Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio mostra la correlazione fra gli ormoni di sforzo e la coronaropatia urinarii

RISULTATI

Lo sforzo, particolarmente in donne, sempre più sta riconoscendo come fattore di rischio importante per la coronaropatia, una circostanza in cui i vasi sanguigni al cuore sono bloccati tramite accumulazione o infiammazione della placca.

In un nuovo studio, i ricercatori del UCLA hanno supposto che biomarcatori semplici -; dopamina, epinefrina e noradrenalina e cortisol urinarii degli ormoni di sforzo -; sia associato con più accumulazione del calcio nelle arterie coronarie, che indica la presenza di coronaropatia e che questo effetto sarebbe più forte in donne che negli uomini.

Tuttavia, i ricercatori hanno trovato che questa relazione era realmente simile in donne ed in uomini: Sebbene le donne abbiano livelli elevati medii degli ormoni di sforzo dell'urina che gli uomini, l'associazione fra lo sforzo ed avere coronaropatia asintomatica come misurata da calcio coronario era simile in entrambi i generi. In particolare, il cortisol urinario era un forte preannunciatore indipendente della coronaropatia asintomatica.

I ricercatori egualmente sono stati sorpresi imparare quell'un ormone di sforzo -; dopamina -; è stato collegato inversamente con il rischio del cuore. Hanno trovato che i livelli elevati di dopamina sono stati associati con una probabilità più bassa di avere tutto il calcio coronario.

In generale, questo è il primo studio per dimostrare una correlazione fra gli ormoni di sforzo urinarii e l'accumulazione reale di placca nelle arterie, i ricercatori hanno detto.

SFONDO

La malattia di cuore è la causa della morte principale negli Stati Uniti, in modo da impedire la circostanza è importante. Lo sforzo sempre più è riconosciuto come fattore di rischio importante per la coronaropatia. Gli studi precedenti hanno indicato che ormoni di sforzo -; catecolamine urinarie (dopamina, epinefrina e noradrenalina) e cortisol -; sono collegati con lo sforzo, la depressione e l'ansia psicosociali. Nessuno studio precedente ha studiato la relazione fra gli ormoni di sforzo urinarii ed il calcio coronario, sebbene uno studio precedente trovasse un'associazione fra cortisol salivario ed accumulazione della placca nelle arterie.

METODO

I 654 partecipanti allo studio (le donne di 53 per cento) fa parte di grande, indagine basata sulla popolazione in corso sui fattori di rischio cardiovascolari, hanno chiamato lo studio Multi-Etnico su aterosclerosi. I ricercatori hanno raccolto l'urina per un periodo di notte di 12 ore dai partecipanti e la hanno analizzata per i livelli di ormoni relativi allo sforzo. Gli oggetti egualmente hanno avuti le immagini catturate dei loro toraci facendo uso di tomografia computerizzata, o CT, scansioni per determinare la quantità di calcio visibile nelle loro arterie coronarie e per computare il loro punteggio del calcio dell'arteria coronaria.

Il punto seguente dei ricercatori è di esplorare la relazione fra gli ormoni di sforzo urinarii e gli eventi cardiovascolari reali, quali gli attacchi di cuore o i colpi.

IMPATTO

Indicando che i livelli di sforzo possono essere quantificati da un esame delle urine semplice e che le guide di questa prova semplice predicono la coronaropatia, questo lavoro potrebbe piombo alle strategie per la prevenzione della coronaropatia e degli attacchi di cuore.