Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le cellule T regolarici possono supportare i depositi grassi trattando le sfide ambientali

Le cellule T regolarici immunosopressive svolgono un ruolo importante nel funzionamento del tessuto adiposo. Ciò è la scoperta degli scienziati dal centro del diabete di Helmholtz (HDC) a Helmholtz Zentrum München e l'università di Monaco di Baviera tecnica (TUM). I loro risultati sono pubblicati nel metabolismo delle cellule del giornale.

Il numero della gente obesa come pure di quelle che soffrono dal diabete di tipo 2 sta aumentando universalmente. Entrambi i disordini sono associati con i cambiamenti metabolici compreso le risposte infiammatorie ampliate in tessuto adiposo. “Gli studi precedenti hanno indicato che cellule T regolarici immunosopressive - o Tregs per gioco breve un ruolo importante in questi trattamenti„, spiega la guida del Dott. Carolin Daniel di studio, la guida del gruppo all'istituto per la ricerca del diabete (IDF) del Helmholtz Zentrum München e uno scienziato nel centro tedesco per la ricerca del diabete (DZD). “Ora abbiamo voluto esaminare come queste celle immuni potrebbero supportare più dettagliatamente la funzione adiposa.„

In un modello sperimentale, Daniel, insieme al co-primo crea il Dott. Stefanie Kälin e Maike Becker e colleghi, determinati che il numero di Tregs in tessuto adiposo aumenta in risposta agli stimoli ambientali differenti. Questi stimoli hanno compreso un trattamento freddo a breve termine, lo stimolo del sistema nervoso simpatico (β3-adrenoreceptors) o l'esposizione alto-calorica a breve termine. “Tutti questi stimoli hanno supportato quelle celle immunosopressive direttamente nel tessuto adiposo„, dice Becker.

Masterizzazione grassa attivata

La grandezza dell'aumento in Tregs ha differito secondo il tipo di tessuto adiposo: era particolarmente pronunciata in grasso marrone, piuttosto più debole in grasso ed il più debole sottocutanei in grasso viscerale. Per studiare la funzione specifica di Tregs, i ricercatori hanno determinato come l'espressione genica cambia in tessuto adiposo. Particolarmente in grasso marrone, i geni sono stati attivati che promuovono la produzione di calore (thermogenesis) come pure quelli che sono usati per la ripartizione (lipolisi) e la bruciatura (ossidazione) degli acidi grassi. Gli esperimenti successivi hanno rivelato che il gioco di Pten del und delle molecole Stat6 di segnalazione un ruolo vitale in questo trattamento.

“Una migliore comprensione dei meccanismi immunologici in questione nel tessuto dell'obiettivo sarà critica per lo sviluppo degli interventi personali per migliorare la funzione del tessuto adiposo durante l'obesità ed il diabete„, dice la guida dello studio Carolin Daniel. “I nostri esperimenti indicano per la prima volta che Tregs può supportare i depositi grassi trattando le sfide ambientali.„

“I nostri risultati evidenziano le interazioni complesse fra il nostro organismo e l'ambiente. Abbiamo saputo per un po'che gioco degli ormoni un ruolo chiave qui - ma ora devono accettare che le celle immuni possano essere appena come importanti per un metabolismo equilibrato„, commenta prof. il Dott. Matthias Tschöp. È il Direttore scientifico del HDC a Helmholtz Zentrum München e tiene la presidenza per le malattie metaboliche al TUM. “Queste comprensioni, quindi, ci aiutano immensamente con la progettazione dei più modi efficaci di ottimizzare dal punto di vista terapeutico quando e come memorizzare le calorie.„