Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il Nuovo studio esamina i fattori che contribuiscono ad inquinamento atmosferico della in-casa

Uno studio ambizioso piombo dai ricercatori di San Diego State University ha studiato i vari fattori che contribuiscono ad inquinamento atmosferico dentro la casa. Secondo le aspettative, il fumo della sigaretta è emerso come sorgente importante delle particelle sospese nell'aria nelle case con i fumatori, ma i prodotti di pulizia, candele, friggendo l'alimento e la marijuana che fumano anche saltato come contaminatori dell'aria della in-casa. I risultati sono particolarmente pertinenti alle famiglie con i bambini che vivono nelle famiglie a basso reddito; questi capretti sono al maggior rischio di problemi sanitari derivando dalla qualità dell'aria difficile.

“Il Nostro obiettivo primario era di capire che cosa sta accadendo in case che quello piombo ai livelli elevati della particella di aria e, a sua volta, agli ambienti non sani per i capretti,„ ha detto il co-author John Bellettiere, un dottorando di studio nel Programma Di Laurea Unito di SDSU-UCSD nella Salute pubblica.

Un gruppo di ricerca piombo dallo scienziato di salute ambientale di SDSU e autore principale Neil Klepeis, ricercatore comportamentistico di salubrità e ricercatore principale Melbourne Hovell e co-ricercatore Suzanne Hughes reclutato nello studio quasi 300 famiglie che vivono a San Diego con almeno un bambino ha invecchiato 14 e più giovani ed un fumatore. Hanno installato un paio dei videi della particella di aria in ciascuna delle case, una nell'area della casa più vicina a dove fumare accade solitamente ed una nella camera da letto del bambino.

I videi scandiscono continuamente l'aria per le particelle fini fra 0,5 e 2,5 micrometri nella dimensione--un intervallo che include la polvere, le spore fungose, le emissioni automatiche ed i sottoprodotti di combustione. È un intervallo di grandezza importante alle sanità, poichè queste particelle sono di una dimensione che può raggiungere in profondità nei polmoni, in cui possono influenzare varie complicazioni di salubrità compreso i problemi respiranti e cardiovascolari.

Nel corso di tre mesi, i videi hanno trasmesso i dati di qualità dell'aria dalle case di nuovo ai ricercatori. In due occasioni, il gruppo ha condotto le interviste per chiedere notizie su che attività stavano presentando nella casa in diversi momenti, come la cottura, la pulizia e fumo. Per Concludere, gli scienziati hanno correlato le attività delle famiglie con i loro rispettivi dati del video di qualità dell'aria e una chiara maschera è emerso.

Le Case che hanno riferito il tabagismo all'interno hanno avute un livello mediano della particella che era vicino raddoppiare quello delle case senza il fumo dell'interno. Queste particelle contengono i sottoprodotti di combustione e del nicotina ben noti per essere pericolose alla salubrità della gente, particolarmente bambini. Interessante, il fumo della marijuana ha contribuito ad inquinamento atmosferico della in-casa circa tanto quanto il tabagismo--la prima volta una tal individuazione è stata riferita. Per Concludere, le candele e l'incenso brucianti, friggendo l'alimento nei prodotti di pulizia di polverizzazione e del petrolio egualmente hanno aumentato il numero delle particelle fini nell'aria. I ricercatori hanno riferito oggi i loro risultati in giornale PLOS UNO.

“Lo scopo della nostra ricerca è, infine, trovare i modi efficaci di promuovere le case senza fumo ed anche di trovare le buone strategie, generalmente per la diminuzione dell'esposizione ad inquinamento della famiglia,„ Klepeis ha detto. “I risultati dal nostro lavoro terranno conto migliori formazione e feedback alle famiglie.„

Bellettiere dice che il gruppo continuerà sui sui risultati della marijuana per scoprire se l'inquinamento atmosferico elevato che deriva da marijuana di fumo traduce in esposizione aumentata ai sottoprodotti ed ai cannabinoidi di combustione in non-fumatori che vivono nella casa.

Klepeis ha aggiunto: “Il Nostro gruppo di ricerca sta continuando a sviluppare le unità e gli approcci novelli di video che i consumatori possono utilizzare per capire la loro qualità dell'aria ed ad esaminare le modalità che funzionano affinchè loro e le loro famiglie diminuiscano le esposizioni non sane dell'agente inquinante, particolarmente per i capretti.„

Sorgente: http://newscenter.sdsu.edu/sdsu_newscenter/news_story.aspx?sid=76764