Due medicine anticlotting meglio alla diminuzione sanguinando rischio che terapia tripla

Usando appena due medicine anticlotting per i pazienti che hanno fibrillazione atriale ed hanno avuti uno stent collocato in un'arteria del cuore è più sicuro di facendo uso del trattamento standard corrente di tre farmaci, secondo un nuovo studio presentato da Brigham e dal cannone di Christopher del cardiologo dell'ospedale delle donne, MD, alla società europea della cardiologia e pubblicato simultaneamente in New England Journal di medicina. La prova del PCI di RE-DUAL, promossa da Boehringer Ingelheim, trovato che usando il dabigatran dell'anticoagulante con una seconda droga anticlotting (clopidogrel o ticagrelor) potrebbe diminuire il rischio di maggiore o clinicamente spurgo non principale pertinente ha paragonato a usando il warfarin all'aspirina e clopidogrel o ticagrelor. Il gruppo di ricerca ha verificato due dosaggi del dabigatran. Il rischio di spurgo è stato tagliato dalla metà per i pazienti che hanno ricevuto la dose di mg 110 e da un quarto per coloro che ha ricevuto la dose di mg 150 del dabigatran, confrontato a warfarin. Nessun aumento negli eventi cardiaci relativi alla coagulazione è stato veduto.

“Quando curiamo i pazienti che hanno fibrillazione atriale ed hanno bisogno di uno stent, dobbiamo stendere un bilancio difficile fra il rischio di coagulazione e rischio di spurgo,„ ha detto il cannone. “Il nostro studio trova che i pazienti che hanno ricevuto due farmaci anticlotting - compreso uno di più nuova classe di droga hanno avuti meno eventi di spurgo senza essere più a rischio di un colpo o altri eventi cardiaci.„

Ogni anno, circa 900.000 interventi coronari percutanei (PCIs) sono realizzati in cui uno stent è collocato in un'arteria del cuore. Circa 10 per cento dei pazienti che ricevono questa procedura hanno la fibrillazione atriale, fremere o battito cardiaco irregolare che possono piombo ai coaguli di sangue ed al colpo. Fino ad oggi, la maggior parte delle linee guida hanno raccomandato di curare questi pazienti con “una terapia tripla„ che warfarin e aspirina inclusi con un'altra droga antitrombotica per diminuire il rischio di colpo. Ma questo piombo ai tassi alti di eventi di spurgo.

La prova del PCI di RE-DUAL ha precisato per provare se una terapia antitrombotica doppia - in quale aspirina è stata omessa e il dabigatran ha sostituito warfarin - potrebbe diminuire sicuro sanguinare gli eventi senza rischio aumentante di colpo. La prova è stata progettata e piombo da un comitato di coordinamento esecutivo e dal garante, Boehringer Ingeheim, il produttore del dabigatran, in collaborazione con un comitato di coordinamento internazionale.

La prova ha incluso 2.725 pazienti con la fibrillazione atriale che aveva subito stenting. I pazienti sono stati ripartiti con scelta casuale per ricevere la terapia tripla con warfarin o la terapia del doppio di dabigatran, con due regimi provati facendo uso di 110 o 150 mg di dabigatran catturati due volte al giorno.

In generale, circa 26,9 per cento dei pazienti sulla triplo-terapia del warfarin hanno avvertito l'emorraggia, rispetto a 15,4 per cento dei pazienti sulla doppia terapia alla dose di mg 110 del dabigatran. Circa 20,2 per cento dei pazienti sulla doppia terapia con la dose di dabigatran di mg 150 hanno avvertito l'emorraggia confrontata a 25,7 per cento del gruppo triplo corrispondente di terapia del warfarin. Il colpo ed altri arrivi avversi seri non hanno differito dal gruppo.

Altri studi recenti egualmente hanno suggerito che l'aspirina cadente dalla terapia tripla potesse contribuire a fare diminuire gli eventi di spurgo. IL PCI di RE-DUAL offre la potenza più statistica che questi studi precedenti.

“Questi dati molto stanno rassicurando,„ ha detto il cannone. “Ora abbiamo nuove informazioni per aiutare selezionato il giusto trattamento per i diversi pazienti - che è stato duro fin qui e questo studio può aiutare.„

Dabigatran fa parte di nuova classe di anticoagulanti conosciuti come NOACs (anticoagulanti orali novelli). Le analisi recenti di confronto dei costi di NOACs contro warfarin per il trattamento della fibrillazione atriale hanno suggerito che mentre NOACs ha costato più del warfarin, l'uso di NOACs potesse essere redditizio, in parte perché il warfarin richiede le analisi del sangue ed il tempo mensili del personale del clinico procedere agli adeguamenti per determinare se il dosaggio della droga è appropriato.