NAMS pubblica la nuova istruzione di posizione su uso di terapia ormonale alleviare i sintomi della menopausa

Una nuova istruzione di posizione sull'uso di terapia ormonale (HT) per le donne della menopausa e postmenopausali dalla società nordamericana della menopausa (NAMS) è stata pubblicata oggi online nel giornale della società, menopausa. “L'uso di terapia ormonale continua ad essere uno dei più discutibili ed argomenti dibattuti,„ dice il Dott. JoAnn V. Pinkerton, direttore esecutivo di NAMS. “Lo scopo di questa versione aggiornata dell'istruzione di posizione della società è di fornire le raccomandazioni cliniche eccellenti, basate a prova, correnti ai professionisti della menopausa per il miglioramento di cura per le donne secondo loro contribuire ad alleviare i sintomi della menopausa.„ L'istruzione egualmente esamina gli effetti del GH sui vari stati di salute, quali la malattia cardiovascolare ed il cancro al seno, nelle fasi differenti della vita di una donna.

Che cosa è nuovo nell'istruzione di posizione 2017? L'istruzione si espande sopra e solidifica la posizione precedente di NAMS su parecchie zone critiche di confusione per quanto riguarda il GH:

  • I rischi di GH differiscono per le donne differenti, secondo tipo, dose, la durata di uso, via di somministrazione, cronometrare dell'inizio e se un progestogen è necessario. Il trattamento dovrebbe essere individualizzato facendo uso di migliore prova disponibile per massimizzare i vantaggi e minimizzare i rischi, con la rivalutazione periodica per i vantaggi ed i rischi di continuazione del GH.
  • Per le donne invecchiate più giovane di 60 anni o chi hanno luogo in 10 anni di inizio della menopausa e non hanno controindicazioni, il rapporto di vantaggio-rischio sembra favorevole per il trattamento delle vampate di calore ingombranti e per quelli al rischio elevato di perdita o di frattura dell'osso. La durata più lunga può essere più favorevole per la terapia estrogeno-sola che per la terapia del estrogeno-progestogen, in base all'iniziativa della salubrità delle donne ripartita con scelta casuale, prove gestite.
  • Per le donne che il GH iniziato più di 10 o 20 anni dall'inizio della menopausa o una volta di 60 anni o più vecchi, il rapporto di vantaggio-rischio sembra meno favorevole che per le più giovani donne a causa di maggiori rischi assoluti di coronaropatia, di colpo, di tromboembolismo venoso e di demenza.
  • La terapia ormonale non deve essere interrotta ordinariamente in donne invecchiate più vecchio di 60 o 65 anni e può essere considerata per la continuazione oltre l'età 65 anni per le vampate di calore, le emissioni di qualità di vita, o la prevenzione persistenti di osteoporosi dopo che valutazione appropriata e consiglio dei vantaggi e dei rischi.
  • L'estrogeno (e sistematici vaginali a richiesta) o altre terapie di nonestrogen possono essere usati a tutta l'età per la prevenzione o il trattamento della sindrome urogenitale di menopausa.

“NAMS scoperto con la sua rassegna della letteratura che la posizione precedente che la terapia ormonale dovrebbe essere prescritta soltanto per “la dose più bassa per il periodo di scarsità„ può essere insufficiente o persino nociva per alcune donne,„ dice il Dott. Pinkerton. “NAMS ha chiarito questa posizione al più concetto adatto “della dose, della durata, del regime e della via di somministrazione appropriati„ che fornisce alla maggior parte del vantaggio la quantità minima di rischio. Inoltre, i più vecchi di 65 anni delle donne saranno alleviati per sapere che non devono smettere di usando la terapia ormonale per le loro vampate di calore ingombranti appena a causa della loro età. I dati non la supportano semplicemente, ma la valutazione e la discussione individualizzate è raccomandata.„