Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il cambiamento semplice nelle abitudini alimentari diminuirebbe marcato i gas serra, suggerisce i ricercatori

Un gruppo dei ricercatori da quattro università americane dice che il tasto a diminuire i gas serra nocivi (GHG) a breve termine è più probabile essere trovato sulla lastra grossa di pranzo che alla pompa di gas.

Il gruppo, intestato dal ricercatore Helen (LLU) Harwatt, PhD dell'università di Loma Linda, suggerisce che un cambiamento semplice nelle abitudini alimentari americane abbia avuto un grande impatto sull'ambiente: se gli Americani mangiassero i fagioli invece del manzo, gli Stati Uniti immediatamente realizzerebbero circa 50 - 75 per cento dei sui obiettivi di riduzione di GHG per l'anno 2020.

I ricercatori hanno spiegato che i bovini da carne sono l'alimento GHG-più intensivo da produrre e che la produzione dei legumi (fagioli, piselli, ecc.) provoca un-quarantesimo la quantità di GHGs come manzo.

“Dato la novità, prevederemmo che lo studio fosse utile nella dimostrazione appena del quanto di un impatto cambia nella produzione alimentare può fare ed aumentare l'utilità di tali opzioni nella polizza del mutamento climatico,„ Harwatt ha detto.

10 pagine in un 12 maggio rilasciato di carta, Harwatt ed i suoi colleghi hanno notato che l'alterazione dietetica per diminuzione del mutamento climatico è corrente un tema di attualità fra i responsabili della politica, i academics ed i membri della società at large. Il documento, nominato “sostituendo i fagioli per il manzo come contributo verso gli obiettivi del mutamento climatico degli Stati Uniti,„ può essere trovato online.

Oltre a diminuire GHG, Harwatt ed il suo gruppo -- quale Joan incluso Sabate, MD, DrPH; Gidon Eshel, PhD; il Sam recente Soret, PhD; ed ondulazione di William, PhD -- conclusivo che spostarsi da animale-originario agli alimenti impianto-originari potrebbe contribuire ad evitare l'aumento di temperatura globale.

Sabate, che servisce da direttore esecutivo del centro per nutrizione, lo stile di vita sano e la prevenzione delle malattie al banco di LLU della salute pubblica, ha detto che i risultati sono sostanziali.

“La nazione potrebbe raggiungere più di metà dei sui scopi di riduzione di GHG senza imporre qualsiasi nuovi standard alle automobili o alla fabbricazione,„ Sabate ha detto.

Gli studi, che sono stati intrapresi mentre Harwatt era un ricercatore ambientale di nutrizione all'università di Loma Linda, anche trovata che la produzione del manzo è un uso inefficiente di terreno agricolo. Sostituendo i fagioli per il manzo libererebbe corrente 42 per cento del cropland degli Stati Uniti coltivati -- complessivamente 1,65 milione chilometri quadrati o più di 400 milione acri quadrati, che è circa 1,6 volte la dimensione dello stato della California.

Harwatt applaude il fatto che più di un terzo dei consumatori americani corrente stanno approvvigionando gli analoghi della carne: prodotti impianti impianto che somigliano agli alimenti animali nel gusto e strutturano. Dice che la tendenza suggerisce che la carne animale-originaria non sia più una necessità.

“Dato il disgaggio delle riduzioni del gas serra state necessarie per evitare gli impatti peggiori di mutamento climatico, sia noi ha preparato mangiare gli analoghi del manzo che l'assomigliare ed il gusto al manzo, ma hanno un impatto molto più basso di clima?„ chiede. “Guarda come dovremo fare questo. Il disgaggio delle riduzioni delle emissioni di gas effetto serra state necessarie ci non concede il lusso “dell'affare come di consueto„ mangiando i reticoli.„