Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il colorante naturale trovato in verdure ha potuto sopprimere l'infiammazione, ritrovamenti di studio

La luteina, una sostanza nutriente trovata in parecchie verdure molto colorate e frutta, può sopprimere l'infiammazione, secondo un nuovo studio dai ricercatori all'università di Linköping, la Svezia. I risultati, pubblicati nell'aterosclerosi, indicano che la luteina stessa ha effetti antinfiammatori in pazienti con la coronaropatia.

L'infiammazione è un fattore chiave in molti tipi di coronaropatie, quali infarto miocardico ed angina.

“Un considerevole numero dei pazienti che hanno avvertito ancora l'infarto miocardico ha infiammazione cronica a basso livello nell'organismo, anche dopo la ricezione del trattamento efficace con maggiore, le droghe ed i cambiamenti di stile di vita. Sappiamo che l'infiammazione cronica è associata con una prognosi più difficile,„ diciamo Lena Jonasson, professore nel dipartimento delle scienze di salubrità e mediche e consulente in cardiologia, che piombo lo studio.

La ricerca precedente ha suggerito che la nostra dieta influenzasse i trattamenti infiammatori nell'organismo. Un gruppo di sostanze che possono essere interessanti è i carotenoidi, una famiglia numerosa dei coloranti naturali solubili nel grasso trovati in impianti. Il beta-carotene ed il lycopene sono fra le sostanze più ben note nella famiglia. Parecchi studi precedenti hanno indicato che i livelli di carotenoidi sono correlati inversamente con gli indicatori di infiammazione. La domanda si è posta così se i carotenoidi stessi hanno effetti antinfiammatori.

Gli studi più precedenti sulla relazione fra i carotenoidi e l'infiammazione sono stati effettuati sugli animali o l'essere umano in buona salute si offre volontariamente. Tuttavia, le celle del sistema immunitario nella gente con infiammazione a basso livello sono a stimolo più incline e possono reagire diversamente che le celle corrispondenti in gente in buona salute. I ricercatori che hanno effettuato il nuovo studio, quindi, hanno voluto studiare se il carotenoide avesse effetti antinfiammatori in pazienti con la coronaropatia.

“Il nostro studio conferma quel carotenoide un particolare, luteina, può sopprimere l'infiammazione a lungo termine in pazienti con la coronaropatia. Egualmente abbiamo indicato che la luteina è assorbita e memorizzata dalle celle del sistema immunitario nel sangue,„ diciamo Rosanna Chung, postdoc al dipartimento delle scienze di salubrità e mediche all'università di Linköping.

I ricercatori hanno cominciato misurando i livelli dei sei carotenoidi più comuni nel sangue da 193 pazienti con la coronaropatia. Allo stesso tempo, hanno misurato il livello di infiammazione nel sangue facendo uso dell'indicatore infiammatorio interleukin-6, IL-6. La luteina era il solo carotenoide di cui livellato è stato correlato con IL-6. Il livello elevato di luteina nel sangue, più basso il livello di IL-6.

“I pazienti stavano ricevendo il trattamento migliore per la loro malattia secondo le linee guida cliniche, ma nondimeno, molte di loro hanno avute un'infiammazione persistente. Allo stesso tempo, i pazienti hanno avuti livelli più bassi di luteina,„ dice Lena Jonasson.

Ciò piombo i ricercatori studiare se la luteina può influenzare le celle nel sangue che sono coinvolgere nei trattamenti infiammatori. Hanno raccolto le celle del sistema immunitario da sangue dai pazienti con la coronaropatia. Hanno trovato che l'attività infiammatoria delle celle è diventato significativamente più bassa quando sono stati curati con luteina.

I ricercatori ora pianificazione studiare se l'assunzione aumentata dei ricchi dell'alimento in luteina ha un effetto positivo sul sistema immunitario in pazienti con la coronaropatia. Le verdure con le foglie verde scuro, quale spinaci, sono particolarmente ricche in luteina.