Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'associazione ha trovato fra la comprensione di vari elementi durante la gravidanza ed il rischio di autismo

Secondo uno studio pubblicato il 1° giugno nelle comunicazioni della natura, le differenze nella comprensione degli elementi tossici ed essenziali multipli sopra i secondi e terzi acetonidi e nei periodi postnatali in anticipo di gravidanza sono connesse con il rischio di sviluppare i disordini di spettro di autismo (ASDs).

Credito: Svetlana Iakusheva/Shutterstock.com

Le finestre inerenti allo sviluppo critiche per le discrepanze osservate diverse per ogni elemento, suggerendo che il dysregulation sistematico degli agenti inquinanti ambientali e degli elementi dietetici possa servire un ruolo importante in ASD. Facendo uso di prova trovata in denti da latte, lo studio ha identificato i fattori ambientali specifici che influenzano il rischio ed i periodi di tempo inerenti allo sviluppo segnati in cui il dysregulation elementare comporta più successivamente il più grande rischio per autismo nella vita.

ASD si presenta in 1 di ogni 68 bambini in U.S.A., come specificato dal centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti. Mentre i fattori genetici sono stati studiati intensivamente, i fattori ambientali specifici e le fasi di vita quando tali esposizioni possono avere il più grande impatto sulla minaccia di autismo di sviluppo sono capiti male.

La ricerca precedente ha precisato quella fetale e l'esposizione di prima infanzia ai metalli tossici e carenze degli elementi nutrizionali è associata con parecchi risultati inerenti allo sviluppo avversi quali l'inabilità intellettuale e linguaggio, attentional e problemi comportamentistici. Tuttavia, le cause esatte non sono conosciute.

“Abbiamo trovato le divergenze significative nell'assorbimento del metallo fra i bambini ASD-commoventi ed i loro fratelli germani in buona salute, ma soltanto durante i periodi inerenti allo sviluppo discreti,„ ha detto Manish Arora, il PhD, BDS, il MPH, Direttore di biologia dell'esposizione al laboratorio di scienze di salute ambientale del senatore Frank Lautenberg al monte Sinai e presidenza vice e professore associato nel dipartimento di medicina ambientale e di salute pubblica alla scuola di medicina di Icahn al monte Sinai.

Arora è continuato:

Specificamente, i fratelli germani con ASD hanno avuti il più alta comprensione del cavo della neurotossina e comprensione diminuita degli elementi essenziali manganese e zinco, durante la gravidanza recente ed i mesi primissimi dopo la nascita, come provato con l'analisi dei loro denti da latte. Ancora, i livelli di metallo a tre mesi dopo la nascita sono stati indicati per essere premonitori della severità di ASD otto - dieci anni più successivamente nella vita.„

I denti da latte sono stati raccolti dalle paia dei gemelli identici e non identici, fra cui almeno si è stato diagnosticato per ASD. I ricercatori dall'autismo di Seaver concentrano per la ricerca ed il trattamento ai biomarcatori convalidati della dente-matrice usati monte Sinai ed hanno analizzato i denti da latte per determinare gli effetti che la sincronizzazione, la quantità e l'assorbimento successivo di tossine e di sostanze nutrienti hanno su ASD.

Egualmente hanno analizzato i denti dai paia dei gemelli normalmente di sviluppo, che hanno servito da gruppo di controllo di studio. Durante lo sviluppo di infanzia e fetale, un nuovo livello del dente è formato ogni settimana o così. Ciò lascia un'impronta della composizione relativa alla microchimica da ogni livello unico, che fornisce una registrazione cronologica dell'esposizione. Il gruppo al laboratorio di scienze di salute ambientale del senatore Frank R. Lautenberg ha utilizzato i laser ed ha ricostruito queste esposizioni passate lungo le marcature incrementali, simili a usando gli anelli di crescita su un albero per trovare la cronologia della crescita dell'albero.

“I nostri dati mostrano una via potenziale per l'interazione fra i geni e l'ambiente,„ dice Abraham Reichenberg, il PhD, professore della psichiatria e medicina e salute pubblica ambientali alla scuola di medicina di Icahn al monte Sinai. “I nostri risultati sottolineano l'importanza di uno sforzo di collaborazione fra i genetisti ed i ricercatori ambientali per le ricerche future sulla relazione fra l'esposizione del metallo e ASD per aiutarci a scoprire le cause di origine di autismo e supportano lo sviluppo di efficaci interventi e terapie.„

Ulteriori studi sono richiesti di trovare se le discrepanze nella quantità di determinati metalli e sostanze nutrienti siano dovuto la disparità in cui un feto o un bambino è esposto a loro o a causa di una variazione genetica in come un bambino contiene, elabora e riparte questi metalli e sostanze nutrienti.