I Ricercatori identificano alle le raccomandazioni basate a prova migliorare il ripristino postoperatorio del paziente

I Collaboratori in un nuovo programma nazionale per gli ospedali hanno progettato per migliorare il ripristino dei pazienti chirurgici hanno identificato il loro primo insieme alle delle raccomandazioni basate a prova: una pianificazione di cura per il colon e le procedure chirurgiche rettali. Questa rassegna di migliore prova scientifica disponibile per cura ottimale prima, durante e dopo che le operazioni colorettali è pubblicata online come “articolo in stampa„ sul Giornale dell'Istituto Universitario Americano del sito Web dei Chirurghi prima della pubblicazione della stampa.

Gli autori presentano ad una componente 12 la via clinica (o pianificazione standardizzata di cura) nell'articolo, che costruisce per principi postoperatori migliorati di ripristino. Molti studi già hanno indicato che il ripristino migliorato pratica i bassi costi, migliorano la sicurezza ed accelerano il ripristino per i pazienti chirurgici mentre aumentano la soddisfazione paziente.

La nuova via clinica è una compilazione completa degli elementi chiave del ripristino migliorato come pure delle linee guida correnti degli Stati Uniti per la prevenzione di parecchie complicazioni postoperatorie comuni. Queste complicazioni comprendono l'infezione chirurgica del sito (SSI), il thromboembolus venoso (coagulo di sangue) e l'infezione di apparato urinario catetere-associata (UTI), secondo lo Stoppino di Elizabeth del co-author di studio, il MD, FACS, il professore associato di chirurgia all'Università di California San Francisco e un docente di memoria all'Istituto di Armstrong della Medicina di Johns Hopkins per la Sicurezza e la Qualità Pazienti, Baltimora.

“Il Nostro lavoro è unico perché non è appena una linea guida. È ad un esame basato a prova come componente di più grande piano d'attuazione che supporterà e centinaia di guida di ospedali traduce la migliore prova per cura perioperative in pratica clinica,„ ha detto il Dott. Wick, riferentesi all'Agenzia per la Ricerca di Sanità ed al Programma di Sicurezza di Qualità (AHRQ) per il Miglioramento la Cura e del Ripristino Chirurgici (ISCR), corrente amministrato dall'Istituto Universitario Americano dei Chirurghi (ACS).

Costituito Un Fondo Per e guida dal AHRQ, il ISCR è una collaborazione con il ACS e l'Istituto di Armstrong della Medicina di Johns Hopkins per la Sicurezza e la Qualità Pazienti. Gli scopi di Programma sono di migliorare i risultati clinici (risultati misurabili di cura) e l'esperienza paziente, di diminuire le complicazioni e la lunghezza della degenza in ospedale ed aumentare il risparmio di temi. Per compire questi scopi, gli ospedali partecipanti riceveranno la formazione, gli strumenti e la preparazione del supporto come srotolano la stessa via clinica come pure accedono ad una registrazione quella conformità delle piste.

Il ACS già ha cominciato a reclutare gli ospedali in tutto gli Stati Uniti (Porto Rico compreso) per partecipare al programma libero e continuerà gli sforzi di assunzione nel corso dei cinque anni successivi. Il Suo scopo è 750 ospedali per le cinque fasi del programma. Il ISCR sarà diviso in cinque gruppi delle specialità chirurgiche, con i gruppi successivi che mettono a fuoco sul miglioramento della cura in ortopedia, ambulatorio ginecologico, chirurgia generale di emergenza ed ambulatorio bariatric.

Il 1° luglio Lanciato, il gruppo colorettale della chirurgia continuerà ad iscrivere gli ospedali ai prossimi mesi, il Dott. Wick ha specificato. L'ambulatorio Colorettale è stato scelto come il primo gruppo, ha detto, perché la maggior parte dei principi migliorati di ripristino sono più ben sviluppati per le operazioni colorettali e queste operazioni, che comprendono il trattamento del colon e delle malattie infiammatorie rettali e del cancro di viscere, sono comuni. Ha aggiunto che la variabilità nei risultati degli ospedali e nelle tariffe di complicazione clinici per le procedure colorettali permette “la stanza per miglioramento.„

A Raccomandazioni Basate a prova

Per sviluppare la via clinica colorettale, gli autori di studio hanno usato un approccio sistematico ad esaminare la prova scientifica che supporta la cura perioperative per le operazioni colorettali. Per ogni componente proposta di via ricavata dalla letteratura scientifica o suggerita dagli esperti tematici, i ricercatori hanno esaminato gli articoli Della Lingua Inglese pertinenti pubblicati prima del dicembre 2016. Le Sorgenti hanno compreso gli studi originali, le recensioni sistematiche, le linee guida organizzative e le perizie.

