I ricercatori di UNC valutano il farmaco d'investigazione per il trattamento della depressione successiva al parto

I ricercatori all'università di scuola di medicina di North Carolina hanno annunciato la pubblicazione dei risultati da un test clinico con il brexanolone, un farmaco d'investigazione di fase 2 del multi-sito, nel trattamento della depressione successiva al parto severa (PPD).

Corrente, non ci sono droghe specificamente indicate per trattare la depressione successiva al parto, che pregiudica i 10 - 20 per cento stimato di tutte le madri che danno alla luce, secondo Samantha Meltzer-Brody, M.D., M.P.H., Direttore del programma perinatale della psichiatria alla scuola di medicina di UNC ed all'autore senior principale accademico e del ricercatore dello studio pubblicato oggi in The Lancet. Steve Kanes, Ph.D. di M.D., capo ispettore sanitario di terapeutica prudente, è l'autore principale del documento.

La depressione successiva al parto è un disordine di umore in donne che possono essere avviate in alcune donne dalle fluttuazioni in ormoni riproduttivi. I sintomi comuni in madri che sperimentano PPD comprendono l'umore basso, ritenente enorme, ansioso e pensieri della ruminazione, ritiro potenziale dal bambino e dalla sua famiglia e, nei casi più severi, pensieri suicidi.

“I risultati di questa prova sono come niente che abbia veduto prima nel trattamento della depressione successiva al parto,„ Meltzer-Brody ha detto. “È vitale che sviluppiamo un trattamento di promessa per la depressione successiva al parto, che è così comune, eppure così ha stigmatizzato.„

Durante gli studi, che sono stati intrapresi ai siti multipli attraverso il paese, compreso UNC l'unità perinatale della psichiatria, ricercatori del medico ha amministrato il brexanolone endovenoso dell'agente, un modulatore allosteric sia dei ricevitori sinaptici che supplemento-sinaptici di GABAA. Nella depressione successiva al parto, la via di GABA può svolgere un ruolo chiave in ormoni di regolamentazione che i ricercatori ritengono il gioco un ruolo critico nell'avviamento del PPD, Meltzer-Brody ha detto.

Nello studio di 21 donna, 10 donne sono state amministrate una dose endovenosa continua da 60 ore del brexanolone. L'altre 11 donna è stata data un placebo. Per essere ammissibile per la prova, le donne hanno dovuto avere depressione successiva al parto severa, che è stata valutata facendo uso della scala di valutazione della depressione di Hamilton (HAM-D). Un punteggio di HAM-D almeno di 26 è stato richiesto per l'iscrizione di studio.

Le donne curate con il brexanolone hanno fatte confrontare una riduzione media di 21 punto nel loro punteggio di HAM-D, ad una riduzione di 8,8 punti del gruppo del placebo. Brexanolone era generalmente buono tollerato. Non c'erano morti, eventi avversi seri, o le sospensioni. Gli eventi avversi il più comunemente riferiti nel gruppo di brexanolone erano vertigini (due brexanolone-hanno trattato gli oggetti; tre oggetti placebo-trattati) e sonnolenza (due oggetti brexanolone-trattati; oggetti placebo-trattati 0).

“In donne con la depressione successiva al parto severa nella prova, infusione del brexanolone ha provocato una riduzione media continua, statisticamente significativa e clinicamente significativa della rapida, del punteggio di totale di HAM-D,„ Meltzer-Brody ha detto. “Una riduzione di 21 punto è non solo significativa in una regolazione clinica; molto sta promettendo in termini di sviluppo potenziale della droga.„

Più ulteriormente, i punteggi medi di HAM-D per le donne che hanno ricevuto il brexanolone sono rimanere significativamente più bassi per un periodo di seguito di 30 giorni confrontati al gruppo del placebo.

“Finchè sono stato in materia, non credo che abbia veduto mai i risultati abbastanza drammatici quanto quelli da questo studio,„ ha detto David Rubinow, MD, presidenza del dipartimento della psichiatria alla scuola di medicina di UNC e co-author del documento.

Brexanolone corrente sta valutando in un programma clinico di fase 3 in corso ad UNC ed ai vari siti attraverso il paese.

“Avere una droga approvata per trattare la depressione successiva al parto, che pregiudica tante donne, i loro bambini e le loro intere famiglie, sarebbe approfondito per il nostro campo ed assolutamente il vita cambiamento per le donne che stanno soffrendo da PPD,„ Meltzer-Brody ha detto.