Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il consumo del cioccolato e del cacao ha potuto fornire gli effetti benefici sulla funzione conoscitiva

Una dieta equilibrata è cioccolato in entrambe le mani - una frase comunemente usata giustificare quelli comportamento snacking del cioccolato. Una frase ora indicata realmente per harbor una certa verità, come la fava di cacao è una sorgente ricca dei flavanoli: classe A di composti naturali che ha effetti neuroprotective.

Nel loro esame recente pubblicato nelle frontiere in nutrizione, i ricercatori italiani hanno esaminato la documentazione disponibile per gli effetti dell'amministrazione acuta e cronica dei flavanoli del cacao sui domini conoscitivi differenti. In altre parole: che cosa accade al vostro cervello fino ad alcune ore dopo che mangiate i flavanoli del cacao e che cosa accade quando sostenete una dieta flavanolo-arricchita cacao per un periodo prolungato?

Sebbene le prove controllate ripartite con scelta casuale che studiano l'effetto acuto dei flavanoli del cacao siano rade, la maggior parte di loro indicano verso un effetto benefico sulla prestazione conoscitiva. I partecipanti hanno mostrato, tra l'altro, i potenziamenti nella prestazione di memoria di lavoro ed hanno migliorato l'elaborazione delle informazioni visiva dopo che ha flavanoli del cacao. E per le donne, mangiando cacao dopo che una notte della privazione totale di sonno realmente ha neutralizzato il danno conoscitivo (cioè meno accuratezza nell'esecuzione delle mansioni) che una tal notte determina. La promessa risulta per la gente che soffre dalla privazione di sonno o dai turni di lavoro cronici.

Deve essere notato comunque, quello gli effetti dipendeva dalla lunghezza e dal caricamento mentale delle prove conoscitive usate per misurare l'effetto del consumo acuto del cacao. In giovani ed adulti in buona salute, per esempio, una prova conoscitiva esigente di livello è stata richiesta per scoprire gli effetti comportamentistici immediati sottili che i flavanoli del cacao avessero su questo gruppo.

Gli effetti di ingestione relativamente a lungo termine dei flavanoli del cacao (che variano a partire da 5 giorni fino a 3 mesi) è stato studiato generalmente in persone anziane. Risulta quello per loro che la prestazione conoscitiva è stata migliorata da un'assunzione quotidiana dei flavanoli del cacao. I fattori quali l'attenzione, la velocità di trattamento, la memoria di lavoro e la fluidità verbale notevolmente sono stati influenzati. Questi effetti erano, tuttavia, più pronunciati in adulti più anziani con un declino cominciante di memoria o altri danni conoscitivi delicati.

E questo era esattamente il risultato più inatteso e di promessa secondo Valentina Socci autori e Michele Ferrara dall'università di L'Aquila in Italia. “Questo risultato indica il potenziale dei flavanoli del cacao di proteggere col passare del tempo la cognizione in popolazioni vulnerabili migliorando la prestazione conoscitiva. Se esaminate il meccanismo di fondo, i flavanoli del cacao hanno effetti benefici per salubrità cardiovascolare e possono aumentare il volume cerebrale di sangue nella circonvoluzione dentate dell'ippocampo. Questa struttura è danneggiata specialmente invecchiando e quindi dalla sorgente potenziale del declino relativo all'età di memoria in esseri umani.„

Così dovrebbe il cacao trasformarsi in in un supplemento dietetico per migliorare la nostra cognizione? “L'assunzione regolare di cacao e di cioccolato ha potuto effettivamente fornire gli effetti benefici sul funzionamento conoscitivo col passare del tempo. Ci sono, tuttavia, effetti secondari potenziali del cibo il cacao e del cioccolato. Quelli sono collegati generalmente al valore calorico di cioccolato, di alcuni composti chimici inerenti dell'impianto del cacao quali caffeina e teobromina e di vari additivi che aggiungiamo a cioccolato quali lo zucchero o il latte.„

Ciò nonostante, gli scienziati sono i primi per utilizzare i loro risultati in pratica: “Il cioccolato fondente è una sorgente ricca dei flavanoli. Così mangiamo sempre un certo cioccolato fondente. Ogni giorno.„

Source: