Gli Scienziati rivelano come le celle immuni attivano per uccidere i vermi parassitari

Un gruppo internazionale dei ricercatori compreso Zissis C. Chroneos, professore associato della pediatria e microbiologia e l'immunologia all'Istituto Universitario di Penn State di Medicina, rivela come le celle immuni chiamate macrofagi attivano per uccidere i vermi parassitari. I risultati hanno potuto piombo per migliorare le droghe per combattere le infezioni comuni.

È stimato che i vermi parassitari infettino le centinaia di milioni di persone, pricipalmente nei paesi in via di sviluppo. Questi ascaridi e platelminti conosciuti collettivamente come gli elminti infettano spesso il sistema intestinale, causando l'anemia e la malnutrizione.

Ma i vermi possono anche infettare altri organi e sistemi, quali i polmoni, apparato urinario o circolazione sanguigna, causante un intervallo dei problemi sanitari. Per esempio, la schistosomiasi comune di infezione del verme può piombo ad ipertensione nelle arterie del polmone.

Nel nuovo studio, Chroneos ed i suoi co-ricercatori hanno studiato un ascaride chiamato brasiliensis di Nippostrongylus che infetta i polmoni dei roditori. Un composto ha chiamato l'interleuchina 4, o IL-4, è stato usato per attivare i grandi globuli bianchi chiamati macrofagi per uccidere il parassita e per promuovere guarire nel tessuto polmonare.

Il nuovo studio, pubblicato nella Scienza, contribuisce a spiegare come questo impianti trattati. I ricercatori hanno scoperto che IL-4 aiuta il livello esterno di celle del polmone ad amplificare la produzione della STAZIONE TERMALE della proteina della difesa. Questa proteina lega i macrofagi e migliora la loro capacità di moltiplicarsi ed attivare contro il parassita.

Chroneos ha scoperto che le legature della proteina della STAZIONE TERMALE ad un ricevitore hanno chiamato la miosina 18A. IL-4 avvia l'aspetto, o l'espressione, del ricevitore sui macrofagi.

“Non potete uccidere il verme se non avete miosina 18A,„ Chroneos avete detto.

Per provare questo, i ricercatori nel suo laboratorio hanno sviluppato gli anticorpi per bloccare il ricevitore della miosina 18A. Quando è stato bloccato in mouse, ratti e celle umane del polmone, la crescita dei macrofagi contro i parassiti è stata diminuita.

I risultati hanno implicazioni oltre i polmoni, Chroneos ha detto.

I ricercatori hanno trovato che la miosina 18 del ricevitore egualmente permette che i macrofagi leghino a difesa una proteina differente chiamata C1q nell'addome dei mouse. I Macrofagi dal fegato del mouse, dalla milza e dal tessuto grasso hanno espresso la miosina 18A una volta esposti al composto immune IL-4, che suggerisce che il ricevitore fosse importante per le infezioni combattenti in tutto l'organismo.

In futuro, la conoscenza nuova potrebbe essere usata per sviluppare le droghe contro le infezioni che avviano la risposta immunitaria IL-4.

“Ora che sappiamo questo funziona, possiamo potenzialmente usare le molecole che attivano la via della miosina 18A o la via IL-4 per uccidere la malattia,„ Chroneos abbiamo detto.

Sorgente: https://pennstatehealthnews.org/2017/05/researchers-learn-how-the-immune-system-fights-parasitic-worms/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+penn-state-college-of-medicine+%28Penn+State+College+of+Medicine%29