La tendenza Umana per lo sbadiglio contagioso avviato dai riflessi primitivi nel cervello, la ricerca suggerisce

Ritenere stanco? Anche se non siamo stanchi, perché sbadigliamo se qualcun altro fa? Gli Esperti all'Università di Nottingham hanno pubblicato la ricerca che suggerisce che la tendenza umana per lo sbadiglio contagioso fosse avviata automaticamente dai riflessi primitivi nella corteccia di motore primaria -- un'area del cervello responsabile della funzione di motore.

Il Loro studio -- “Una base neurale per lo sbadiglio contagioso„ -- è stato pubblicato nella Biologia accademica della Corrente del giornale. È un'altra fase nella loro ricerca sulla biologia di fondo dei disordini neuropsichiatrici e della loro ricerca di nuovi metodi di trattamento.

I Loro ultimi risultati indicano che la nostra capacità di resistere a sbadigliare quando qualcun altro vicino noi sbadigli è limitato. Ed il nostro stimolo a sbadigliare è aumentato se siamo incaricati di resistere a sbadigliare. Ma, non importa come proviamo duro a soffocare uno sbadiglio, potrebbe cambiare come sbadigliamo ma non altererà la nostra tendenza a sbadigliare. D'importanza, hanno scoperto che lo stimolo a sbadigliare -- la nostra tendenza per lo sbadiglio contagioso -- è determinato a ciascuno di noi.

Stephen Jackson, il Professor della Neuroscienza Conoscitiva, nel Banco della Psicologia, piombo lo studio pluridisciplinare. Ha detto: “Suggeriamo che questi risultati possano essere particolarmente importanti nella comprensione più ulteriormente dell'associazione fra l'eccitabilità del motore e l'avvenimento del echophenomena in una vasta gamma di circostanze cliniche che sono state collegate all'eccitabilità corticale aumentata e/o all'inibizione fisiologica in diminuzione quali l'epilessia, la demenza, l'autismo e la sindrome di Tourette.„

Echophenomena non è appena un tratto umano

Lo sbadiglio Contagioso è avviato involontariamente quando osserviamo un altro sbadiglio della persona -- è un modulo comune del echophenomena -- l'imitazione automatica delle parole di un altro (echolalia) o degli atti (echopraxia). E non è appena esseri umani che abbiano una tendenza per lo sbadiglio contagioso -- gli scimpanzè ed i cani lo fanno anche.

Echophenomena può inoltre essere veduto in una vasta gamma di circostanze cliniche collegate all'eccitabilità corticale aumentata e/o all'inibizione fisiologica in diminuzione quali epilespsy, demenza, autismo e la sindrome di Tourette.

La base neurale per lo sbadiglio contagioso

La base neurale per il echophenomena è sconosciuta. Per verificare il collegamento fra l'eccitabilità del motore e la base neurale a sbadiglio contagioso il gruppo di ricerca di Nottingham ha usato lo stimolo magnetico transcranial (TMS). Hanno reclutato 36 adulti per aiutare con il loro studio. Questi volontari hanno osservato i videoclip che mostrano qualcun altro che sbadiglia e che sono stati istruiti a resistono a sbadigliare o permettersi che sbadiglino.

I partecipanti videoed interamente ed i loro sbadigli e gli sbadigli soffocati sono stati contati. Inoltre, l'intensità dello stimolo percepito di ogni partecipante a sbadigliare è stata registrata continuamente.

Facendo Uso di stimolo elettrico potevano egualmente aumentare lo stimolo a sbadigliare.

Georgina Jackson, il Professor di Neuropsicologia Conoscitiva nell'Istituto della Salute mentale, ha detto: “Questa ricerca ha indicato che “lo stimolo„ è aumentato provando a fermarsi. Facendo Uso di stimolo elettrico potevamo aumentare l'eccitabilità ed in tal modo aumentare la tendenza per lo sbadiglio contagioso. In Tourettes se potessimo diminuire l'eccitabilità che potremmo diminuire le tacche ed in quello è a cui stiamo lavorando.„

La ricerca dei trattamenti personali

TMS è stato usato per quantificare l'eccitabilità corticale del motore e l'inibizione fisiologica per ogni partecipante e per predire la tendenza per lo sbadiglio contagioso attraverso tutti i volontari.

Le misure di TMS sono risultato essere preannunciatori significativi di sbadiglio contagioso ed hanno dimostrato che ogni tendenza delle persone per lo sbadiglio contagioso è determinata dall'eccitabilità corticale e dal inhibiton fisiologico del cortext primario del motore.

La ricerca è stata costituita un fondo per dalla borsa di formazione di laurea di ESRC a Beverley J Brown e fa parte di nuova ricerca principale Biomedica del Centro (BRC) di Ricerca di Nottingham sulla tecnologia di salute mentale allo scopo di usando le tecniche di rappresentazione del cervello per capire come la neuro modulazione funziona.

Il Professor Stephen Jackson ha detto: “Se possiamo capire come le alterazioni nell'eccitabilità corticale provocano i disordini neurali possiamo potenzialmente invertirli. Stiamo cercando la non droga potenziale, i trattamenti personali, facendo uso di TMS che potrebbe essere affettivo in inbalances di modulazione nelle reti del cervello.„

Ciò l'ultima ricerca segue la pubblicazione del loro studio “Sull'anatomia funzionale dell'stimolo-per-atto„ che ha esaminato parecchi disordini neuropsichiatrici comuni connessi con le sensazioni corporee che sono percepite come stimolo per atto.

Sorgente: http://www.nottingham.ac.uk/