Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio evidenzia la tariffa di diagnosi sbagliata nei pazienti del morbo di Alzheimer con psicosi

La gente con il morbo di Alzheimer che avverte la psicosi--compreso i delirii e le allucinazioni--è cinque volte più probabile essere mal diagnosticato con demenza con gli organismi di Lewy confrontati ai pazienti che non fanno, la nuova ricerca suggerisce.

Il morbo di Alzheimer è un tipo di demenza caratterizzato dai giacimenti della proteina nel cervello compreso le cellule cerebrali interne trovate fibre torte. La demenza con gli organismi di Lewy è creduta per essere causata dall'accumulazione di un cumulo anormale differente della proteina trovato in cellule nervose nel cervello. Gli efficaci trattamenti per queste circostanze sono ancora in sviluppo, ma quasi certamente saranno differenti, secondo gli autori.

I ricercatori egualmente hanno trovato che il morbo di Alzheimer è stato mal diagnosticato in 24 per cento di tutti i casi, con il falso positivo ed il falso negativo valuta entrambi che sono 12 per cento. La ricerca precedente ha suggerito che la tariffa di diagnosi sbagliata nel morbo di Alzheimer variasse da 12-23 per cento.

I risultati, pubblicati oggi online in Alzheimer & demenza: La ricerca di traduzione & gli interventi clinici, preoccupazione dell'aumento che ci può essere un sotto-apprezzamento di come i sintomi psicotici comuni sono nel morbo di Alzheimer, hanno detto il Dott. Corinne Fischer, Direttore della clinica di disturbi della memoria all'ospedale di St Michael a Toronto e autore principale dello studio.

“La psicosi può essere un sintomo del morbo di Alzheimer, ma è una funzionalità clinica di definizione in altri tipi di demenze, compreso demenza riferita malattia del Parkinson e demenza con gli organismi di Lewy,„ ha detto. “Di conseguenza, i clinici sono più riluttanti a diagnosticare un paziente con il morbo di Alzheimer quando presentano con i delirii o le allucinazioni.„

Circa 36 per cento della gente con Alzheimer sono pensati per avere delirii e 18 per cento hanno allucinazioni. I sintomi psicotici sono significativi nei pazienti di Alzheimer perché sono stati indicati per essere associati con il carico aumentato sui badante, il declino funzionale aumentato e la progressione più rapida della malattia.

I ricercatori hanno esaminato 961 persone facendo uso dei dati dal database del centro di coordinazione del Alzheimer nazionale, raccolto da 29 centri del morbo di Alzheimer negli Stati Uniti fra 2005 e 2012. Hanno incluso i partecipanti che erano stati diagnosticati clinicamente con Alzheimer mentre erano vivi come pure quelli di cui le autopsie hanno mostrato loro l'impronta i segni fisici di Alzheimer nei loro cervelli.

Pazienti che la psicosi con esperienza ha avuta un'più alta tariffa della diagnosi del falso negativo e un più a tariffa ridotta della diagnosi del falso positivo del morbo di Alzheimer confrontata a coloro che non ha fatto. Se i pazienti hanno avvertito i delirii, le allucinazioni, o una combinazione di entrambe non hanno pregiudicato la tariffa di diagnosi sbagliata, secondo gli autori.

La società del Alzheimer dei preventivi del Canada là è 564,000 persone che vive con la demenza nel Canada e quel numero si pensa che quasi si raddoppi nel corso dei 15 anni futuri, così rinforzando la pertinenza dei risultati dello studio secondo lo studente di Winnie Qian, di una lastra nel programma di ricerca della neuroscienza a St Michael e un autore sullo studio.

“Un vantaggio del nostro studio è che abbiamo usato la diagnosi clinica definitiva dopo gli anni di seguito, in modo dalla tariffa di diagnosi sbagliata che abbiamo descritto è la tariffa nelle circostanze ideali,„ ha detto.

“Questo significa che dovrebbe essere considerato un minimo. Se estrapolate quello e lo applicate alla popolazione in genere, la grandezza del problema potrebbe essere molto maggior.„

Il Dott. Fischer ha detto quando i pazienti non presentano con psicosi, clinici dovrebbe stare più attento quando considera le diagnosi di alternativa al morbo di Alzheimer.

“Molti pazienti di demenza non ricevono mai una diagnosi clinica definitiva mentre sono vivi, in modo dalla speranza è quella capendo che cosa scompone può piombo ad una diagnosi sbagliata, possiamo essere più accurati e fornire ai pazienti la cura migliore,„ ha detto.