La Nuova prova mira a prolungare la remissione per i pazienti pediatrici di leucemia curati con immunoterapia A Cellula T

Dopo la fase 1 i risultati della prova Adottiva di Terapia della Leucemia Pediatrica dei Bambini di Seattle (PLAT-02) hanno indicato l'immunoterapia A Cellula T per essere efficaci nell'ottenere 93 per cento dei pazienti con ricaduto o la leucemia linfoblastica acuta refrattaria (ALL) nella remissione iniziale completa, ricercatori ora ha aperto un test clinico primo in umano puntato su diminuendo la tariffa della ricaduta dopo la terapia, che è circa 50 per cento. Nuovo lo studio pilota di fase 1, PLAT-03, esaminerà la possibilità e la sicurezza di amministrazione del secondo prodotto A Cellula T progettato per aumentare la persistenza a lungo termine delle celle di T chimeriche del ricevitore dell'antigene (CAR) del paziente che sono state riprogrammate per individuare e distruggere il cancro.

Il gruppo di ricerca, piombo dal Dott. Mike Jensen al Centro di Ben Towne per Ricerca Sul Cancro Di Infanzia all'Istituto Di Ricerca Dei Bambini di Seattle, sta esplorando questa strategia dopo la scoperta del quello dei pazienti che ricadono nella prova PLAT-02, circa la metà di loro ha perso le loro celle di T dell'AUTOMOBILE. La persistenza Durevole delle celle di T dell'AUTOMOBILE è critica nel combattimento della ricorrenza delle cellule tumorali.

“Mentre sta promettendo che possiamo ottenere questi pazienti che sono molto malati nuovamente dentro la remissione, inoltre stiamo vedendo che la perdita delle celle di T dell'AUTOMOBILE in alcuni pazienti può aprire la porta affinchè il cancro ritorni,„ abbiamo detto il Dott. Colleen Annesley, un oncologo ai Bambini di Seattle ed al principale inquirente della prova PLAT-03. “Siamo soddisfatti ora di potere offrire i pazienti che hanno perso o sono a rischio della perdita delle loro celle di T di Cancro-combattimento un'opzione che eventualmente piombo a loro che raggiungono la remissione a lungo termine.„

Nella prova PLAT-03, i pazienti riceveranno le infusioni “del ripetitore„ di un secondo prodotto A Cellula T, chiamate celle dipresentazione di T (T-APC). Gli T-APC geneticamente sono stati modificati per esprimere l'obiettivo CD19 affinchè le celle di T dell'AUTOMOBILE di Cancro-combattimento riconoscano. I Pazienti riceveranno una dose completa di T-APC ogni 28 giorni per almeno uno e fino a sei dosi. Stimolando le celle di T dell'AUTOMOBILE con un flusso costante delle cellule bersaglio attaccare, speranza che dei ricercatori le celle di T dell'AUTOMOBILE riattiveranno, contribuendo ad assicurare la loro persistenza abbastanza lungamente per mettere i pazienti in remissione a lungo termine.

PLAT-03 ora è aperto ai pazienti che in primo luogo si iscrivono alla fase 2 di prova del PLAT-02 dei Bambini di Seattle e che egualmente sono identificati come essendo a rischio della perdita iniziale di loro celle di T riprogrammate dell'AUTOMOBILE, o coloro che perde le loro celle di T riprogrammate dell'AUTOMOBILE entro sei mesi di ricezione loro.

La prova PLAT-03 è una di parecchie prove che i ricercatori dei Bambini di Seattle pianificazione aprirsi nell'anno prossimo puntato su più ulteriormente migliorando l'efficacia a lungo termine di immunoterapia A Cellula T. Oltre alla prova A Cellula T corrente di immunoterapia che è aperta per i bambini con il neuroblastoma, i ricercatori egualmente sperano di ampliare questa terapia di promessa ad altri cancri solidi del tumore.

“Siamo soddisfatti di essere ad un punto chiave in cui ora stiamo esaminando parecchie nuove strategie più ulteriormente per migliorare l'immunoterapia A Cellula T dell'AUTOMOBILE in modo da rimane una difesa a lungo termine per tutti i nostri pazienti,„ abbiamo detto il Dott. Rebecca Gardner, l'oncologo dei Bambini di Seattle ed il principale inquirente della prova PLAT-02. “Egualmente siamo eccitati lavorare per applicare questa terapia a parecchi altri moduli di cancro pediatrico oltre TUTTI, con la speranza che l'immunoterapia A Cellula T si trasforma in in una prima linea di difesa, diminuente l'esigenza delle terapie tossiche e minimizzante la lunghezza del trattamento soltanto alle settimane.„

Sorgente: http://www.seattlechildrens.org/media/press-releases/2017/First-In-Human-Clinical-Trial-Aims-to-Extend-Remission-for-Children-and-Young-Adults-With-Leukemia-Treated-With-T-Cell-Immunotherapy/