Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori trovano il meccanismo che spiega le differenze nella risposta dell'interfaccia al calore, stimoli meccanici

I ricercatori al centro del Bluestone per la ricerca clinica all'istituto universitario di New York University dell'odontoiatria (odontoiatria di NYU) hanno identificato un meccanismo molecolare novello che spiega perché la gente dalla carnagione scura e dalla carnagione chiara risponde diversamente al calore ed allo stimolo meccanico.

In uno studio pubblicato nei rapporti scientifici online il 23 agosto 2017, i ricercatori dimostrano che la dopamina, una piccola molecola prodotta dai melanocytes dell'interfaccia (celle che determinano il colore della pelle), contribuisce alle differenze nella risposta dell'interfaccia al calore ed agli stimoli meccanici. Lo studio piombo da Brian L. Schmidt, DDS, MD, PhD, Direttore del centro del Bluestone e professore di ambulatorio orale e maxillofacial all'odontoiatria di NYU.

Dott. Schmidt spiegato come il suo gruppo ha fatto la scoperta. “Dott. Kentaro Ono, un ricercatore visualizzante nel mio laboratorio e l'autore principale, i dati a disposizione del pubblico usati per confrontare sensibilità di calore e meccanico di dolore nei gruppi di persone che hanno differito nel loro colore della pelle. Abbiamo cercato i dati a disposizione del pubblico supplementari; tuttavia, questo volta abbiamo esaminato roditori pigmentati ed unpigmented basati su colore della pelliccia. Siamo stati incoraggiati dai nostri risultati. Abbiamo saputo che abbiamo dovuto continuare a lavorare in laboratorio per cercare il meccanismo che avrebbe spiegato perché la sensibilità dell'interfaccia sarebbe dipeso da colore.„

La meta-analisi del gruppo in roditori ed il confronto delle differenze genomiche fra il mouse sforza, indicato un gene chiamato Tyr, che gestisce la pigmentazione e la sintesi della dopamina nell'interfaccia. Hanno manipolato i livelli della dopamina nell'interfaccia ed hanno trovato che le cause della dopamina hanno aumentato l'espressione di TRPV1 ed hanno fatto diminuire l'espressione di Piezo2, due proteine che sono responsabili del calore e della sensibilità meccanica, rispettivamente.

Studi il co-author Yi YE, il PhD, direttore associato delle operazioni cliniche della ricerca al centro del Bluestone e l'assistente universitario di ambulatorio orale e maxillofacial all'odontoiatria di NYU, ha detto: “La nostra interfaccia è un organo sensoriale che ci fornisce le informazioni sul nostro ambiente, quali la temperatura e la pressione. L'eccessivo calore o la pressione produce un segnale di dolore che ci avverte circa l'input pericoloso. La nostra condizione ambientale può cambiare la sensibilità della nostra interfaccia agli stimoli ambientali sotto pressione selettiva.„

Ha aggiunto, “il nostro studio indica che la gente dalle origini etniche differenti percepisce diversamente la temperatura e la pressione. Per esempio, l'esposizione del sole nella gente che vive vicino all'equatore piombo a melanina l'accumulazione, che le protegge da danno UV, ma egualmente rende l'interfaccia più scura. La stessa cellula epiteliale (melanocytes) che produce la dopamina delle versioni della melanina, che aumenterà la sensibilità al calore dell'interfaccia. Ciò che trova potenzialmente significa che per adattarsi alle condizioni atmosferiche estreme gradisca quelli nell'equatore, questa cellula epiteliale ha sviluppato un meccanismo protettivo che avverte la gente a partire dall'eccessiva esposizione del sole.„

Il Dott. Schmidt specula che la sensibilità differenziale del calore e meccanica potrebbe avere implicazioni per il trattamento clinico di dolore. “Sappiamo che le persone riferiscono i livelli differenti di dolore dopo la stessa procedura o ambulatorio dentaria. Similmente, ci sono differenze attraverso i gruppi che riferiscono il sollievo di dolore una volta che hanno catturato lo stesso farmaco analgesico. Potenzialmente, la pigmentazione dell'interfaccia contribuisce a queste differenze e potrebbe fornire un approccio per il trattamento mirato a e più personale di dolore.„