Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati identificano e mirano all'area specifica del cervello relativa alle voci di audizione del `' nella schizofrenia

Per la prima volta, gli scienziati hanno identificato precisamente e mirato a un'area del cervello che è compreso “nell'audizione esprime„, sperimentato da molti pazienti con la schizofrenia. Hanno potuti indicare in una prova controllata che mirare a questa area con gli impulsi magnetici può migliorare il termine in alcuni pazienti. Questo lavoro clinico in anticipo è presentato alla conferenza di ECNP a Parigi martedì 5 settembre, con la pubblicazione successiva nel bollettino della schizofrenia.

“Questa è la prima prova gestita per determinare precisamente un'area anatomicamente definita del cervello dove gli impulsi magnetici ad alta frequenza possono migliorare sentire parlare esprime„, hanno detto il ricercatore del cavo, il professor Sonia Dollfus (università di Caen, di CHU, di Francia).

La schizofrenia è un problema sanitario di salute mentale a lungo termine serio. La gente con la schizofrenia avverte un intervallo dei sintomi, che possono comprendere i delirii, i pensieri confusi e le allucinazioni. Uno del più noto sta sentendo le voci, anche conosciute come allucinazione verbale uditiva (AVH), che intorno 70% della gente con la schizofrenia avvertono ad un certo punto. Queste voci, possono “essere sentite„ come avendo varie caratteristiche differenti, per esempio come interno o esterno, amichevole o minacciando, possono essere continuamente presenti o presenti soltanto occasionalmente, ecc.

Lo stimolo magnetico Transcranial (TMS) è stato suggerito come modo possibile di trattamento delle voci sententi parlare nella schizofrenia. TMS usa gli impulsi magnetici al cervello ed è stato indicato per essere efficace in parecchie circostanze psichiatriche. Tuttavia, c'è una mancanza di prove controllate per indicare che TMS funziona efficacemente con le vittime di AVH.

Il gruppo di ricerca francese ha lavorato con 26 pazienti che hanno ricevuto il trattamento attivo di TMS e 33 come gruppo di controllo, che ha ricevuto il trattamento finto (del placebo). I ricercatori hanno intervistato i pazienti che usando un protocollo standard - la scala di valutazione uditiva di allucinazioni - che ha rivelato la maggior parte delle caratteristiche delle voci che stavano sentendo. I pazienti curati hanno ricevuto una serie di impulsi magnetici ad alta frequenza di 20 hertz oltre 2 sessioni un il giorno per i 2 giorni. Facendo uso di imaging a risonanza magnetica (MRI), gli impulsi sono stati mirati a ad un'area specifica del cervello nel lobo temporale, che è associato con il linguaggio (l'area esatta è l'incrocio della proiezione del ramo ascendente del solco laterale sinistro e del solco temporale superiore sinistro)

Dopo 2 settimane, i pazienti sono stati rivalutati. I ricercatori hanno trovato che 34,6% dei pazienti che sono trattati da TMS hanno mostrato una risposta significativa, mentre soltanto 9,1% dei pazienti nel gruppo finto hanno risposto (" la risposta significativa„ è stata definita mentre una diminuzione più di di 30% nel punteggio uditivo totale della scala di valutazione di allucinazioni).

Il professor Sonia Dollfus ha detto: “Le allucinazioni verbali uditive, o “le voci di audizione„ possono essere un sintomo preoccupante della schizofrenia, sia per i pazienti che per quelli vicino alle vittime. Ciò è la prima prova gestita per mostrare un miglioramento in questi pazienti l'ottimizzazione dell'area specifica del cervello ed usando l'alta frequenza TMS. Ciò significa due cose; in primo luogo sembra che ora possiamo dire con una certa certezza che abbiamo trovato un'area anatomica specifica del cervello connesso con le allucinazioni verbali uditive nella schizofrenia. Secondariamente, abbiamo indicato che il trattamento con alta frequenza TMS fa una differenza almeno ad alcune vittime, sebbene ci fosse parecchio da fare prima che sapessimo se TMS è il migliore itinerario per curare questi pazienti a lungo termine„.

Il commento, il professor Andreas Meyer-Lindenberg, l'istituto della salute mentale centrale, Mannheim ed il membro del consiglio esecutivo di ECNP, hanno detto: “Configurazioni di questo lavoro sugli studi precedenti che hanno indicato un ruolo critico di eccessiva attività delle sottoregione del lobo temporale nella generazione di allucinazioni di voce nella schizofrenia. Per entrare questo nel trattamento, la prova controllata come quella da Dollfus ed i colleghe sono importanti. Mentre i tassi di risposta erano moderati, TMS è un'aggiunta benvenuta al repertorio terapeutico particolarmente per i pazienti che non rispondono al farmaco.„