Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il Cocktail delle droghe per i pazienti di HIV con le morti diminuite immunosoppressione avanzata da 27%, studio mostra

Uno studio pubblicato in New England Journal di Medicina il 20 luglio 2017th suggerisce che un cocktail delle droghe, se all'inizio della terapia del HIV, possa salvare oltre 10.000 vite all'anno.

Il HIV, che è diagnosticato spesso tardi, lascia la gente vulnerabile ad altre malattie devastando il sistema immunitario. Il HIV direttamente non causerà la morte, ma, esporrà l'organismo della persona alle varie infezioni batteriche pericolose come la tubercolosi o polmonite e la meningite criptococcica che causano i funghi.

Anche se le droghe utilizzate nella terapia del antiretroviral potrebbero ripristinare il sistema immunitario, cominciare questa terapia comprende il rischio enorme. Se il sistema immunitario identifica qualunque infezioni tutte di in qualunque momento, può lanciare i forti attacchi, diventanti nocivi all'organismo. Per esempio, tali attacchi causati nel cervello possono anche essere interni.

Immagine: animazione 3D di Infezione HIV e delle celle CD4.

La prova che ha puntato su affrontare questa emissione ha campionato 1.805 pazienti, superiore a cinque anni, dall'Uganda, dallo Zimbabwe, dal Malawi e dal Kenya.

Per trattare le infezioni opportunistiche, una combinazione di droghe è stata fornita ai pazienti all'inizio della terapia del HIV. Con il farmaco standard del antiretroviral, gli antibiotici sono stati inclusi nel loro trattamento e sono stati dati ai pazienti con un conteggio del CD meno di 100.

Un conteggio del CD è utilizzato nella misurazione della salubrità del sistema immunitario. In confronto ai pazienti che hanno un conteggio del CD oltre 100, i pazienti con un conteggio inferiore a 50 hanno una probabilità più alta 6 volte della morte in 24 settimane.

Solitamente, nelle settimane della diagnosi, oltre 10 pazienti sarebbe morto. Ma, secondo lo studio, la terapia preventiva piombo all'autunno delle morti da 27%. Egualmente ha fatto diminuire la tubercolosi da 28%, la malattia criptococcica da 62% e la candidosi da 58%. Una riduzione dell'ospedalizzazione da 17% inoltre è stata veduta. Complessivamente, le vite di 3 pazienti fra 100 curati sono state salvate.

Prof. Diana Gibb, un autore dello studio dall'Unità di Test Clinici del MRC del REGNO UNITO ha commentato che la terapia, che ha potenziale enorme, è un intervento supplementare relativamente semplice. Egualmente ha aggiunto che l'approccio era “molto redditizio in tutto l'Africa„ e “pensiamo che questa dovrebbe trasformarsi in in parte delle linee guida„.

In paragone al trattamento standard, la medicina costa $5 extra per paziente. Le prove Costose per ogni infezione non sono stato necessarie esclusivamente come tutti i medicinali sono prescritti ad ogni paziente.

Secondo le osservazioni del Dott. Carl Dieffenbach, il Direttore della divisione degli Aiuti all'interno degli Istituti degli STATI UNITI della Sanità Nazionali, l'idea lo ha portato di nuovo sui periodi più in anticipo quando tratta le infezioni opportunistiche nel paziente di HIV/AIDS è stata data più priorità.

“Penso sia la medicina migliore potreste fare, la sfida per i dipartimenti di salubrità intorno al mondo sia essi in gran parte abbia ritenuto che potrebbero uscire di occuparsi delle infezioni opportunistiche. Non possono trascurare questa popolazione dei pazienti che, non sono abbastanza per metterli appena sulla terapia del antiretroviral,„ ha aggiunto.

Durante la prova, una serie di pazienti sono sembrato in buona salute anche dopo la diagnostica con il HIV. 50% di loro ha fatto nemmeno manifesto tutti i sintomi malgrado il loro conteggio medio CD4 che è appena 36.

DRS. Nathan Ford e Megaohm Doherty, dall'Organizzazione mondiale della sanità, ha detto che esiste un'esigenza di un fuoco rinnovato sulla risposta ai bisogni dei pazienti con un'Infezione HIV più severa, che sono ad un maggior rischio di malattia come pure di morte.

Sorgenti: