Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati scoprono il meccanismo inatteso dietro dolore cronico del nervo

Lungamente è stato presupposto che il dolore cronico del nervo fosse causato da ipersensibilità nei neuroni che trasmettono il dolore. I ricercatori a Karolinska Institutet in Svezia ora indicano che un altro genere di neurone che permette normalmente che noi riteniamo la sensazione di tocco piacevole può funzione di opzione ed invece segnalare il dolore dopo danno del nervo. I risultati, che sono presentati nella scienza del giornale, possono finalmente piombo ai trattamenti più efficaci di dolore.

Il dolore cronico severo e trattamento-richiedente del nervo è uno stato comune ma le droghe disponibili hanno, nel migliore dei casi, soltanto certa efficacia. Poiché i meccanismi dietro dolore del nervo sono in gran parte sconosciuti, l'industria farmaceutica ha incontrato i contrattempi importanti nello sviluppo di nuove droghe.

Precedentemente è stato presupposto che determinati neuroni sensoriali trasmettessero soltanto le sensazioni tattili piacevoli, mentre altro si specializza per trasmettere il dolore. Durante il dolore cronico del nervo, il tocco normale può causare il dolore, ma come questo accade è rimanere un mistero. Gli scienziati a Karolinska Institutet ora hanno scoperto che una piccola molecola del RNA (microRNA) in neuroni sensoriali regolamenta come il tocco è percepito. Sopra danno del nervo, i livelli di questa molecola cadono nei neuroni sensoriali, che provoca i livelli sollevati di canale ionico specifico che rende le cellule nervose sensibili a dolore.

“Il nostro studio mostra quella funzione di opzione sensibile al tocco dei nervi e l'inizio che produce il dolore, che può spiegare come l'ipersensibilità sorge,„ dice il professor Patrik Ernfors al dipartimento di Karolinska Institutet della biochimica e della biofisica mediche. “Il regolamento di MicroRNA potrebbe anche spiegare perché la gente ha tali soglie differenti di dolore.„

Il gabapentin della sostanza della droga è usato spesso trattare il dolore del nervo, anche se il meccanismo di atto non è stato conosciuto. Il nuovo studio indica che il gabapentin funziona nei neuroni sensibili al tocco e blocca il canale ionico che aumenta quando i livelli del microRNA diminuiscono. Eppure è ancora intorno soltanto alla metà di tutti i pazienti che rispondono positivamente al trattamento.

“Il dolore del nervo è uno stato complesso con parecchi meccanismi di fondo,„ dice il professor Ernfors. “Che cosa è interessante circa il nostro studio è che possiamo indicare che la molecola del RNA gestisce il regolamento di 80 per cento dei geni che sono conosciuti per partecipare al dolore del nervo. La mia speranza, quindi, è che a droghe basate microRNA l'un giorno saranno una possibilità.„

La ricerca soprattutto è stata condotta sui mouse ma egualmente è stata verificata nelle prove sul tessuto umano, in cui i bassi livelli del microRNA potrebbero essere collegati agli alti livelli del canale ionico specifico e vice versa, suggerente che il meccanismo fosse lo stesso in esseri umani.

“È vitale che capiamo i meccanismi che piombo a dolore cronico del nervo in moda da poterci scoprire noi i nuovi metodi di trattamento,„ dicono il professor Ernfors. “Le ditte farmaceutiche si sono concentrate molto sulle sostanze che mirano ai canali ionici ed ai ricevitori in neuroni di dolore, ma i nostri risultati indicano che potrebbero mettere a fuoco sul tipo sbagliato di neurone.„