La combinazione Tripla di antibiotici inefficaci fornisce la nuova arma per combattere contro i batteri eccellenti

Nella lotta contro i batteri eccellenti, l'Università agli scienziati della Buffalo sta contando su concentrazione nei numeri per estrarre la battaglia contro farmacoresistenza.

Un gruppo dei ricercatori ha trovato che le combinazioni di tre antibiotici - che sono ciascuno inefficaci contro i superbugs una volta usati da solo - sia capace di sradicamento dei due dei sei agenti patogeni di ESKAPE una volta consegnato insieme.

Gli agenti patogeni di ESKAPE sono un gruppo di batteri antimicrobico-resistenti che posano una minaccia grave, causante più di 2 milione infezioni e quasi 23.000 morti all'anno, secondo il Centri Per Il Controllo E La Prevenzione Delle Malattie. I sei batteri eccellenti sono egualmente responsabili di un numero considerevole di di infezioni in ospedali.

I nuovi, trattamenti tripli di combinazione forniscono una nuova arma nella corsa agli'armamenti evolutiva fra medicina moderna ed i batteri nocivi.

“Questi batteri sono estremamente problematici e sono diventato resistenti a quasi tutti gli antibiotici disponibili. Abbiamo dovuto pensare diversamente per attaccare questo problema,„ dice Brian Tsuji, PharmD, un autore su due studi recenti ed il professore associato nel Dipartimento di Pratica della Farmacia nel Banco di UB della Farmacia e delle Scienze Farmaceutiche.

Uno studio, “baumannii Polymyxin-Resistente e carbapenemico-resistente dell'Acinetobatterio è sradicato tramite una combinazione tripla di agenti che mancano dell'attività determinata,„ è stato pubblicato nell'edizione di Maggio del Giornale della Chemioterapia Antimicrobica, mentre un altro studio, “a Combinazioni Triple Basate a b del Polymyxin Intraprendono la Guerra Contro i pneumoniae della Klebsiella di KPC-2-producing: Le Nuove Strategie di Dosaggio per gli Alleati Anziani,„ sono state pubblicate nell'emissione di Aprile degli Agenti Antimicrobici e della Chemioterapia.

Le combinazioni Non Tradizionali di farmaco sono usate frequentemente per combattere contro le infezioni del superbug, tuttavia, le domande rimangono sopra dosaggio adeguato e che le combinazioni sono più efficaci.

I ricercatori di UB hanno verificato le combinazioni del polymyxin B degli antibiotici, di meropenem e di ampicillina-sulbactam contro il baumannii dell'Acinetobatterio dell'agente patogeno. I pneumoniae della Klebsiella del batterio sono stati trattati con il polymyxin B, il meropenem e il rifampin.

“Ogni antibiotico è stato scelto per complementare i meccanismi delle altre droghe dell'uccisione batterica,„ dice Justin Lenhard, PharmD, primo autore sull'indagine sul baumannii dell'Acinetobatterio e sull'ex ricercatore postdottorale nel laboratorio di Tsuji. Lenhard ora è un assistente universitario all'Università della California Northstate di Farmacia.

“Combinando gli antimicrobici che esercitano la loro uccisione batterica nei modi diversi, è possibile superare in astuzia gli agenti patogeni di ESKAPE e completamente sopraffare le contromisure difensive dei batteri,„ ha detto.

I farmaci si sono applicati determinato ai campioni batterici, nelle paia e nelle combinazioni triple. Sia il momento necessario affinchè gli antibiotici uccidano i batteri che il tempo che è richiesto per gli agenti patogeni a repopulate è stato misurato.

Per le prove sul baumannii dell'Acinetobatterio, nessuno degli antibiotici potevano uccidere i batteri una volta usati da solo. Delle paia degli antibiotici, soltanto il raggruppamento del polymyxin B e il meropenem potevano efficacemente uccidere l'agente patogeno, ma i batteri sono ricresciuto gradualmente oltre i tre giorni.

La combinazione tripla ha raggiunto una simile tariffa di uccisione alle paia del polymyxin B e del meropenem, ma l'aggiunta di ampicillina-sulbactam ha impedito la ricrescita dell'agente patogeno. In 96 ore, nessuna cella possibile dei batteri è stata individuata dopo l'esposizione a tutti e tre gli antibiotici.

Le prove contro i pneumoniae della Klebsiella piombo da Zackery Bulman, PharmD, un ricercatore postdottorale nel laboratorio di Tsuji. I Diversi antibiotici non potevano sostenere l'uccisione dei batteri su un periodo di 24 ore. La doppia combinazione più efficace era polymyxin B e rifampin, cui ha ucciso i batteri per fino a 30 ore prima che la popolazione ricrescesse per siglare i livelli.

La combinazione tripla di polymyxin B, di meropenem e di rifampin ha prodotto le più alte tariffe di uccisione ed ha triplicato il tempo che ha catturato affinchè i batteri ricrescesse a 72 ore. Rifampin, il sospetto dei ricercatori, temporaneamente sopprime la resistenza a antibiotici dei pneumoniae della Klebsiella, permettendo che il trio distrugga i batteri.

La ricerca Supplementare è richiesta di convalidare i trattamenti contro altri sforzi clinicamente pertinenti dei batteri, ma i risultati di entrambi gli studi stanno promettendo.

“Queste nuove combinazioni antibiotiche possono contribuire a guidare la terapia nelle infezioni dove nessun trattamento sembra esistere,„ dice Tsuji.

Sorgente: https://www.buffalo.edu/news/releases/2017/05/032.html

Advertisement