Lo Studio rivela la sicurezza dei sedativi paziente-amministrati durante la ventilazione meccanica

La Nuova ricerca adotta un approccio novello alla consegna calmante tradizionale e solo clinico, trovante che quello i pazienti criticamente malati selezionati possono sicuro auto-amministrare i sedativi per gestire la loro ansia durante la ventilazione meccanica.

I Pazienti in unità di cure intensive (ICUs) spesso sono calmati leggermente per promuovere la loro comodità con i respiri meccanici del ventilatore e per diminuire l'ansia. I Clinici usano la valutazione e l'osservazione soggettive del paziente per amministrare i farmaci e la consegna calmante risultante può essere contradditoria attraverso i fornitori e non conforme ai diversi bisogni pazienti.

“La Sicurezza e l'Accettabilità dei Sedativi Paziente-Amministrare Durante la Ventilazione Meccanica„ è pubblicata nell'edizione Del luglio 2017 del Giornale Americano di Cura Critica (AJCC).

Il Piombo dello studio era Linda Chlan, MARINA MILITARE, PhD, il professor di professione d'infermiera e decano di socio per la ricerca di cura alla Clinica di Mayo, Rochester, Minnesota, di cui la ricerca sugli interventi paziente-centrati della gestione di sintomo misura più di 20 anni.

Altri membri del gruppo di ricerca hanno incluso Debra Skaar, PharmD; Maria Fran Tracy, MARINA MILITARE, PhD, CCNS; Kay Savik, MS; e Craig Weinert, MD, MPH, tutto l'associato con l'Università di Minnesota. Altri autori sono Sara Hayes, PharmD, residente della farmacia al Centro Medico Commemorativo Del Nord a Minneapolis e Breanna Hetland, la MARINA MILITARE, il PhD, CCRN-K, collega postdottorale al Banco di Frances Payne Bolton di Professione D'infermiera, la Case Western Reserve University, Cleveland.

“Quanto il più bene gestire i molti sintomi sperimentati dai pazienti che subiscono la ventilazione meccanica senza contribuire alle circostanze ICU-acquistate sfavorevoli rimane una sfida scoraggiante per i clinici,„ Chlan ha detto. “Affrontare queste emissioni complesse richiede gli approcci innovatori e sfidare il modo usuale di gestione dei pazienti criticamente malati. Giustamente autorizzando i pazienti auto-per gestire i loro sintomi, possiamo contribuire a soddisfare le loro esigenze altamente individualizzate della terapia calmante promuovere la comodità.„

Configurazioni di Questo studio sopra la ricerca priore che ha scoperto che i pazienti ricevono la ventilazione meccanica erano disposte, capaci e soddisfatte con la loro capacità auto-di amministrare il farmaco calmante per gestire la loro ansia.

Durante la prova pilota in tre ICUs nel Minnesota, 17 pazienti intubated sono stati definiti a caso auto-per amministrare il dexmedetomidine, che fornisce la sedazione leggera e 20 pazienti sono stati assegnati per ricevere la cura usuale, continuante il loro regime calmante corrente. Soltanto i pazienti che ricevono la ventilazione meccanica che erano disposti e capaci auto-di gestire la terapia calmante erano ammissibili per lo studio.

Pazienti che il dexmedetomidine autosomministrato è stato incaricato per deprimere il pulsante quando hanno ritenuto ansiose o se desiderassero il farmaco per rilassamento. Sono stati permessi fino a tre boli autosomministrati della terapia calmante all'ora, con una serrata minuta 20. Il Lato Del Letto cura egualmente ha regolato la tariffa basale di infusione, secondo i tentativi del bolo dei pazienti nelle due ore precedenti.

In Generale, i risultati indicano che il dexmedetomidine è sicuro, facendo uso dei criteri predefiniti, per un campione selezionato dei pazienti durante la parte successiva e più stabile di ventilazione meccanica. I Cambiamenti nella frequenza cardiaca e nell'ipotensione delicata durante l'infusione erano comparabili a quelli celebri con i sedativi clinico-amministrati. Non auto--extubations accaduto in pazienti ripartiti con scelta casuale al gruppo di dexmedetomidine.

Un'indagine di seguito egualmente ha trovato che una maggioranza dei pazienti nel gruppo sperimentale è stata soddisfatta con la loro capacità auto-di amministrare la terapia calmante per gestire l'ansia e raggiungere il rilassamento. La Loro capacità di gestire l'ansia era comparabile a quella dei pazienti che hanno ricevuto il farmaco clinico-amministrato.

Interessante, nessun paziente nel gruppo di dexmedetomidine ha avvertito il delirio dopo l'iscrizione, mentre quattro pazienti nel gruppo usuale di cura hanno fatto. I ricercatori raccomandano ulteriore prospezione nei più grandi studi per determinare se alla la sedazione controllata a paziente possa raggiungere clinicamente i risultati pertinenti, quali la durata di scarsità di ventilazione meccanica, la prevenzione del delirio ed il ripristino migliore dopo la malattia critica.

Sorgente: https://www.aacn.org/