Gli Scienziati creano una prova più veloce e meno a forte intensità di mano d'opera per individuare il HIV “nascosto„

La ricerca per sviluppare una maturazione del HIV lungamente è stata sopraffatta da una domanda apparentemente semplice: Come i medici scoprono se qualcuno è fatto maturare? Il virus ha una capacità di trovarsi dormiente in celle immuni ai livelli che non potrebbero essere individuati a tutti, tuttavia, le prove più costose e più che richiede tempo possono trovare il virus nascosto.

Credito: Sebastian Kaulitzki/Shutterstock.com

Secondo uno studio pubblicato nella Medicina della Natura, gli scienziati all'Università di Scuola Post-laurea di Pittsburgh della Salute pubblica hanno creato una prova abbastanza sensibile per individuare il HIV “nascosto„. La prova, che è più veloce, meno ad alto contenuto di manodopera e meno costosa che “la prova corrente di sistema monetario aureo„, ha rivelato che la quantità di virus che si apposta dormiente nella gente del HIV che sembra quasi essere fatto maturare è circa 70 più grandi preventivi precedenti della volta.

“Globalmente ci sono sforzi sostanziali per fare maturare la gente del HIV trovando i modi sradicare questo bacino idrico latente del virus che persiste testardo in pazienti, malgrado le nostre migliori terapie,„ ha detto Phalguni Gupta autore, Ph.D., il professor e presidenza vice senior del Dipartimento della Sanità Pubblica Di Pitt delle Malattie Infettive e della Microbiologia. “Ma quegli sforzi non stanno andando progredire se non abbiamo prove che siano sensibili ed abbastanza pratiche dire a medici se qualcuno vero è fatto maturare.„

Le celle di T di CD4+ sono un tipo di globulo bianco che svolge un ruolo principale nella protezione dell'organismo dall'infezione. Il HIV è sparso quando le celle di T di CD4+ sono infettate. L'avanzamento nelle terapie del antiretroviral per trattare il HIV ha raggiunto il punto in cui i pazienti di HIV possono fare gestire così bene il virus che potrebbero avere poco quanto un'infezione virale per milione celle di T di CD4+.

Eppure la maggior parte del DNA del HIV integrata in queste celle è difettosa, che i mezzi non causerebbero ad infezione comunque. Quando la terapia del HIV comincia lavorare, è importante trovare se il DNA del HIV che la prova individua potrebbe in effetti creare più virus ed induce la persona a ricadere se la terapia è interrotta. Di Conseguenza, la prova deve potere indicare che il virus individuato può ripiegare, coltivando il virus dal campione.

La migliore prova disponibile fare questo, fin qui, è analisi virale quantitativa di conseguenza (Q-VOA). La prova presenta molti svantaggi, come può fornire soltanto un preventivo minimo della dimensione latente del bacino idrico del HIV, requisito di grandi volumi di sangue, ad alto contenuto di manodopera, che richiede tempo e costoso.

Il gruppo piombo da Gupta ha sviluppato una prova chiamata TZA. I lavori sperimentali individuando un gene che è acceso soltanto in presenza della replica del HIV, così il virus è inbandierato per essere quantificato dai tecnici.

Rispetto a Q-VOA prova dove i risultati sono forniti in 2 settimane, i risultati dei test di TZA sono prodotti in 1 settimana e ad un terzo del costo della prova di Q-VOA. Inoltre, TZA richiede i più piccoli volumi di sangue ed è meno ad alto contenuto di manodopera.

Facendo Uso di questa prova, abbiamo dimostrato che i pazienti asintomatici sulla terapia del antiretroviral portano un bacino idrico molto più grande del HIV che i preventivi precedenti--fino a 70 volte che cosa la prova di Q-VOA stava individuando. Poiché queste prove hanno modi diversi di misurare il HIV che è capace di replica, è probabilmente utile avere entrambi i a disposizione poichè gli scienziati si sforzano verso una maturazione.„

 

Phalguni Gupta, Ph.D, il professor e presidenza vice del Dipartimento della Sanità Pubblica Di Pitt delle Malattie Infettive e della Microbiologia

Poichè le prove di TZA hanno un requisito basso delle cellule, TZA può essere utile per quantificazione replica-competente di HIV-1 nella popolazione pediatrica come pure nei linfonodi e nei tessuti in cui il virus persiste.

Sorgente:

Advertisement