Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

la molecola del tipo di droga sembra interferire con la risposta infiammatoria nella varietà di malattie

Una molecola del tipo di droga sviluppata dai ricercatori di duca Health sembra intercedere in una risposta infiammatoria che è al centro di varie malattie, compreso i certi cancri, artrite reumatoide e morbo di Crohn.

La molecola, chiamata Takinib, lavora ad una proteina di cella-segnalazione chiamata alfa di fattore di necrosi tumorale, o TNF-alfa, che è un contributore importante ad infiammazione del tessuto. Negli ultimi anni, parecchie droghe biologiche sono state sviluppate per interferire con l'TNF-alfa e per trattare entrambi i disordini autoimmuni ed alcuni cancri, ma i pazienti sviluppano spesso la resistenza o gli effetti secondari.

Il gruppo di duca, il cavo da Timothy Haystead, il Ph.D., un professore nel dipartimento di biologia del Cancro e di farmacologia ed Emily il Derbyshire, il Ph.D., assistente universitario nel dipartimento di chimica, hanno eseguito agli gli esperimenti basati a cella per imparare come la molecola di Takinib influenza una serie di eventi per sopprimere la morte delle cellule. Il loro lavoro compare nell'emissione del 17 agosto della biologia del prodotto chimico delle cellule del giornale.

I ricercatori hanno trovato che Takinib inibisce un enzima chiamato TAK-1, che servisce da sopravvivenza gestente delle cellule dell'opzione nel trattamento di segnalazione dell'TNF-alfa.

“Il bilanciamento delicato fra la sopravvivenza e la morte è interrotto spesso nella malattia e questa molecola può mirare al trattamento,„ Haystead ha detto. “Questo composto ha potuto potenzialmente migliorare le parti positive dell'TNF-alfa soltanto mirando alle celle del tumore o alle celle infiammatorie.„

Il composto egualmente sembra essere efficace nelle piccole quantità, potenzialmente diminuenti la tossicità che è stata indicata in composti biologici che mirano alla stessa via infiammatoria.

Il Derbyshire ha detto che gli studi supplementari sono in corso provare Takinib in animali, mettenti a fuoco in primo luogo sugli effetti della molecola nell'artrite reumatoide per determinare se potrebbe avere il vantaggio terapeutico e poi espansione ad altre malattie, compreso malaria.

“Takinib è unico affinchè la sua capacità miri selettivamente ad una via, poiché molti inibitori chiudono tutto giù,„ il Derbyshire ha detto. “Sembra avere una capacità più chirurgica di inibire questa via.„