché medici vedono spesso i tumori secondari sembrare più presto di essi avrebbe predetto.

Ciò che trova può anche fare luce su perché i pazienti con i tumori della fase iniziale ancora hanno un rischio di sviluppare la malattia metastatica. “Queste metastasi possono essere quando il tumore primario era anche troppo piccolo essere visualizzato,„ Deryugina seminato hanno detto.

Scrutando attraverso i tumori primari densi era stato un blocco stradale negli studi del cancro finora e questa nuova scoperta era possibile perché i ricercatori si sono sviluppati dei modelli animali che hanno tenuto conto analisi al microscopio di diffusione delle cellule del tumore. Specificamente, l'orecchio di mouse ed i modelli adattati dell'embrione del pulcino hanno lasciato gli scienziati esaminare i tumori di sviluppo tramite i livelli di tessuto relativamente sottili.

Le cellule tumorali sfuggono a dalla memoria del tumore

Il nuovo studio è egualmente il primo per esaminare gli interi tumori per scoprire esattamente da dove le celle d'evasione vengono. Gli scienziati hanno etichettato le celle umane del tumore con una proteina fluorescente per distinguerli dalle celle di un animale del tumore-cuscinetto. Facendo uso delle tecniche confocali ad alta definizione di microscopia condutte da Kiosses, i ricercatori hanno mappato in 3-D tutti i vasi sanguigni attraverso gli interi tumori, dalle memorie dense dei tumori ai loro viticci dilaganti.

I ricercatori hanno mappato la posizione di ogni cella del tumore riguardante il centro del sangue più vicino imbarcazione-o visualizzato all'interno dei vasi sanguigni. Questo approccio ha dato ai ricercatori un modo definitivo analizzare il trattamento di fuga, chiamato intravasation e dimostrare dove le celle intravasating entrano nei vasi sanguigni.

I ricercatori sono stati sorpresi da cui hanno trovato: La vasta maggioranza delle celle del tumore ha entrato nei vasi sanguigni all'interno della memoria del tumore, non nei viticci dilaganti.

Questa scoperta sfida il presupposto di lunga data che le celle del tumore entrano nella circolazione sanguigna solo dopo che invadono lo stroma adiacente e raggiungono i vasi sanguigni tumore-convergenti. Invece, i ricercatori hanno trovato che più poco di 10 per cento delle celle sfuggite a intravasated dai germogli d'invasione.

Ciò ha significato, Deryugina ha detto, perché le imbarcazioni formate di recente nella memoria del tumore sono strade principali ideali per le celle d'evasione del tumore.

Uno studio 2015 dai colleghi di TSRI e di Deryugina ha indicato che queste nuove imbarcazioni nella memoria del tumore sono strutturalmente sane ma abbastanza permeabili dare a celle del tumore una probabilità scivolare nella circolazione sanguigna per un giro ad altre aree dell'organismo. Al contrario, i vasi sanguigni che convergono sul confine del tumore sono le meno dare il benvenuto-loro pareti sono più maturi e quasi impossibli affinchè le celle del tumore attraversino.

Deryugina ha detto che è stato estremamente soddisfacente definitivo scoprire la posizione primaria dove intravasate delle cellule del tumore, anche se i dati contraddicono i modelli convenzionali del cancro.

Ciò che trova ha potuto essere importante per i malati di cancro. La ricerca suggerisce che un tumore primario non debba essere altamente dilagante seminare le metastasi. Infatti, medici possono volere riconsiderare il calendario per l'inizio di diffusione della cellula tumorale. Mentre dilaganti i tumori sono più probabili manifestare il intravasation, i due trattamenti-intravasation e invasione-apparire essere indipendenti da a vicenda.

I ricercatori egualmente hanno trovato che i livelli di proteina chiamata EGFR potrebbero essere un buon indicatore di se le celle del tumore intravasate. EGFR è sembrato regolamentare la capacità di un tumore di indurre i vasi sanguigni che supportano la fuga della cellula tumorale. “Di conseguenza, i dati indicano l'importanza di sfruttamento dell'attività di EGFR nella fase iniziale in malati di cancro,„ ha detto Deryugina.

Dopo, i ricercatori pianificazione studiare i ruoli funzionali dei tipi differenti delle cellule all'interno di un tumore primario, quali i leucociti infiammatori, che anche possono essere estremamente importanti per il supporto del intravasation intratumoral della cellula tumorale.