Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Cannabinoidi usati congiuntamente a chemioterapia trovata per essere efficace in celle di leucemia di uccisione

La nuova ricerca ha confermato che i cannabinoidi - i prodotti chimici attivi in cannabis - sono efficaci in celle di leucemia di uccisione, specialmente una volta usato congiuntamente ai trattamenti di chemioterapia.

I ricercatori egualmente hanno trovato che sequenziale usi di una dose iniziale della chemioterapia in primo luogo e poi i cannabinoidi hanno migliorato significativamente i risultati globali contro le cellule tumorali di sangue.  Hanno trovato che quello combinare i trattamenti di chemioterapia attuali con i cannabinoidi ha avuta migliori risultati che la chemioterapia da solo, significando che un simile livello di effetto potrebbe essere raggiunto through usando una dose più bassa della chemioterapia.

Se questo fosse tradotto agli esseri umani, questa dose più bassa della chemioterapia significherebbe che gli effetti collaterali della chemioterapia potrebbero essere diminuiti.

In uno studio piombo dal Dott. Wai Liu a St George, l'università di Londra, ha detto: “Abbiamo indicato per la prima volta che l'ordine in cui i cannabinoidi e la chemioterapia sono utilizzati è cruciale nella determinazione dell'efficacia globale di questo trattamento.

“Questi estratti altamente sono concentrati e depurati, in modo dalla marijuana di fumo non avrà un simile effetto. Ma i cannabinoidi sono una prospettiva molto emozionante in oncologia e gli studi come nostri serviscono a stabilire i migliori modi che dovrebbero essere usati per massimizzare un effetto terapeutico.„

I cannabinoidi sono i prodotti chimici attivi in cannabis, conosciute più specificamente come phytocannabinoids. Una volta estratti dall'impianto e depurativi, sono stati indicati per possedere i beni anticancro, particolarmente in determinati cancri del cervello.

I ricercatori hanno esaminato le cellule tumorali in laboratorio, provante le combinazioni differenti di cannabinoidi contro le celle di leucemia. Hanno provato se i trattamenti di chemioterapia attuali hanno funzionato efficacemente accanto ai cannabinoidi e se utilizzare le droghe in un ordine differente ha avuto un effetto.

Una serie di studi clinici sono in corso che stanno valutando la piena capacità dei cannabinoidi in pazienti con cancro. I ricercatori dicono che più prove devono essere effettuate per stabilire la voracità dei reclami.