Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

l'uso della E-sigaretta può non influenzare mai la sperimentazione successiva della sigaretta in fumatori

I giovani che hanno provato una e-sigaretta possono essere più probabili continuare a fumare le sigarette rispetto a coloro che non ha, uno studio piombo dall'università di ricercatori di Stirling hanno suggerito.

La ricerca non ha trovato mai un collegamento fra uso della e-sigaretta “in fumatori„ - coloro che non ha provato mai il fumo - e la loro prima sperimentazione successiva con le sigarette durante il seguente anno.

Il Dott. Catherine il Best, ricercatore all'università di Stirling, ha detto: “I nostri risultati sono largamente simili a quelli altri da otto studi degli Stati Uniti; tuttavia, questo è il primo studio da riferire dal Regno Unito.

“Unicamente, egualmente abbiamo trovato che l'uso della e-sigaretta non ha avuto mai un maggior impatto sulle probabilità della sperimentazione della sigaretta nei fumatori dei giovani che hanno avuti un'intenzione costante di non fumare e/o di cui gli amici non hanno fumato. Tradizionalmente, questo è il gruppo di giovani il più minimo probabilmente per prendere il fumo.„

La ricerca, condotta dal gruppo della VISUALIZZAZIONE, una collaborazione fra le università di Stirling, St Andrews e Edimburgo e ScotCen, messo a fuoco sugli allievi a quattro scuole secondarie scozzesi. I giovani invecchiati fra 11 e 18 anni erano ancora a febbraio esaminato/marzo 2015 e poi 12 mesi più successivamente. L'indagine di iniziale 2015 non ha trovato mai quella fra i 2.125 fumatori, 183 (8,6%) hanno detto che avevano provato una e-sigaretta e 1.942 non hanno avuti.

L'indagine 2016 ha trovato che 74 (40,4%) di coloro che aveva provato una e-sigaretta nell'indagine di iniziale 2015, hanno continuato a fumare una sigaretta nei 12 mesi successivi - confrontato a soltanto 249 (12,8%) dei giovani che non avevano provato una e-sigaretta.

L'effetto è rimanere statisticamente significativo anche dopo registrare per ottenere altri fattori che influenzano l'assorbimento di fumo compreso predisposizione di fumo, aventi amici che fumano, se i membri della famiglia fumano, invecchiano, sesso, affluenza della famiglia, gruppo etnico e banco.

“I fumatori dei giovani non sono mai più probabili sperimentare con le sigarette se hanno provato una e-sigaretta,„ lo studio conclusivo.

La pubblicazione, relazione fra la prova una sigaretta elettronica e della sperimentazione successiva della sigaretta in adolescenti scozzesi: uno studio di gruppo, è stato pubblicato nel giornale di controllo del tabacco di British Medical Journal.

Biancospino di battuta, professore di pubblico e di salubrità della popolazione a Stirling, aggiunto: “Il maggior impatto di uso della e-sigaretta sui giovani probabilmente ad più a basso rischio di iniziare il fumo è di interesse particolare.

“Ulteriore ricerca è richiesta per scoprire come la sperimentazione con le e-sigarette potrebbe influenzare gli atteggiamenti al fumo nei giovani tradizionalmente ad più a basso rischio dei fumatori diventanti e d'importanza quanto di questo gruppo che sperimentano con le sigarette continui a fumare regolarmente.„