Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'autismo da solo non aumenta il rischio di offesa violenta

I termini quale ADHD che co-accadono con autismo possono aumentare il rischio

Una diagnosi di autismo da solo non aumenta il rischio di offesa violenta, non suggerisce uno studio pubblicato nell'edizione del giugno 2017 del giornale dell'accademia americana del bambino e della psichiatria adolescente (JAACAP). Lo studio ha analizzato i dati da 295.734 persone nella contea di Stoccolma, Svezia, di cui 5.739 hanno avuti una diagnosi di autismo. I ricercatori hanno tenuto la carreggiata queste persone per le convinzioni di crimine violento fra le età 15 - 27 anni facendo uso delle registrazioni dal registro nazionale svedese di crimine.

Il gruppo, piombo dai ricercatori all'università di banco di Bristol del sociale e della medicina di comunità e dell'istituto di Karolinska a Stoccolma, trovati che le persone diagnosticate con autismo inizialmente sono sembrato avere un elevato rischio dell'offesa violenta. Tuttavia, questa associazione è stata diminuita significativamente una volta che la presenza di deficit di attenzione/disordine supplementari di iperattività (ADHD) o il disordine di comportamento è stato considerato. Questi termini, con gli altri disordini psichiatrici ed abuso di farmaci e dell'alcool, erano i preannunciatori più importanti di criminalità violenta nell'autismo, non autismo da sè.

“Sappiamo che qualche gente con una diagnosi di autismo ha comportamento provocatorio e può entr inare contatto con il sistema di giustizia penale; tuttavia, se avere autismo aumenta il rischio di violenza o non non è stato chiaro,„ ha detto il Dott. Ragini Heeramun, lo psichiatra legale del consulente a Avon ed il servizio nazionale sanitario che di associazione del Wiltshire la salute mentale si fida di di Bristol. “I nostri risultati, dal più grande studio fin qui, indicano che al livello della popolazione, l'autismo in sé non sembra essere associato con le convinzioni per i crimini violenti. Tuttavia, altri termini, quale ADHD, che può co-accadere con autismo, possono aumentare tali rischi.„

Interessante, quando i ricercatori hanno considerato le persone con ADHD o disordine di comportamento, una diagnosi supplementare di autismo realmente è stata trovata per diminuire il rischio di criminalità violenta, rispetto alle persone a ADHD o al disordine di comportamento solo.

C'era egualmente una certa prova che una diagnosi in ritardo di autismo è stata associata con un maggior rischio di crimine violento, mentre la migliore prestazione del banco e l'inabilità intellettuale sono sembrato essere protettive.

“Interessante, la presenza supplementare di diagnosi di autismo realmente è stata associata con relativamente un più a basso rischio delle convinzioni, confrontato ad avere queste circostanze senza autismo,„ ha detto il Dott. Dheeraj Rai, professore di seconda fascia del consulente in psichiatria dal banco di Bristol del sociale e della medicina di comunità. “Pensiamo che questi risultati potrebbero essere importanti per i servizi di autismo, che mettono a fuoco spesso sulla fornitura della diagnosi di autismo, piuttosto che sull'identificazione di e sul supporto per, le circostanze che si presentano comunemente accanto.„