I ricercatori hanno identificato 12 componenti, o i best practice, includere nella via colorettale di ISCR che comprende la portata completa di cura chirurgica. Queste componenti variano dalle misure preoperatorie, quale formazione di paziente circa l'operazione, ai punti postoperatori, comprendenti la rimozione iniziale del catetere della vescica urinaria per impedire UTIs in relazione con il catetere.

Fra le componenti postoperatorie, il Dott. Wick ha sottolineato l'importanza degli ospedali che promuovono la nutrizione e la mobilità orali iniziali “per ottenere il migliore più veloce più veloce e domestico paziente.„

Parecchi studi indicano che l'introduzione di alimento regolare in 24 ore di un'operazione ha accorciato la degenza in ospedale ed ha diminuito le complicazioni. Uno studio di esame ha dimostrato un rendimento più rapido della funzione delle viscere e di più breve ospedalizzazione quando i pazienti sono uscito del letto ed hanno camminato in 12 - 24 ore postoperatorio.

Un'Altra componente di via è preparato meccanico delle viscere, o viscere che di svuotamento, più la terapia antibiotica orale prima di un'operazione colorettale di nonemergency. Sebbene al il Ripristino Migliorato Basato a Europa Dopo Che la Società della Chirurgia si pronuncia contro l'uso del preparato meccanico sistematico delle viscere a causa del rischio di disidratazione, il Dott. Wick ha detto che questo rischio potenziale è superato da una probabilità diminuita di SSIs, come riportato nei 2016 ACS e nelle linee guida Chirurgiche della Società di Infezione.6

“Dobbiamo considerare l'intero paziente ed impedire tutti i problemi potenziali relativi ad un'operazione,„ ha spiegato. “I dati sono chiari che la combinazione di preparato delle viscere più gli antibiotici orali per uccidere i batteri è il migliore modo impedire SSIs in queste operazioni.„

Vantaggi di una Registrazione Clinica

Gli Ospedali che partecipano al ISCR possono tenere la carreggiata la loro conformità facendo uso di nuova via clinica con una registrazione fornita dalla Divisione di ACS della Ricerca e della Cura Paziente Ottimale. I Partecipanti egualmente forniranno i loro risultati, quali la durata del soggiorno e la tariffa di riammissione all'ospedale, in questo database e riceveranno i confronti di benchmarking con la prestazione di altri partecipanti.

“La registrazione,„ il Dott. Wick ha detto, “aiuterà gli ospedali per concentrare i loro sforzi di miglioramento di qualità dove necessario e motivi il gruppo chirurgico con i loro successi.„

Coauthor Clifford Y. Ko, il MD, il MS, MSHS, FACS, Direttore della Divisione di ACS della Ricerca e la Cura Paziente Ottimale, ha detto che invitare il programma, che comprende le tecniche di gestione delle modifiche, per avere un effetto principale.

“Equo un grande numero degli ospedali imparerà come applicare questo programma pluridisciplinare di cura, che migliorerà la cura paziente,„ il Dott. Ko ha detto. “Anche se degli ospedali già hanno provato i protocolli migliorati di ripristino, miglioreranno.„

Ha aggiunto che le lezioni istruite da questo progetto permetteranno che la Divisione di ACS della Ricerca e della Cura Paziente Ottimale continui questo lavoro dopo le estremità di finanziamento.

“Potremo aiutare gli ospedali partecipanti per applicare e sostenere l'uso dei protocolli migliorati di ripristino ed ampliare il programma ad altrettanti ospedali come possibile e ad altre aree chirurgiche oltre ai cinque iniziali,„ il Dott. Ko ha detto.

Sorgente: https://www.facs.org/media/press-releases/2017/colorectal080817