Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova tecnologia dell'innovazione facilita la consegna del DNA negli agenti patogeni batterici resistenti alla droga

La resistenza antimicrobica è una di più grandi minacce contro salubrità globale, pregiudicando chiunque, a tutta l'età, in qualunque paese, secondo l'organizzazione mondiale della sanità. Corrente, 700.000 morti ogni anno sono attribuite alla resistenza antimicrobica, una figura in grado di aumentare a 10 milioni un intervento di risparmi da ora al 2050 ulteriormente.

La nuova tecnologia dell'innovazione dall'università di Tel Aviv facilita la consegna del DNA negli agenti patogeni batterici resistenti alla droga, permettendo alla loro manipolazione. La ricerca amplia l'intervallo dei batteriofagi, che sono lo strumento primario per la presentazione del DNA nei batteri patogeni per neutralizzare la loro attività letale. Un singolo tipo di batteriofago può adattarsi a una vasta gamma di batteri, un'innovazione che probabilmente accelererà lo sviluppo delle droghe potenziali basate per questo principio.

Prof. Udi Qimron del dipartimento di microbiologia e dell'immunologia cliniche alla facoltà del Sackler della tau di medicina piombo il gruppo di ricerca, che egualmente ha incluso il Dott. Ido Yosef, il Dott. Moran Goren, Rea Globus e Shahar Molshanski, tutto il laboratorio di prof. Qimron. Lo studio recentemente è stato pubblicato in cella molecolare ed è stato descritto sul suo coperchio.

Per la ricerca, il gruppo geneticamente ha costruito i batteriofagi per contenere il DNA desiderato piuttosto che il loro proprio genoma. Egualmente hanno progettato le combinazioni di nanoparticelle dai batteriofagi differenti, con conseguente ibridi che possono riconoscere i nuovi batteri, compreso i batteri patogeni. I ricercatori ancora l'evoluzione diretta usata per selezionare le particelle ibride capaci di trasferire il DNA con risparmio di temi ottimale.

“La manipolazione del DNA degli agenti patogeni comprende la sensibilizzazione agli antibiotici, uccisione degli agenti patogeni, rendendo non validi i fattori della virulenza degli agenti patogeni e più,„ prof. Qimron ha detto. “Abbiamo sviluppato una tecnologia che amplia significativamente la consegna del DNA negli agenti patogeni batterici. Ciò può effettivamente essere una pietra miliare, perché dà molte possibilità per le manipolazioni del DNA dei batteri che erano impossibli da compire prima.

“Questo ha potuto aprire la strada a cambiare il microbiome umano -- il materiale genetico combinato dei microrganismi in esseri umani -- sostituendo i batteri virulenti con i batteri un-virulenti e sostituendo i batteri resistenti agli antibiotici con ai i batteri antibiotico sensibili come pure il cambiamento degli agenti patogeni ambientali,„ prof. Qimron è continuato.

“Abbiamo fatto domanda per un brevetto su questa tecnologia e stiamo sviluppando i prodotti che userebbero questa tecnologia per consegnare il DNA negli agenti patogeni batterici, rendente li un-virulenti e sensibili agli antibiotici,„ prof. Qimron abbiamo detto.