Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

la combinazione della Due-prova identifica esattamente le lesioni pancreatiche benigne

Una volta eseguite in tandem, due prove di laboratorio di biologia molecolare distinguono, con la certezza vicina, le lesioni pancreatiche che imitano i segni in anticipo di cancro ma sono completamente benigne. Le lesioni non diventano quasi mai cancro, in modo dai pazienti possono essere selezioni o le operazioni di cancro del pancreas inutili risparmiate. La combinazione della due-prova è quella sola fin qui che può esattamente e specificamente identificare queste lesioni pancreatiche benigne. La sua utilità è stata descritta in uno di più grandi studi dei pazienti con questo modulo della lesione pancreatica dai ricercatori dall'Indiana University, Indianapolis. I risultati dello studio ora compaiono “in un articolo in stampa„ sul giornale dell'istituto universitario americano del sito Web dei chirurghi prima della pubblicazione della stampa.

Fra 2 - 3 per cento di tutti i pazienti abbia certo tipo di lesioni o di cisti pancreatiche rivelarici sulle scansioni addominali sistematiche di radiodiagnostica. Quasi tutti questi pazienti più successivamente svilupperanno il cancro del pancreas. Il modulo più comune e più micidiale di cancro del pancreas -- adenocarcinoma pancreatico -- ha un tasso di sopravvivenza quinquennale di 12 - 14 per cento per la malattia della fase iniziale e 1 - 3 per cento per la malattia avanzata, secondo l'associazione del cancro americana.

Una piccola percentuale dei pazienti ha neoplasma cistici sierosi (SCN) che non non harbor il potenziale maligno o non diventano cancro. Tuttavia, questi pazienti subiscono semestralmente la rappresentazione o l'altra sorveglianza per macchiare i cambiamenti indicativi di cancro, o subiscono un'operazione per eliminare la parte della ghiandola come precauzione perché SCN sono difficili da trovare facendo uso dei metodi diagnostici standard. Più di 60 per cento di SCN non sono preveduti preoperatively e 50 - 70 per cento sono mancati o in modo errato sono diagnosticati sulle scansioni della radiologia.

Tuttavia, i ricercatori hanno determinato che due proteine possono svolgere un ruolo significativo nell'eliminazione il precancer e del cancro. Il fattore di crescita endoteliale vascolare A (VEGF-A) è una proteina connessa con la promozione di nuova formazione del vaso sanguigno. VEGF-A upregulated in molti tumori e la sua espressione può essere correlata con la fase di un tumore. La sua utilità nella diagnosi delle cisti pancreatiche è stata scoperta dai ricercatori all'Indiana University. L'antigene Carcinoembryonic (CEA) è una proteina connessa con aderenza delle cellule. È presente nei bassi livelli in persone in buona salute, ma è aumentato con determinati tipi di cancri.

Le prove per ciascuna di queste proteine in liquido pancreatico della ciste hanno distinto esattamente SCN da altri tipi di lesioni pancreatiche. Nello studio presente, nel VEGF-A, nello SCN solo e scelto con una sensibilità di 100 per cento e specificità di 83,7 per cento e nel CEA ha avuto una sensibilità di 95,5 per cento e specificità di 81,5 per cento.

Insieme, tuttavia, le prove si sono avvicinate al sistema monetario aureo della prova patologica: La combinazione ha avuta una sensibilità di 95,5 per cento e di una specificità di 100 per cento per SCN. Gli autori dello studio hanno concluso che i risultati della prova di VEGF-A/CEA potrebbero impedire a 26 pazienti di avere ambulatorio inutile.

“Ogni giorno, chirurghi segue i pazienti che hanno cisti pancreatiche che non hanno rischio di cancro ma sono ancora inquietanti. Eseguono la chirurgia o test diagnostici di comportamento appena per assicurarsi non sono sbagliate. Con VEGF-A ed il CEA, crediamo che possiamo inventare una prova che può aiutare quel gruppo di pazienti che non fanno scendere un rischio di cancro il ciclo di prova ed evitare chirurgia che, di per sé, ha un rischio di mortalità o complicazioni,„ ha detto C. Max Schmidt, MD, PhD, FACS, autore di studio e professore di chirurgia e di biologia biochimica/molecolare, scuola di medicina di Indiana University.

Lo studio ha incluso 149 pazienti che hanno subito un'operazione per eliminare una lesione cistica pancreatica. Ventisei di questi pazienti ha avuto SCN. La diagnosi di ogni esemplare chirurgico è stata confermata da esame patologico ed i campioni di liquido pancreatico da tutti i pazienti sono stati provati a VEGF-A ed a CEA secondo i protocolli di prova per l'analisi biochimica enzima-collegata dei liquidi.

L'accuratezza della prova di VEGF-A/CEA deve essere confermata nei grandi studi prospettivi. La prova stessa deve essere eseguita nelle circostanze di controllo di qualità. Fino a creare un laboratorio centrale per rispettare gli standard per l'analisi fluida cistica, il Dott. Schmidt raccomanda che i programmi chirurgici pancreatici inviino gli esemplari al centro pancreatico di individuazione tempestiva della ciste e del Cancro di salubrità di Indiana University a Indianapolis.

“Molti ricercatori stanno cercando gli indicatori biologici per aiutarli per capire quali cisti pancreatiche continuano a formare i cancri. Il nostro laboratorio sta facendo quello, ma egualmente sta cercando gli indicatori per contribuire a determinare quale non hanno mai la probabilità dei cancri diventanti in primo luogo. Questi sono benigni e stanno imbrogliandoci che pensiamo nelle loro potrebbero trasformarsi in in cancri. Se possiamo fare che con fiducia, troveremo i pazienti che possono evitare l'ambulatorio potenzialmente morboso sul pancreas per eliminare qualcosa che non debba mai essere eliminato,„ il Dott. Schmidt ha detto.