Gli Uomini sembrano avere da cardiomiopatia indotta da chemioterapia peggiore che le donne, manifestazioni della ricerca

Gli Uomini sembrano avere da cardiomiopatia indotta da chemioterapia peggiore che le donne malgrado la ricezione dei trattamenti del cancro simili, secondo la ricerca presentata oggi a EuroCMR 2017.

“I Malati di cancro stanno vivendo più lungamente a causa del trattamento migliore ma gli effetti secondari del trattamento comprendono la morbosità cardiovascolare e mortalità,„ ha detto il Dott. Iwan Harries, Ufficiale di stato civile dell'autore principale dello specialista della cardiologia all'Istituto del Cuore di Bristol, corrente perseguente un PhD su imaging a risonanza magnetica e (CMR) sull'cardio-oncologia cardiaci all'Università di Bristol, il REGNO UNITO.

Una Società di 2016 Europei del documento programmatico della Cardiologia (ESC) sull'cardio-oncologia ha descritto il sesso femminile come fattore di rischio per la cardiotossicità di sviluppo dalla chemioterapia. Il Dott. Harries ha detto: “I dati in gran parte provengono dalle popolazioni pediatriche e, al contrario, gli studi sugli animali riferiscono la predisposizione maschio a cardiomiopatia.„

Questo studio d'osservazione retrospettivo in adulti esaminatori se c'era un effetto del sesso da su cardiomiopatia indotta da chemioterapia. I ricercatori hanno identificato tutti i pazienti su un periodo di sei anni che ha ricevuto la chemioterapia potenzialmente cardiotossica, è stato fatto riferimento per CMR ed è stato trovato per avere funzione ventricolare sinistra alterata (da cardiomiopatia indotta da chemioterapia).

I Pazienti si sono esclusi se avessero altra circostanza che potrebbe contribuire alla cardiomiopatia quali la malattia di cuore ischemica, la valvulopatia, la storia della famiglia di cardiomiopatia, o il consumo in eccesso dell'alcool.

Lo studio ha incluso 76 pazienti (45 donne e 31 uomo). I Dati sono stati raccolti su dati demografici e su comorbidities del riferimento. I Dettagli del trattamento del cancro sono stati registrati, compreso il tipo di chemioterapia, la dose della chemioterapia e l'intervallo fra la ricezione del trattamento ed avere la scansione di CMR. Le scansioni di CMR hanno fornito informazioni sulla funzione ventricolare destra e sinistra, sui volumi cardiaci e sulle caratteristiche del tessuto.

Per valutare l'impatto potenziale del genere sullo sviluppo da di cardiomiopatia indotta da chemioterapia, i ricercatori hanno condotto un'analisi di regressione a più variabili che correggono le differenze del riferimento fra gli uomini e le donne compreso l'età, l'area dell'organismo, i comorbidities ed il trattamento.

I ricercatori hanno trovato che entrambe la frazione ventricolare destra e sinistra di espulsione era significativamente più bassa negli uomini che le donne, indicanti la prestazione peggiore del cuore. I volumi e la massa Cardiaci erano significativamente più grandi negli uomini confrontati alle donne, indicanti più danneggiamento della struttura del cuore.

Il Dott. Harries ha detto: “I risultati del nostro studio indicano che gli uomini hanno sviluppato un modulo più severo da di cardiomiopatia indotta da chemioterapia che le donne a seguito di 8,75 anni. Pazienti che ricevono antraciclina ricevuta in media 240 mg/m2 di doxorubicina o equivalente, una dose che era simile sia in uomini che in donne.„

Gli studi Precedenti in popolazioni pediatriche che hanno trovato il rischio aumentato in femmine possono essere spiegati dall'assenza di ormoni sessuali femminili presto nella vita. In adulti può essere che le ormoni sessuali femminili siano protettive. “Alla la ricerca basata a laboratorio Precedente ha indicato che il ratto che adulto femminile le celle di muscolo cardiaco presentano un vantaggio di sopravvivenza sopra le celle maschii una volta sfidate con la morte indotta da stress ossidativa delle cellule, che è uno dei meccanismi proposti da di cardiomiopatia indotta da chemioterapia,„ il Dott. Harries ha spiegato.

Il Dott. Harries ha detto: “Nostri sono un risultato preliminare e le prove della larga scala sono necessarie confermare la nostra individuazione che gli uomini sono più suscettibili da di cardiomiopatia indotta da chemioterapia che le donne. Se confermata, l'implicazione di questi risultati è che i cardiologi e gli oncologi potrebbero inventare il trattamento e le strategie di controllo individualizzati per i loro pazienti che catturano il genere in considerazione.„

“l'Cardio-Oncologia è un nuovo campo della cardiologia che sta sviluppando rapido grazie ai trattamenti dell'oncologia che sono pazienti oncologia e più efficaci che vivono più lungamente ma con la morbosità associata e la mortalità cardiovascolari dovuto la cardiotossicità,„ il Dott. Bucciarelli-Ducci, professore di seconda fascia in cardiologia all'Università di Bristol e ricercatore principale dello studio conclusivo.

Sorgente: https://www.escardio.org/The-ESC/Press-Office/Press-releases/do-men-have-worse-chemotherapy-induced-cardiomyopathy-than-women?hit=wireek