Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La barriera Intestinale dei pazienti di IBS permette che i batteri passino più liberamente di in gente in buona salute

La barriera intestinale dei pazienti con la malattia gastrointestinale IBS permette che i batteri passino più liberamente di in gente in buona salute, secondo uno studio piombo dai ricercatori all'Università di Linköping in Svezia. Lo studio, pubblicato in Gastroenterologia del giornale scientifico, è il primo per studiare IBS facendo uso dei batteri viventi.

IBS, o la sindrome di viscere irritabili, disturba la funzione delle viscere. La circostanza piombo agli episodi ripetuti di dolore addominale e solitamente provoca la costipazione o la diarrea. Intorno 10% della gente in Svezia soffrono da IBS e sono due volte comuni fra le donne quanto fra gli uomini.

“La Gente influenzata da IBS è stata considerata come un gruppo piuttosto diffuso. Il Nostro studio ha indicato che la gente con IBS è chiaramente differente dalla gente in buona salute nel modo in cui la parte dell'intestino conosciuto come il colon (o l'intestino crasso) reagisce ai batteri,„ dice Åsa Keita, ricercatore al Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale (IKE). Piombo lo studio insieme a Susanna Walter, specialista nelle malattie gastrointestinali all'Ospedale Universitario di Linköping ed anche ad un ricercatore a IKE.

È ancora poco chiaro perché la circostanza sorge, ma sta aumentando la prova che cambia nel modo in cui il cervello interagisce con la flora batterica nel gioco dell'intestino un ruolo. L'intestino crasso ha un livello di mucoso, che costituisce la prima linea di difesa contro i batteri nell'intestino. Dietro questo, c'è un livello di celle epiteliali conosciute come i enterocytes e dietro questi è tessuto che contiene le celle immuni. Lo studio presente ha esaminato questo livello di celle epiteliali ed esaminato quanto permeabile è ai batteri.

I ricercatori hanno studiato i piccoli campioni del tessuto prelevati dall'intestino crasso di 37 donne con IBS e li hanno paragonati ai campioni dalle donne senza i sintomi intestinali. Hanno studiato le membrane in uno strumento conosciuto come una camera di Ussing, in cui è possibile misurare il trasporto delle sostanze e dei batteri attraverso il tessuto vivente.

L'Infezione con il Salmonella typhimurium patogeno del batterio è un fattore di rischio per sviluppare IBS e questa piombo i ricercatori studiare come questo sforzo della Salmonella interagisce con la membrana intestinale. Egualmente hanno studiato uno sforzo di Escherichia coli (Escherichia coli HS), che è solitamente presente nell'intestino. Entrambi I batteri hanno attraversato le mucose intestinali dei pazienti con IBS intorno due volte più rapido era la cassa per gli individui sani.

“I Pazienti con IBS nel nostro studio hanno avuti un più alto passaggio dei batteri nel sistema-modello. Ma non possiamo trasferire questo risultato direttamente a pratica clinica ed ulteriore ricerca è necessaria. Che Cosa possiamo dire, tuttavia, è che c'è qualcosa che renda un livello delle mucose intestinali dei pazienti con IBS più sensibile ai batteri che negli individui sani,„ dice Åsa Keita.

I ricercatori egualmente hanno esaminato i mastociti, un tipo di cella immune che è una componente importante della difesa immune innata, che protegge dai microorganismi. Hanno trovato che i mastociti sembrano svolgere un ruolo significativo nella regolamentazione del passaggio dei batteri attraverso la membrana intestinale, in entrambi gli individui sani e nella gente con IBS. Il meccanismo sembra, tuttavia, essere più attivo in quelli con IBS.

Sorgente: https://liu.se/en/