Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori evidenziano l'esigenza della variazione di paradigma nella gestione del diabete di tipo 2

La malattia di cuore è una causa della morte principale universalmente ed esacerbato dal diabete di tipo 2, eppure i regimi terapeutici del diabete tendono a mettere a fuoco soprattutto su manutenzione dello zucchero di sangue. Questo approccio comune alla gestione del diabete di tipo 2 può lasciare i pazienti a rischio di attacco di cuore ed il colpo. Ma i risultati da quattro test clinici ripartiti con scelta casuale recenti indicano che usando i farmaci che offrono il controllo del glucosio mentre diminuire il rischio per la malattia cardiovascolare potrebbe migliorare i risultati pazienti.

“La prova ben fondata fornita dalle quattro prove recenti pubblicate nei 1,5 - 2 anni scorsi in New England Journal di medicina ha indicato che alcuni degli agenti terapeutici disponibili moderni che gestiscono il glucosio di sangue egualmente contribuiscono a diminuire il rischio per la malattia cardiovascolare,„ ha detto che Faramarz Ismail-Beigi, il MD, il PhD, professore di medicina alla Case Western Reserve University ed endocrinologo al centro medico di Cleveland degli ospedali universitari e Louis rifornisce il centro medico di Cleveland VA. “Ha basato su questa prova, proponiamo che dobbiamo spostarci dal nostro paradigma precedente con il suo fuoco monoculare su controllo del glucosio di sangue e dell'emoglobina A1c, ad uno di controllo del glucosio di sangue più impedire la malattia cardiovascolare e la morte le cause cardiovascolari.„ L'emoglobina A1c è una prova comune usata per determinare le glicemie medie di un paziente durante i 2-3 mesi precedenti.

Ismail-Beigi ha aiutato il comportamento tre dei quattro test clinici e lui ed i suoi collaboratori recentemente hanno esaminato i risultati di prova nel giornale di medicina interna generale. Le prove ciascuna hanno provato un farmaco d'abbassamento di sangue; pioglitazone, empagliflozin, liraglutide, o semaglutide-; ma pazienti reclutati con la malattia di cuore o colpo. Lo scopo era di determinare indipendentemente da fatto che le droghe erano sicure, ma in ogni studio, i ricercatori sono stati sorpresi trovare che i partecipanti con o a rischio del diabete di tipo 2 egualmente hanno avvertito i miglioramenti cardiovascolari.

“Per la prima volta abbiamo veduto l'glucosio-abbassamento dei farmaci che possono migliorare i risultati cardiovascolari,„ Ismail-Beigi abbiamo detto. “È altamente possibile che i più nuovi agenti in queste classi di farmaci, usate separatamente o in associazione, risultino essere più efficaci nella gestione del diabete di tipo 2 e nella prevenzione della malattia cardiovascolare, anche in pazienti nelle fasi precedenti del trattamento di malattia.„

Gli studi precedenti messi a fuoco su controllo stretto dello zucchero di sangue non hanno indicato i vantaggi cardiovascolari importanti per i pazienti del diabete. “Il controllo rigoroso dei livelli del glucosio di sangue ha indicato il minore, all'occorrenza, effetto positivo sulla prevenzione della malattia cardiovascolare,„ ha detto Ismail-Beigi. “Infatti, grande ad un test clinico fondato NIH sulla gestione del diabete di tipo 2 non riuscita per indicare che il controllo rigoroso dei livelli del glucosio di sangue ha avuto tutto l'effetto positivo sui risultati o sulla mortalità cardiovascolari ed infatti, può essere nocivo.„

I nuovi risultati di prova hanno potuto contribuire ad indirizzare un dilemma importante per i clinici che cercano i modi gestire la malattia di cuore e diminuire la mortalità, mentre simultaneamente gestivano il glucosio di sangue in pazienti con il diabete di tipo 2.

Ismail-Beigi detto, “i nostri fuochi di esame sull'esigenza di un paradigma si sposta su come dovremmo pensare alla gestione del diabete di tipo 2. Credo che necessiti una revisione degli scopi e degli approcci dai comitati della linea guida. Egualmente speriamo che FDA potrebbe studiare la possibilità di approvare i nuovi farmaci per la gestione del diabete di tipo 2 non solo basato sul loro profilo di sicurezza e sulla loro efficacia per gestire il glucosio di sangue, ma anche se il farmaco diminuisce la mortalità globale e la mortalità in relazione con cardiovascolare.„